partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Piero Gilardi
La tempesta perfetta
Comportamento
A cura di Renato Barilli
La pasión según Carol Rama
200 opere della pittrice torinese
Eugeni Bonet
L’occhio in ascolto
Reality invocabile
A cura di Montse Badia
Allora & Calzadilla
Fault Lines
Odette Lafrance
La pop art avanzata scopre le icone fashion
Eulalia Grau
Non ho mai dipinto angeli d'oro
Gruppo Cracking
Mostra e Performance
Luca Alinari e Rosa Canfora
Le mostre Fisico e Onirico – Creazioni

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/06/2018 - 07:44

 

  home>arte > contemporanea

Scanner - arte
 


Marco Bagnoli
La sua arte contemporanea in mostra
Fino al 21 marzo 2005 nel nuovo spazio Quarter di Firenze

 




                     di Tommaso Chimenti


Una mostra nascosta, contraddizione in termini lessicali, che si apre allo sguardo voyerista del visitatore costretto a fruire dell’immagine soltanto attraverso fessure tra un asse e l’altra, un’installazione che finalmente può essere goduta a pieno.

Marco Bagnoli, l’artista toscano che ha esposto alla Biennale di Venezia e con alle spalle mostre prestigiose personali al Centro Pecci di Prato, a Grenoble, Amsterdam, Ginevra, Lione e Valencia, stavolta viene ospitato nel nuovo spazio “Quarter”, neonato punto di riferimento per l’arte contemporanea fiorentina sorto a dicembre in viale Giannotti 81, proprio accanto al centro commerciale Gavinana.

Un’installazione, inaugurata il 9 febbraio ed aperta fino al 21 marzo 2005, di grande impatto emotivo e spirituale, un viaggio cognitivo attraverso la materia, il suono, un lasciarsi trasportare nell’incanto e nell’incontro con l’atmosfera prodotta nella grande sala della struttura presieduta da Sergio Risaliti.

Sabbia e campane per questa “Terra delle madri”, lavoro che Bagnoli ha concepito appositamente per lo spazio di Quarter, è questo lo scorcio- squarcio che si intravede, visione sbarrata da un impedimento fisico e concreto, assi di legno in verticale a creare una palizzata, una staccionata, un recinto, che impedisce l’accesso alla sala centrale, ostacolo che la domenica delle Palme sarà rimosso e per tutto il giorno e tutta la notte i visitatori potranno finalmente camminare all’interno della sala: la resurrezione del Cristo si lega all’arrivo della Primavera.

Tumuli, tombe, piccole colline sparse in mezzo al salone, campane rovesciate dalle quali sgorga un suono differente simile al gracidare delle rane in un contro canto continuo di alternanza di sensazioni che riportano la mente alla natura, al bosco, la foresta dei primi gruppi tribali, delle ancestrali società arcaiche precolombiane.

Ritualità e religione, totem sacri, arte e filosofia si uniscono, si fondono in questo percorso cupo, in questo camminamento ideale senza via d’uscita: al centro è sospesa una grande campana la cui forma è il risultato della fusione di due profili e ci appare come una testa sollevata. 

Quarter, viale Giannotti 81, Mostra di Marco Bagnoli, “Terra delle madri”, tutti i giorni orario 15-20, chiuso il lunedì, ingresso libero, visite guidate su appuntamento :info@quarterfirenze.com.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner