partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Semiramide
Di Gioachino Rossini
L'Amour des Trois Oranges
di Sergej Sergeevič Prokof'ev
Il Nabucco
Di Giuseppe Verdi
Un flauto magico di Mozart
Regia di Peter Brook
Carmina Burana
Cantata scenica per soli, coro e orchestra di Carl Orff
Compagnia Lavoro Nero Teatro
Jsb - Come Bach
Béla Bartók
Protagonista al Maggio Musicale Fiorentino
La Metamorfosi
Di Silvia Colasanti
Der Rosenkavalier
Inaugura il 75° Maggio Musicale Fiorentino
Anna Bolena
Di Gaetano Donizetti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 04:10

 

  home>live > teatro_musicale

Scanner - live
 


Il Nabucco
Di Giuseppe Verdi
Regia di Leo Muscato, Renato Palumbo guida l'Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino. Scenografie di Tiziano Santi, costumi di Silvia Aymonino, luci di Alessandro Verazzi, foto di scena Sebastiano Piras
Il capolavoro verdiano torna in scena a Firenze dopo 37 anni e apre la Stagione di Opere e Concerti 2014 del Teatro Comunale

 




                     di Giovanni Ballerini


"Il Nabucco è una specie di monumento nazionale, grazie al suo legame con il Risorgimento e al desiderio di ribellione verso ogni forma di oppressione. E’ l’opera del Va’ pensiero, il coro che lamenta la perdita della propria patria, che da voce a un popolo oppresso, deportato e ridotto in schiavitù. Ed è esattamente da quest’ultima immagine che siamo partiti per orientarci nella narrazione di questa storia”.
Dopo 37 anni Il Nabucco torna a essere rappresentato a Firenze. L’opera verdiana apre la stagione di opere e concerti 2014 del Teatro del Maggio Musicale Fiorentino. Il precedente, che vide la magica interazione fra Riccardo Muti, Luca Ronconi e Pier Luigi Pizzi al Comunale nel maggio 1977, ebbe un’accoglienza trionfale.
Anche in questa nuova produzione (Allestimento del Teatro Lirico di Cagliari
e dell’Ente Concerti Marialisa De Carolis di Sassari), che prevede sei recite (martedì 21 gennaio e venerdì 24 gennaio alle 20.30, domenica 26 gennaio alle 15.30, martedì 28 gennaio, giovedì 30 gennaio e venerdì 31 gennaio 2014 alle 20.30) Il Nabucco si annuncia da non perdere, grazie alla regia del giovane e brillante Leo Muscato (vincitore del premio Abbiati 2012 come miglior regista) e la direzione di Renato Palumbo, che guida l'Orchestra e il Coro del Maggio Musicale Fiorentino (Maestro del Coro Lorenzo Fratini). La vicenda biblica che si svolge fra Gerusalemme e la Babilonia è rievocata volutamente in modo essenziale e stilizzato, grazie alle scenografie di Tiziano Santi, gli eleganti costumi di Silvia Aymonino e le suggestive luci di Alessandro Verazzi. Il dramma musicale che racconta del popolo ebreo schiacciato dalla schiavitù babilonese rivive sul palcoscenico grazie all’estro registico di un Muscato che analizza sotto il profilo psicologico le componenti umane dei singoli personaggi e conferisce al capolavoro verdiano molteplici chiavi di lettura:
"Potrebbe essere la storia di un conquistatore che a un certo punto si sente Dio, e per questo viene punito; oppure la storia di una principessa che scopre di essere figlia di schiavi e ha sete di potere o la storia di una giovane donna rapita e tenuta in ostaggio da un uomo che ama, un uomo che per salvare lei, tradisce l’intero suo popolo ; o quella di un profeta in crisi che in un momento di difficoltà cosi grande, vede la sua fede vacillare”. Nella concezione del regista la messa in scena alterna insomma momenti di azione frenetica ad altri di stasi in cui, come suggerisce la musica, l'azione si blocca lasciando spazio e tempo ai pensieri sospesi dei personaggi.
Gli fa eco Renato Palumbo, che guida Orchestra e Coro del Maggio in un’interpretazione allo stesso tempo estremamente violenta e raffinata, che si esalta nell’imprimere un’impronta eroica alla partitura, nel segno di una forte tensione ritmica e dinamica, nell’alternarsi di celebri interventi corali (su tutti il famosissimo Và Pensiero), di arie e di trascinanti e incisivi squarci sinfonici.
A interpretare Nabucco Dalibor Jenis e Leo Nucci (il 26 e 30), Ismaele è Luciano Ganci, a interpretare Zaccaria Riccardo Zanellato e Raymond Aceto (il 24, 28 e 31), per Abigaille si alternano Anna Pirozzi e Anna Markarova (il 24, 28 e 31), per Fenena Annalisa Stroppa e Rossana Rinaldi (il 24 e 31), il Gran Sacerdote è Dario Russo, Abdallo è Enrico Cossutta, Anna è Valeria Sepe

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner