partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo
C'era una volta a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
7 uomini a mollo
Di Gilles Lellouche
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti
Blade Runner 2049
Regia di Denis Villeneuve
War Dogs
Regia di Todd Phillips

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/02/2020 - 03:05

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Cinema e fumetto: i due nemici
Ma vanno d'accordo cinema e fumetto ?
Asterix Scanner Special

 




                     di Riccardo Ventrella


Asterix & Obelix: missione Cleopatra
Asterix & Obelix contro Cesare
Cinema e fumetto: i due nemici
Il mito di Asterix
Asterix: le storie più belle


Son due fratelli litigiosi, cinema e fumetto. Ambedue radicati nella cultura popolare e nel mito, ambedue basati su un impiantoi specificamente visivo e dinamico, ambedue capaci di impressionare ed affascinare. Gli scambi non sono mai mancati, trovando il culmine nel cartone animato, che unisce le specificità del segno grafico a quelle del cinema. Ma i fumetti diventati film sono sempre stati oggetto di critiche. Per una ragione ben precisa. Che è difficile provare lo stesso affetto per un personaggio cui sia stata cambiata la sostanza. Affidare un volto di uomo a chi ne ha sempre avuto uno di carta non sempre appaga il diffidente lettore/spettatore. E la storia del cinema è piena di mezzi fallimenti. Neppure Robert Altman e Robin Williams riuscirono nel 1980 a dare credibilità a Popeye. Warren Beatty flirtò con Madonna, ma il suo Dick Tracy ebbe non maggiore fortuna. Molto meglio è andata ad alcuni supereroi. I primi due Superman sanno perlomeno restituire un po' di quell'ironia che caratterizza l'uomo volante, interpretato da Christopher Reeve. E fu il genio di Tim Burton, che con i fumetti ed il disegno in generale ha moltissimo da spartire, a dare il tocco macabro-gotico ai primi due Batman. Il pipistrello multipersonalità ha goduto di riduzioni personali, e  tutt'altro che deludenti. Alex Proyas ha lavorato molto ispirandosi ai fumetti, prima con Il corvo, poi con Dark City. A volte sono i fumetti che ad infiltrarsi nei film. Il coniglione Roger Rabbit ha dato lustro al suo creatore Zemeckis, e persino il nostro Maurizio Nichetti si è trasformato in un disegno animato. Particolarissimo il caso dell'investigatore dell'incubo Dylan Dog. il suo creatore Tiziano Sclavi lo immaginò con le fattezze di un attore cinematografico, Rupert Everett. Che lo interpretò, poi, nel 1994 quando Dylan Dog arrivò al cinema in Dellamorte Dellamore (brutto, nonostante Anna Falchi). Adesso ci prova un campione assoluto come Asterix. Chissà se Panoramix e la pozione magica basteranno. .

Voto  

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner