partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Par Condicio
Nasce la nuova rivista di satira bipartisan
Piazza della satira 2
In scena i "giovani" del Vernacoliere
Piazza della satira
Riccardo Mannelli & quelli di Guano Project
Lido Contemori
Cibitoschi Mangiachiaro
Satira Desnuda
Dal male al Malox
La Satira desnuda di Cavezzali
Papere e banane, canzoni da sbucciare
il cuore
Diretto da Riccardo Mannelli

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  07/04/2020 - 15:29

 

  home>strips > satira

Scanner - strips
 


Satira Desnuda
Dal male al Malox
Omaggio a Sergio Saviane

 




                     di Satirik


Satira Desnuda
Beppe Mora
Federico Maria Sardelli


La satira è figlia di primo letto della critica" ha scritto recentemente Sergio Saviane, per il quale questa "fa la caricatura degli uomini che si ostinano a governare, a scrivere per fargli capire che si può rimanere stupidi anche entrando in parlamento e pubblicando libri. E in Italia la satira non può trovare spazio per il fatto che non esiste una vera critica."

La stagione espositiva del Teatro Puccini di quest'anno è anche per questo dedicata a Sergio Saviane, uno dei più grandi maestri e teorici della satira. Indimenticabile critico televisivo dell' Espresso, rivista che allora si apriva cercando immediatamente la pagina da lui firmata (bei tempi!), scrittore straordinario, fondatore del Male, Saviane è adesso impegnato in una nuova avventura editoriale di taglio squisito, Malox, per ora confinata al Veneto. In un'epoca che celebra anniversari, decennali e morti viventi ci sembrava giusto celebrare un vivace e vivissimo autore. Anche per sapere come in questi anni sia cambiata la satira medesima, quali siano le nuove prospettive. Dunque la piaga, Il Male, a rappresentarlo ci sarà Vincino, e la terapia: Malox, la nuova creatura, capitanata dalla matita salace di Beppe Mora. Con loro Federico Maria Sardelli, il più savianesco degli alfieri dell'unico foglio satirico in circolazione, " Il Vernacoliere" che per tiratura e distribuzione è il più importante in Italia. E ancora un altro grande Massimo Cavezzali, che sebbene fuori giro dall'area savianea, è consanguineo a "zampa di velluto" per più di una ragione. Doveroso l'omaggio a Jodorowsky con una mostra di Moebius.

Un programma che se, non strappa i veli di Maya, mette a nudo certe stanchezze, e non esclude sorprese in corso d'opera.

Altra tradizione del Puccini che verrà rispettata e rinvigorita quella dei vernissage-spettacolo con interventi di personalità; irriverenti e si spera divertenti, con naturalmente una serata con ospite Saviane. Ah, le date? Tranne quella, mortifera, del 2 novembre che inaugura la stagione, anche del teatro, sono ancora da stabilirsi; come si conviene a tutto quello che per definizione costituisce l'ultima ruota del carro. Che però fa funzionare la diligenza.

Non si sa dove si va ma ci si va lo stesso. Buon viaggio.

Voto 8½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner