partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Sigalit Landau
Phoenician Sand Dance
Lo schermo dell'Arte
VI edizione
Circuito Off
XIII edizione
Marina Abramovic
A Milano e Firenze
Cemetery
Carlos Casas
E’ morto Cattelan! Evviva Cattelan!
Regia di Marco Penso
La saga Cremaster
Il lavoro di Matthew Barney
Cremaster 3
scritto e diretto da Matthew Barney
Festival Cremaster
Fondazione Pitti Immagine Discovery e the Solomon R. Guggenheim Museum
Cremaster 2
Di Matthew Barney

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/11/2018 - 21:34

 

  home>arte > film

Scanner - arte
 


E’ morto Cattelan! Evviva Cattelan!
Regia di Marco Penso
Sceneggiatura di Elena Del Drago e Marco Penso, fotografia e montaggio di Marco Penso, musica di Giuliano Taviani, produzione: Wilder, Italia, 2006. DigiBeta – Colore, durata: 54 minuti
All’Auditorium Stensen di Firenze l’11 marzo 2007

 




                     di Giovanni Ballerini


All’Auditorium Stensen di Firenze l’11 marzo, alle 21 viene proiettato, ad ingresso libero il falso documentario sulla vita di Maurizio Cattelan “E’ morto Cattelan! Evviva Cattelan” (2006, Italia - 54’). Il racconto in chiave satirica dell'immaginaria morte di Maurizio Cattelan è l’opera prima del regista Marco Penso, presentata alla  prima edizione di  Cinema Festa Internazionale Di Roma (2006) nella sezione extra - Programma Fox.

Il film parte da una provocazione, da una manipolazione della realtà: i telegiornali danno la notizia della morte dell’artista italiano fra i più discussi (e apprezzati) nel mondo, autore di celebri e provocatorie installazioni. Avvolta nel mistero, la “vera” morte dello scandaloso artista italiano, si trasforma nell’occasione per costruire un’inchiesta, ricognizione divertita ed esaustiva al tempo stesso, lanciata sulle tracce di un personaggio controverso ed inafferrabile: dall’infanzia nella provincia veneta, ai primi successi ottenuti a New York, dalle diatribe critiche sulle sue Celebre in tutto il mondo. Cattelan non appartiene a nessuna corrente dell’arte contemporanea: è Cattelan e questo basta e avanza, visto che attualmente è il più quotato artista italiano vivente.  

Il poliedrico e geniale artista post-duchampiano è nato a Padova nel 1960, ha iniziato la sua attività a Milano, in sintonia con le tendenze del concettuale e attualmente vive a New York. E’ un autodidatta geniale che piega i media alle sue provocazioni con i suoi irriverenti interventi

Fra le provocazioni di Cattelan ricordiamo "Untitled", del 1986, una tela squarciata che fa pensare a Lucio Fontana e soprattutto a Zorro, visto che lo squarcio è proprio la classica Zeta del cavaliere mascherato. Da non scordare anche "Stadium l’opera proposta nel 1991 alla Galleria d'Arte Moderna di Bologna con uno speciale tavolo da calcetto realizzato con giocatori senegalesi e altri del Cesena, il cavallo "ibernato" e appeso alla volta del museo di Rivoli ("Novecento" del 1999). Ma la sua creazione più nota è probabilmente la scultura "La Nona Ora" del 1999 con un Papa Giovanni Paolo II colpito da un meteorite. Fra gli interventi più recenti ricordiamo invece la scultura - autoritratto (da bambino) su un gokart telecomandato scorazzante proposto alla Biennale di Venezia 2003 e i fantocci di bambini impiccati a un albero in piazza XXIV Maggio a Milano nel 2004.

Ma torniamo al film, che propone interviste a critici d’arte,  galleristi, curatori di mostre, e tanti altri personaggi legati alla carriera di Cattelan. Un flusso di parole e ricordi al passato, che fanno pensare allo spettatore o almeno insinuano il dubbio che la morte di Maurizio sia avvenuta davvero. Una provocazione in perfetto stile Cattelan, che diverte e dà il modo di aprire un focus a ritroso sull’arte dei nostri giorni

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner