partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Laurie Anderson
Heart of a Dog
C'è chi dice no
Regia di Giambattista Avellino
Draquila - L'Italia che trema
Regia di Sabina Guzzanti
Il piccolo Nicolas e i suoi genitori
Regia di Laurent Tirard
La classe - Entre les murs
Regia di Laurent Cantet
Io non sono qui
Regia di Todd Haynes
Sicko
Regia di Michael Moore
Una scomoda verità
Regia di Davis Guggenheim
La marcia dei pinguini
Regia di Luc Jacquet
Super size me
Regia di Morgan Spurlock

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/10/2017 - 16:40

 

  home>cinema > idee

Scanner - cinema
 


Laurie Anderson
Heart of a Dog
Il docu- film dedicato a Lolabelle – il suo adorato rat terrier, morto nel 2011- si conclude con la canzone "Turning Time Around” di Lou Reed
Titolo originale: Heart of a dog; Anno: 2015; Nazione: Stati Uniti d'America; Durata: 75 min; Data uscita in Italia: martedì 13 settembre 2016

 




                     di Giovanni Ballerini


"In quanto artista - spiega Laurie Anderson - ho realizzato musiche, dipinti, installazioni, sculture e opere teatrali. Ma più di ogni altra cosa, sono una cantastorie. La scelta di fare Heart of a Dog è stata un modo per tadurre il mio lavoro in una forma che non avevo mai utilizzato”.
Laurie Anderson ha voluto centrare su Lolabelle – il suo adorato rat terrier di, morto nel 2011- il suo film Heart Of A Dog, che è stato presentato in anteprima al Teatro Franco Parenti di Milano domenica 11 settembre 2016 con due proiezioni, entrambe aperte ai cani. E, impreziosite  dall’esclusivo incontro con l’artista.
Dopo le ottime accoglienze alla Mostra del Cinema di Venezia, il film arriva nelle sale italiane doppiato dalla stessa Laurie Anderson (elenco delle sale su www.nexodigital.it)  distribuito da Nexo Digital e Cinema srl solo per due giorni, il 13 e 14 settembre 2016.  Heart of a Dog è un saggio personale che intreccia ricordi di infanzia, video diari, riflessioni filosofiche sul concetto buddista della vita dopo la morte, oltre a tributi sinceri e sentiti agli artisti, agli scrittori, ai musicisti e ai pensatori che l'hanno ispirata. Inframmezzando una personalissima narrazione e originali composizioni di violino, filmini di famiglia in 8 millimetri e opere d'arte, animazione disegnata a mano. Heart Of A Dog avvolgerà gli spettatori con un linguaggio visivo ipnotico: un collage realizzato a partire dai materiali grezzi della vita e dell’arte della Anderson. Lou Reed - il compianto marito dell’artista, a cui il film è dedicato - interpreta la coda musicale del film, con il suo brano "Turning Time Around”.
“Anche se ho spesso usato immagini su schermi multipli in spettacoli multimediali, questa è stata la prima volta che ho cercato di collegare delle storie in un film dalla struttura narrativa flessibile usando le immagini e l'animazione per completare le frasi – sottolinea Laurie -.  La questione al centro di Heart of a Dog è "che cosa sono le storie?". Come vengono realizzate e come vengono raccontate? Lungo tutto il percorso sono stata guidata dallo spirito di David Foster Wallace e dalla sua affermazione “Ogni storia d'amore è una storia di fantasmi” è stata il mio mantra”. Nel contesto di una carriera eclettica che comprende musica, teatro, disegno, elettronica, performance, Laurie Anderson negli ultimi anni si concentra sull’ideazione di spettacoli capaci di utilizzare in modo innovativo lo spazio. Rompendo con gli schemi convenzionali del formato documentario e del film saggio, il lungometraggio di Laurie Anderson, il primo dal suo concert movie del 1986 Home Of The Brave, è un distillato del suo inconfondibile stile e dei suoi principali temi, tra i quali l'utilizzo di elementi multimediali, una fascinazione per il linguaggio e un impegno artistico con la tecnologia. Gran parte del film è stato girato con una serie di piccole videocamere digitali, tra cui un iPhone, una videocamera drone e una GoPro. La semplice sequenza di animazione utilizzata come surreale capitolo iniziale del film, nella quale Laurie Anderson sogna di partorire Lolabelle, è stata realizzata dall'artista stessa.
La colonna sonora del film è disponibile su etichetta Nonesuch e, dal 9 Settembre 2016, in tutti i digital store sarà disponibile anche una speciale versione italiana. Lo stile è quello inimitabile di Laurie, narrativo e riflessivo come ti aspetteresti da lei. I brani che formano la colonna sonora del film sono tratti dalle sue opere più celebri come Homeland (2010), Bright Red (1994), Life on a string (2001) ma comprendono anche musiche inedite.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner