partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Sigalit Landau
Phoenician Sand Dance
Lo schermo dell'Arte
VI edizione
Circuito Off
XIII edizione
Marina Abramovic
A Milano e Firenze
Cemetery
Carlos Casas
E’ morto Cattelan! Evviva Cattelan!
Regia di Marco Penso
La saga Cremaster
Il lavoro di Matthew Barney
Cremaster 3
scritto e diretto da Matthew Barney
Festival Cremaster
Fondazione Pitti Immagine Discovery e the Solomon R. Guggenheim Museum
Cremaster 2
Di Matthew Barney

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/11/2018 - 15:35

 

  home>arte > film

Scanner - arte
 


Cremaster 2
Di Matthew Barney
In collaborazione fra Pitti Immagine e il Walker Art Center di Minneapolis
Dal 22 al 28 settembre 1999 al Teatro del Rondò di Bacco di Palazzo Pitti

 




                     di Giovanni Ballerini


Cremaster 3, 2002
Cremaster Festival
La saga Cremaster
Matthew Barney
Cremaster 2, 1999


L'arte è soprattutto percezione, intensità narrativa. Anche quando si esprime con la macchina da presa. Lo dimostra Cremaster 2, la creazione di Matthew Barney proposta, in prima assoluta per l'Europa da Pitti Immagine discovery. Cremaster 2 , che si conferma progetto di confine tra diversi linguaggi estetici, è stato presentato da Pitti Immagine discovery in collaborazione con la Galleria del Costume di Firenze dal 22 al 28 settembre 1999 al Teatro del Rondò di Bacco di Palazzo Pitti. Va sottolineato che l'evento è stato reso possibile grazie all'intesa raggiunta fra tra Pitti Immagine e il Walker Art Center di Minneapolis. AIla proiezione fiorentina del 22 settembre 1999 a Firenze erano presenti Matthew Barney e Richard Flood, chief curator del Walker Art Center. Le uniche proiezioni europee del film (la prima mondiale si è tenuta il 17 luglio al Walker Art Center di Minneapolis) sono state quelle fiorentine, come dicevamo, dal 22 al 28 settembre 1999. La pellicola è stata poi inviata a New York al Film Forum . Il progetto completo (composto dai cinque film) verrà infatti presentato in esclusiva mondiale al Guggenheim Museum di New York.
Ma torniamo a Cremaster 2 , che è il secondo episodio, il quarto realizzato, della saga Cremaster (titolo riferito al vocabolo che definisce il muscolo che sorregge i testicoli) concepita in cinque parti dall'artista statunitense Matthew Barney . Cremaster 2 è il primo film parlato di Barney ed è il primo della serie che prende a prestito una storia e un testo specifici: The Executioner Song di Norman Mailer (1979). Cremaster è un'epopea ricca di simbolismi che, partendo dal sistema riproduttivo umano, prefigura un universo misterioso a metà strada fra una mitologia assolutamente contemporanea e una metafisica psicologica. Matthew Barney si interroga attraverso le sue immagini, in modo assolutamente personale, sulla realtà dell'individuo in una società dove ogni possibile identità si moltiplica e si trasforma. Dopo un viaggio fra le fate dell'isola di Man nel mare d'Irlanda (Cremaster 4, 1994), un musical surreale girato su un campo di football americano in Idaho ( Cremaster 1 1995) e un melanconico finale fra i bagni e i teatri di Budapest ( Cremaster 5 , 1997), Matthew Barney , in una sorta di western gotico, ritorna a esplorare il sistema nervoso della cultura americana. Prendendo spunto dal libro di Norman Mailer , l'artista si concentra sulla figura di Gary Gilmore - impersonata dallo stesso Barney - patetico assassino eletto a mito americano per essere stato, dopo la reintroduzione della pena capitale negli anni '70, il primo condannato a morte, ma soprattutto per essersi rifiutato di chiedere la grazia seguendo il Blood Atonement, il principio mormone per il quale i peccati vengono espiati con la morte stessa. Gilmore rappresenta la capacità di ogni essere umano di evadere dal destino a cui siamo condannati fin dalla nascita. Non a caso nella storia entra in scena anche una delle icone di Barney , il grande illusionista Harry Houdini , interpretato dallo stesso Mailer, che nel suo libro racconta l'incontro tra la nonna di Gilmore e Houdini alla fine dell'800. Navigando dentro la brutalità degli assassinii di Gilmore, nella simbologia della religione dei Mormoni, sui laghi salati dello Utah o sui ghiacciai delle montagne rocciose, Matthew Barney crea la sua favola visionaria sul tema del destino. Con un linguaggio immaginifico unico Cremaster 2 tocca il cuore della cultura americana dove mito, violenza, religione e natura s'intrecciano dando vita a tutte le contraddizioni generanti l'individualità contemporanea.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner