partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Sorella Marilyn
A Tiferno Comics 2014
Schizzi D'autore
I grandi fumettisti incontrano Parma
L’arte del Prof. Bad Trip
Autobiografia di Gianluca Lerici
Hugo Pratt
Corto Maltese, letteratura disegnata 1967/2007
Riccardo Mannelli
Eccetto me e la mia scimmia
Fumetti digitali a Cartoombria 2001
Al Teatro del Pavone di Perugia il 12 e 13 dicembre 2001
Cartoombria 2001
VII Mostra Internazionale delle Immagini Animate
Cartoocomics 2000
VII salone del fumetto, dei cartoons e dei videogames
Un Prato di fumetti
La tradizionale rassegna del fumetto e del fantastico
Lunari e l'uso del falso
L'imitation stilistica dell'autore di Eritreo Cazzulati

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  17/12/2017 - 07:14

 

  home>strips > mostre

Scanner - strips
 


Hugo Pratt
Corto Maltese, letteratura disegnata 1967/2007
Il personaggio più amato del fumetto italiano
A Firenze, Forte Belvedere, Sale della Palazzina (primo piano) dal 4 al 31 agosto 2007, inaugurazione sabato 4 agosto, ore 18.30

 




                     di Giovanni Ballerini


"Artista? Maestro? Faccio fumetti e quindi sono un fumettaro!", ripeteva spesso Pratt con sottile e raffinato snobismo a chi tentava di inquadrare il suo talento come miracolo, estraneo all’arte della "letteratura disegnata".

Firenze celebra il quarantesimo compleanno del marinaio con l’orecchino con la mostra di Hugo Pratt Corto Maltese letteratura disegnata 1967/2007. L’esposizione rende omaggio al grande maestro del fumetto d’autore attraverso le tavole e gli acquerelli di Corto Maltese, il personaggio più amato del fumetto italiano, l’eroe romantico per antonomasia. A quarant’anni dalla nascita di Corto Maltese, la mostra al Forte Belvedere di Firenze, allestita dal 4 al 31 agosto 2007, offre al visitatore un’idea libera ed eterogenea dei molteplici aspetti di questo personaggio, svelando la sua complessità fatta di citazioni letterarie, esotismo, divertimento e accostamenti tra una rigorosa documentazione storica e le divagazioni tra fantasia e ironia.

"La mostra mette al centro Hugo Pratt e Corto Maltese, il suo personaggio più celebre e celebrato. Dal mare alle donne, ripercorre la vita, l’arte e l’opera di Corto Maltese – spiega Vincenzo Mollica - . Si potranno vedere le strisce originali di Pratt, gli acquerelli, e addirittura filmati che riprendono Pratt stesso mentre disegna. Ad accompagnare la mostra sarà un catalogo, dal titolo Letteratura disegnata, cioè il modo in cui Pratt chiamava il fumetto. Un giorno, per intitolare uno speciale che abbiamo fatto insieme per il Tg 1, è stato lui a coniare quel termine “letteratura disegnata” con cui tutt’ora si allude alla sua arte. Perché il fumetto, per lui, non era arte di serie B, come spesso i critici tendevano a considerarlo. Attraverso questa mostra chi ha amato Corto Maltese ne apprezzerà gli originali straordinari, in particolare gli acquerelli”.

La mostra è curata da Vincenzo Mollica, e Patrizia Zanotti, colorista e assistente di Hugo Pratt, con cui la Zanotti ha fondato la casa editrice Lizzard, che pubblica la letteratura disegnata dell’autore. L’esposizione è una creazione dalla Cong SA di Losanna, società che detiene e gestisce in esclusiva per tutti i paesi del mondo i diritti d’autore dell’opera di Hugo Pratt. Le sue tavole sono un imperdibile pezzo di storia dell’arte, della letteratura e del fumetto. Tutto, nella sua filosofia, è volto a stimolare la curiosità, spingere all’approfondimento e alla conoscenza, piuttosto che spiegare. Infatti nel percorso espositivo le immagini, circa 150 originali tra fumetto e illustrazioni, sono accompagnate da frasi tratte da interviste rilasciate da Hugo Pratt nel corso di più di vent’anni, per permettere al visitatore di conoscere l’artista in modo diretto, attraverso le sue stesse parole, senza l’interferenza di “spiegazioni” sulla sua vita o sul suo lavoro.

Con i suoi acquerelli e le tavole a china, Hugo Pratt ci apre le porte su un mondo magico, fatto di mistero, letteratura, donne, avventura, amicizia, mare e addii. Fa parte del percorso anche la visione, al pian terreno delle sale della Palazzina, di un cortometraggio di Corto Maltese (in Dvd).

Sulla somiglianza tra Pratt e Corto Maltese Umberto Eco si è espresso così: «Ho sempre sostenuto che i disegnatori si disegnano nei loro protagonisti, o nei deuteragonisti al massimo, e chi ha visto di persona Al Capp, Feiffer, Schulz o Jacovitti lo sa. Di Pratt non lo sospettavo, ma un giorno, alla presentazione di non so più quale libro, l’ho incontrato alla Terrazza Martini di Milano e l’ho presentato a mia figlia, allora molto piccola ma già amante delle sue storie, e lei mi ha sussurrato all’orecchio che Pratt era Corto Maltese. Guardandolo meglio, di profilo, ho dovuto convenire che in qualche modo era vero» - Umberto Eco

ingresso libero

Orario di apertura: tutti i giorni ore 17.00-24.00

Nel programma di www.fi-esta.com

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner