partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Piero Gilardi
La tempesta perfetta
Comportamento
A cura di Renato Barilli
La pasión según Carol Rama
200 opere della pittrice torinese
Eugeni Bonet
L’occhio in ascolto
Reality invocabile
A cura di Montse Badia
Allora & Calzadilla
Fault Lines
Odette Lafrance
La pop art avanzata scopre le icone fashion
Eulalia Grau
Non ho mai dipinto angeli d'oro
Gruppo Cracking
Mostra e Performance
Luca Alinari e Rosa Canfora
Le mostre Fisico e Onirico – Creazioni

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/06/2018 - 12:30

 

  home>arte > contemporanea

Scanner - arte
 


Berlino Nuova Città d'Arte
Opera Paese in collaborazione con il Goethe-Institut
Un progetto di Maurizio Marrone con Bettina Allamoda, Susi Pop, (e.) Twin Gabriel, Lois Renner, Eran Schärf, Christoph Keller
A Roma, Villa Bernasconi, fino al 7 maggio 2002

 




                     di Giovanni Ballerini


Fino al 7 maggio 2002 (dal lunedì al venerdì, dalle 15.30 alle 18.30) Opera Paese in collaborazione con il Goethe-Institut, propone la seconda parte di Berlino Nuova Città d'Arte, un progetto che intende offrire al pubblico romano l'occasione di conoscere alcuni aspetti della nuova scena artistica di quella che a tutt'oggi è probabilmente la capitale culturale d'Europa.

Conclusa la prima tranche della mostra cui hanno partecipato Birgit Brenner, Tobias e Raphael Danke, Martin Doerbaum, Nina Fischer & Maroan El Sani, Yotta Kippe, Via Lewandowsky e Matten Vogel, il secondo appuntamento con Berlino nuova città d'arte è previsto dal 16 aprile al 7 maggio e presenterà i lavori di: Susi Pop, (e.) Twin Gabriel, Lois Renner, Eran Schärf, Bettina Allamoda, Christoph Keller.
La Berlino del XXI secolo si presenta ad un osservatore esterno come un'autentica città-laboratorio, in cui tutte le espressioni della cultura contemporanea sono coinvolte da un processo quasi convulso di rigenerazione politica e sociale, nel quale ciò che sembra essere in gioco è l'identità stessa del popolo tedesco. Il risultato immediatamente tangibile è una vitalità straordinaria nel campo dell'architettura, della musica, delle arti visive, del teatro e di quant'altro la "cultura del presente" è in grado di offrire.
Berlino nuova città d'arte rivolgerà particolare attenzione alle arti visive e cercherà di dar conto di alcune situazioni che, a nostro avviso, in seguito all'avvenuta riunificazione, si rivelano particolarmente interessanti e significative. In questa, come nella precedente sezione di questa "panoramica berlinese" si è cercato di dar conto di alcune delle tendenze stilistiche e delle diverse sensibilità estetiche che animano lo scenario della capitale tedesca. Christoph Keller, da sempre impegnato in un lavoro molto legato alla città, presenta due opere: una video installazione inedita frutto di una collaborazione con il videoartista berlinese Björn Mehlhus ( i due artisti hanno girato le sequenze dei video simultaneamente all'interno di un vecchio Albergo di Berlino est ormai abbandonato) e un lavoro fotografico molto particolare legato al tema della metropolitana presentato alla prima Biennale Berlinese. Eran Schaerf ha progettato un'installazione in progress. Verranno allestiti quattro europallette sui quali, di giorno in giorno si andranno accumulando i quotidiani (uno diverso per ogni pallette) del giorno precedente. Bettina Allamoda, che spesso si è cimentata con la ricostruzione di microarchitetture (anche di sapore Bauhaus) realizzaerà un vero e proprio stand fieristico dalla forma labirintica cui applicherà delle lambdaprint appositamente realizzate. (e.) Twin Gabriel, presenterà un lavoro nato lo scorso anno composto di quattro grandi ritratti fotografici ed un video, in cui la innata vocazione performativa dei due artisti e la loro indubbia attenzione nei confronti dell'aspetto documentativo e riproduttivo dell'opera trovano un equilibrio quasi naturale. Lois Renner ha realizzato quattro grandi lamda print in cui sono riprodotte le miniature irriconoscibili di un ipotetico atelier. L'artista tuttavia pone sempre nella ricostruzione un elemento dalle dimensioni naturali che permetta all'osservatore di "smascherare" la finzione. Susie Pop presenta una serie di quattro grandi lavori dai toni rosa e magenta (come spesso accade nelle sue opere) in cui vengono riprodotti alcuni momenti della ricerca biologica e genetica (ad esempio la clonazione di un embrione)

Voto 8 ½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner