partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


La Fura dels Baus
Free Bach 212. Recensione
Semiramide
Di Gioachino Rossini
L'Amour des Trois Oranges
di Sergej Sergeevič Prokof'ev
Il Nabucco
Di Giuseppe Verdi
Un flauto magico di Mozart
Regia di Peter Brook
Carmina Burana
Cantata scenica per soli, coro e orchestra di Carl Orff
Compagnia Lavoro Nero Teatro
Jsb - Come Bach
Béla Bartók
Protagonista al Maggio Musicale Fiorentino
La Metamorfosi
Di Silvia Colasanti
Der Rosenkavalier
Inaugura il 75° Maggio Musicale Fiorentino

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/06/2019 - 05:54

 

  home>live > teatro_musicale

Scanner - live
 


Lella Costa
Traviata, l’intelligenza del cuore
Regia di Gabriele Vacis, luci e musiche di Roberto Marasco, scene di Lucio Diana
Al Teatro Puccini di Firenze da martedì 4 a domenica 9 marzo 2003

 




                     di Giovanni Ballerini


Lella Costa: Alice, una meraviglia di paese, presentazione
Lella Costa: Alice, una meraviglia di paese, recensione
Lella Costa: Stanca di guerra
Lella Costa: Traviata
Lella Costa: Precise parole


L’opera lirica l’aveva già visitata con successo nello spettacolo Precise parole (una rivisitazione in chiave ironica dell’Otello) e con “La Traviata”, Lella Costa fa il bis, dedicando idealmente questa sua versione dell’opera musicale a tutte le “traviate” del nostro mondo, alle donne, ai loro incanti e disincanti nell'amore.

“Durante la lunga e bellissima tournée di Precise Parole, molte volte è capitato che chi era venuto a trovarmi in camerino dopo lo spettacolo mi chiedesse: "e dopo Otello? – spiega Lella Costa -. E quando ho cominciato a rispondere: "Traviata", ho colto reazioni diverse, sì, ma tutte incuriosite, anzi, come folgorate da un'idea tanto stravagante, eppure tanto ovvia, quasi inevitabile. Ma certo, "Traviata": e che altro? Come Otello, è una storia universale che tutti credono di conoscere: eppure, quando ti metti a raccontarla con passione ed esattezza, scopri un'infinità di dettagli, sguardi, intenzioni, letture possibili”.

Lella Costa propone “Traviata, l’intelligenza del cuore” al mercoledì 7 aprile 2004, ore 21.00 al Teatro dei Concordi di Roccastrada L’artista milanese, sola in scena, in questo spettacolo per la regia di Gabriele Vacis (luci e musiche a cura di Roberto Marasco, scene di Lucio Diana) ripropone la storia della Traviata in un monologo di due ore, in cui c’è spazio per La signora delle camelie di Alexandre Dumas figlio e il libretto di Verdi. In varie occasione sullo sfondo di fili di cotone scorrono le immagini di donne di oggi, ma anche di Maria Callas, di Marilyn Monroe, di Greta Garbo. Di queste icone, prese a simbolo dell’amore infelice, vengono riproposte anche alcune immagini che le ritraggono da adolescenti, da bambine perché in fondo ogni donna è stata, ed è, una bellissima bambina. Per la Costa “La Traviata” è infatti soprattutto una storia d'amore appassionata di una donna che incarna tutte le donne.

“E' una storia d'amore, appassionante e disperata ma anche lievemente irritante, con tutti quei non detti e soprattutto quel dissennato fidarsi dell'intuito maschile – ribadisce la Costa -. Ed è, come Otello, una storia assolutamente attuale. Non solo le Traviate, Margherite o Violette che siano, sono disperatamente alla ricerca di un ruolo, un'identità, una legittimazione, uno straccio di famiglia, ma le loro eredi sono -ancora oggi - al centro di una infinita quanto ipocrita battaglia sociale che le vorrebbe di volta in volta redimere o fiscalizzare”.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner