partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Slash
Con Myles Kennedy & The Conspirators
Lostprophets
Start Something
JustINeDusk
One day…a May day
Deadsy
Commencement
Him
Deep shadows and the Brilliant Highlights
Hardcore Superstar
Thank You (For Letting Us Be Ourselves)
Adema
Adema
Orgy
Vapor transmission
Spineshank
The Height of Callousness
Linkin Park
Hybtid Theory

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/10/2017 - 17:34

 

  home>musica > nu-metal

Scanner - musica
 


Deadsy
Commencement
L'ultima Big-Thing made in USA
La band di Elijah Blue Allman, figlio di Cher e Greg Allman

 




                     di Valerio Fumasi


Deadsy? Chi? Sono l'ultima Big-Thing made in USA! Non state a scervellarvi più di tanto…è praticamente impossibile che abbiate visto un video dei Deadsy, né che abbiate potuto sentire un loro brano qui in Italia dato che il loro debut-album uscì per la Sire/Elektra nel millennio scorso, ma per i soliti annosi problemi contrattuali non fu mai distribuito adeguatamente né in Europa né in America. Ma (e dietro queste "storie Hollywoodiane" c'è sempre un ma) evidentemente la "mammina" dell'ottimo songwriter - chitarrista - cantante Elijah Blue Allman non gradì troppo il trattamento riservato al giovine figliolo così per evitare che andasse in frantumi il piccolo sogno da rock star del suddetto (come la sua pellaccia ormai ricostruita per la ventisettesima volta) si deve essere attivata notevolmente suppongo.

Infatti la mamma in questione di cui stiamo parlando è proprio una certa Cher (si proprio quella dei tormentoni estivi…) e come facilmente avrete appreso dal cognome del giovane il padre è un certo Greg Allman il notissimo chitarrista dei '60! Con una famigliola così alle spalle e con una giusta discrezione mediatica del caso, i nostri hanno recesso il precedente contratto e si sono accasati presso l'etichetta di Jonathan Davis dei Korn, la Elementree Records, hanno completamente riinciso il tutto portando così alla luce quelle brillanti, fresche e soprattutto anticipatrici idee, già partorite nel 1997 di un certo Nu-Wave-Metal che tanto tira oggi negli States ( leggi Adema, Orgy ecc.); quando ascolterete She Likes Big Words gli echi del Bowie "heroe" non vi suoneranno poi così lontani…

Provate ora ad immaginare dove i nostri hanno presentato il loro "nuovo" album Commencement, avranno scelto una bettola misconosciuta di Los Angeles come tutti gli esordienti( o riesordienti se mi passate il termine)? Ma certo che no! Che domande… Al Roxy, lo storico locale dove si sono esibiti e si esibiscono tutt'ora, TUTTI, ma proprio tutti dai Motley Crue ai Korn, dagli Stone Temple Pilots agli Aerosmith!

E per far ancora più baldoria (e potersi garantire un'immensa pubblicità) hanno chiamato un po' di vecchi amici, quelli di "cantina" per intenderci, tanto per parafrasare il mai dimenticati Pacciani, Vanni & company...

I nomi? Eccoli: Jonathan Davis e Munky (Korn), vari membri degli Sugar Ray, Steve Jones dei Sex Pistols, Troy Van Leeuwen (ex-A Perfect Circle) ed addirittura Alicia Silverstone!!!

E poi ci si chiede perché per noi italiani è difficile esportare un buon disco all'estero, siamo felici come una Pasqua quando varchiamo i confini Inglesi (leggi Linea77 e GF93).

Malgrado tutto sembra che con il solito ritardo secolare l'Italia stia capendo che l'immagine è ahimè importante se non fondamentale nel panorama musicale odierno (dal Pop al Metal). Esser d'accordo o meno col suddetto andazzo non significa poterne prendere le distanze, mi riferisco alla miriade di band esordienti che si dannano sul suolo italico alla ricerca di un contratto, preoccupandosi di spedire il promo a destra e a manca e non curando assolutamente il booklet, sulla cui cover capeggia molto spesso un quanto mai inefficace "Demo n.2" ad esempio.

Comunque, come ho già detto, qualcosa sta cambiando, l'italianissima Fray Records ne è un ottimo esempio..ma di questo ne riparleremo presto.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner