partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Luciano Ligabue
Liga Rock Park
Carmen Consoli e Le Brigitte
Festa Europea della Musica 2016
Brian May & Kerry Ellis
One Voice The Tour
Jovanotti
Lorenzo negli Stadi 2015
Brit Floyd
Tour P-U-L-S-E 2013
David Byrne & St. Vincent live
Love This Giant tour 2013
Baustelle
Fantasma
Muse
Live In Japan 2013
Maggio Musicale Fiorentino
Impeto e virtuosismo
Finalmente Radiohead
Tour 2012: emozioni e sperimentazioni

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  03/04/2020 - 04:03

 

  home>musica > concerti

Scanner - musica
 


Litfiba Reunion Tour
Eroi nel vento del rock
Piero Pelů e Ghigo Renzulli tornano a suonare insieme. Con Piero Fidanza alla batteria, Daniele "Barni" Bagni al basso e Federico "Sago" Sagona alle tastiere
Gran calore del pubblico e sold out per i concerti del 16 e 17 aprile 2010 al Mandela Forum di Firenze

 




                     di Giovanni Ballerini


Fin dai 24 brani in scaletta (Proibito, Resta, Cangaceiro, Paname, Bambino, Il Volo, Sparami, Lulů & Marlene, Dio, Spirito, Tex, Ferito, Fata Morgana, Animale Di Zona, A Denti Stretti, Cuore Di Vetro, Gioconda, Ritmo #2, Ci Sei Solo Tu, Maudit, Dimmi il Nome, El Diablo, Lacio Drom, Lo Spettacolo), il Litfiba Reunion Tour ha colpito al cuore chi non ha scordato gli eroi nel vento del rock fiorentino. Da qualche mese si sapeva che Piero Pelů e Ghigo Renzulli erano tornati a suonare insieme. Altra cosa č vederli all’opera dal vivo, con Piero Fidanza alla batteria, Daniele "Barni" Bagni al basso e Federico "Sago" Sagona alle tastiere. Per questo, dopo il debutto milanese, non poteva che esserci grande interesse per i due concerti fiorentini che si sono tenuti il 16 e 17 aprile 2010 al Mandela Forum. Detto fatto: entrambi sold out. Ma quello che conta di piů i Litfiba sono stati credibili (in casa vale doppio) e hanno coinvolto tanti fan di tutte le etŕ in uno scatenato show di due ore in cui hanno interpretato con grinta alcuni fra i loro cavalli di battaglia in mezzo a una imponente scenografia di luci e amplificatori. Un boato per l’ingresso in scena dei 2 nerovestiti Piero (con il classico bolerino – pantalone borchiato e capelli lunghi raccolti in una coda) e Ghigo, anche lui con le braccia libere per far saettare fendenti dalla sua Fender. Poi, mentre gli strumenti stridono, il saluto di Pelů “Agli spiriti liberi, alle teste pensanti, a chi va controcorrente alle distrazioni di massa, al popolo libero di Toscana: qui niente č proibito”. E intona il brano omonimo. L’entusiasmo sale fra il pubblico, di brano in brano. Piero e Ghigo si cercano (e si trovano) sul palco. Sembra che i dieci anni di divisione siano davvero sfumati per far posto a nuovi entusiasmi. Una dedica al Pontefice per “Bambino”, un pensiero ai tre operatori di Emergency, con la speranza che siano liberati al piů presto, l’invito a liberare lo spirito (in occasione del brano omonimo) a tutti quelli che hanno preso parte alla liturgia del rock and roll. Piero non si risparmia, cavalca l’onda sonora con la consueta verve guascona, con quella teatralitŕ performativa che l’ha reso celebre fin dai primi concerti negli anni Ottanta, mentre Ghigo lascia librare la sua chitarra, non risparmia saette di note e assoli al suo pubblico. Firenze apprezza (anche se in realtŕ i due palasport pieni hanno ospitato anche tanti altri fan da tutta Italia), applaude e si gusta il muro sonoro offerto dalla grintosa sezione ritmica e dalle tastiere. La riserva indiana di Toscana – come la definisce Pelů – si lascia trasportare dal sound pulsante di “Tex”, si esalta in “Gioconda” e in “El Diablo”, si fa coinvolgere dalle esternazioni di Piero. Insomma si diverte davvero in questo show in cui la musica č sempre in primo piano. Visto l’entusiasmo di un pubblico sempre festante, sembra proprio che il sogno rock made in Florence possa davvero rinascere. Vedremo come andrŕ il tour estivo e soprattutto come saranno accolti il the best of e il disco live (con due inediti) che i Litfiba dovrebbero far uscire fra non molto. Ci sarŕ molta attenzione per i nuovi brani. Ma intanto godiamoci la festa. Bentornati Litfiba.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner