partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  15/07/2024 - 19:43

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Malèna
Regia di Giuseppe Tornatore
Cast: Monica Bellucci, Giuseppe Sulfaro, Giuliano Federico, Matilde Piana, Pietro Notarianni; drammatico; Italia; 2000; C
Malèna Scardia... bella da far male

 




                     di Paolo Boschi


Baaria
La sconosciuta
Malèna
La leggenda del pianista sull'oceano


Nei primi anni Quaranta la bellissima Malèna Scardia è il palese oggetto del desiderio di un'intera cittadina siciliana: le sue camminate in centro attirano gli sguardi di concupiscenza degli uomini che, tutti indistintamente, sognano di vivere un'avventura erotica con lei, suscitando nel contempo la dichiarata invidia delle rispettive consorti. Dato che il marito, chiamato alle armi, è partito per il fronte africano, le chiacchiere sul conto della splendida ragazza si sprecano: dall'avvocato al dentista, dal barista al podestà, tutto il paese ha la certezza che una bellezza simile non possa resistere senza un uomo accanto. Quando Malèna apprende la notizia della morte del marito, con il comprensibile sconforto per il lutto arrivano anche notevoli difficoltà pratiche, ed i notabili locali saranno pronti ad approfittarne biecamente, tanto che per la giovane donna il passo verso la prostituzione diventa una naturale discesa verso l'abisso. In Malèna, l'ultimo atteso film di Giuseppe Tornatore, al centro della vicenda non c'è tanto una figura straordinaria di donna, quanto la sua proiezione nell'immaginario di un intero paese, che la odia o la desidera come un semplice oggetto erotico, dalla pura valenza estetica e sensuale. Dopo la notevole prova offerta in La leggenda del pianista sull'oceano il regista siciliano torna a rituffarsi nel passato della sua terra (ritratta attraverso una suggestiva fotografia) con una storia decisamente rappresentativa di certa mentalità insulare: e non a caso il fulcro onirico ed iconico del film è Monica Bellucci, umbra di origine ma perfetto esempio di bellezza mediterranea, solare, torrida, ideale pendant del paesaggio circostante. Il punto di vista attraverso cui Tornatore ci racconta la vicenda costituisce allo stesso tempo l'originalità ed il punto debole del film. Impariamo infatti a conoscere Malèna dal radicato voyeurismo di un adolescente, Renato, avvinto come il resto dei suoi concittadini dalla straordinaria avvenenza della donna, pronto a pedinarla in tutti i suoi spostamenti, a spiarla nell'intimità della sua casa, a sfogare onanisticamente le sue pulsioni sessuali proiettandole su di lei, sempre e comunque, ad immaginare ricorrenti fantasie cinematografiche in cui gli eroi di celluloide sono invarialbilmente lui stesso e Malèna: una prospettiva indubbiamente stringente e particolare, ma ripetitiva e grottesca nella riproposizione degli stessi moduli ad libitum. E non a caso Malèna è un film a corrente alternata: potrebbe fermarsi all'epilogo tragico del ripudio estremo (che sconfina nell'aggressione fisica) del paese verso la protagonista il giorno dell'arrivo degli alleati, ma è proprio a quel punto sterza a sorpresa riaprendo e ricomponendo la storia. Nel complesso si tratta comunque di un buon film, supportato da una ricostruzione storica discreta ma dettagliata, ed allo stesso tempo capace di spiaccare il volo in direzione del surreale: purtroppo latita il ritmo, anche per per l'implicita ripetitività dei (troppi) inserti grotteschi. Tornatore è inoltre riuscito a sfruttare al meglio Monica Bellucci, astro nascente del cinema italiano, in Malèna splendida protagonista con battute ridotte al minimo, ritratta come pura musa iconica.

Malèna, regia di Giuseppe Tornatore, con Monica Bellucci, Giuseppe Sulfaro, Giuliano Federico, Matilde Piana, Pietro Notarianni; drammatico; Italia; 2000; C.; 1h e 48'

Voto 7- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner