partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Semiramide
Di Gioachino Rossini
L'Amour des Trois Oranges
di Sergej Sergeevič Prokof'ev
Il Nabucco
Di Giuseppe Verdi
Un flauto magico di Mozart
Regia di Peter Brook
Carmina Burana
Cantata scenica per soli, coro e orchestra di Carl Orff
Compagnia Lavoro Nero Teatro
Jsb - Come Bach
Béla Bartók
Protagonista al Maggio Musicale Fiorentino
La Metamorfosi
Di Silvia Colasanti
Der Rosenkavalier
Inaugura il 75° Maggio Musicale Fiorentino
Anna Bolena
Di Gaetano Donizetti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/10/2017 - 11:26

 

  home>live > teatro_musicale

Scanner - live
 


Semiramide
Di Gioachino Rossini
Allestimento del 2011di Luca Ronconi, ripreso e adattato da Marina Bianchi e Marie Lambert. La direzione dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino è affidata a Anthony Walker. Protagonista, nel ruolo di Semiramide, Jessica Pratt, foto di scena Simone Donati
in scena il martedì 27 settembre, giovedì 29 settembre e martedì 4 ottobre alle 20, domenica 2 ottobre 2016 alle 15,30 al Teatro dell’Opera di Firenze

 




                     di Giovanni Ballerini


"Semiramide è l’ultima opera “barocca” e la prima ad aprire il mondo del belcanto, spianando la strada per Donizetti e Bellini» racconta il direttore Antony Walker «È un’opera composta da Rossini in cui ci si distacca dalla tradizione precedente, che apre la strada a un modo diverso di cantare, di esprimere le emozioni”.
Interessante la scelta dell’Opera di Firenze di proporre un titolo intenso, come Semiramide di Gioachino Rossini, per dare il via alla Stagione 2016- 2017.  L’allestimento scelto è quello di Luca Ronconi al quale il titolo rossiniano è dedicato alla memoria, che fu stato realizzato per il Teatro San Carlo di Napoli del 2011. Marina Bianchi e Marie Lambert hanno effettuato la ripresa e l’adattamento della Semiramide per l’Opera di Firenze. La direzione dell’Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino è affidata a un motivato Anthony Walker, ex tenore, violoncellista, interprete appassionato del repertorio belcantistico.
La scelta di Luca Ronconi di mettere il coro nella buca d’orchestra è – come tutto il resto dell’opera – una operazione raffinata.   Si vuole imitare la funzione del coro greco nelle tragedie che non interagisce con i personaggi, ma commenta ciò che accade in scena - sottolinea Walker -. Quando mi hanno detto che avrei diretto il coro in buca all’inizio ero un po’ scettico, ma mi sono subito ricreduto: è perfetto per il ruolo che questo ha nell’opera di Rossini, e permette una maggiore attenzione del pubblico a quello che accade in scena. Luca Ronconi era davvero una grande maestro del mondo del teatro”.
L’opera, che manca dal cartellone del teatro del Maggio dal 1968, va in scena il martedì 27 settembre, giovedì 29 settembre e martedì 4 ottobre alle 20, domenica 2 ottobre 2016, alle 15,30.
Mattatrice e convincente protagonista nel ruolo di Semiramide la soprano inglese –australiana Jessica Pratt, che esalta il personaggio con grande personalità. Le scene sono di Tiziano Santi, i costumi di Emanuel Ungaro, ripresi da Maddalena Marciano, le luci di AJ Weissbard, riprese da Pamela Cantatore.
"Questa Semiramide è diversa da altre che ho interpretato: è una donna di potere, più che una semplice donna sottolinea la Pratt  -. Tutto quello che ha fatto – la complicità nell’assassinio del marito, la proposta di matrimonio al giovane Arsace piuttosto che al suo vecchio amante, le sue azioni insomma – derivano dalla sua ricerca del potere. È una donna forte, una donna guerriera, volitiva, che quasi non accetta il perdono del figlio che la uccide; non accetta di essere sconfitta”.
In sintonia con la versione del grande regista italiano scomparso nel 2015, sono stati eliminati dall’opera gli orpelli: si va subito al dunque, con grande intensità. Spazio dunque alla linearità ronconiana delle scene e dei movimenti, che non prevedono cambi di scena a sipario chiuso. Si è scelto di privilegiare l’ascolto alla visione, distaccandosi così dalla rappresentazione tradizionale dell’opera seria rossiniana, in cui scene ambientate in mausolei, giardini pensili e sale reali hanno portato nel tempo ad affastellare un assortimento di ori, sete e palazzi fastosi che – secondo le indicazioni del regista – ha spesso distolto gli spettatori dal seguire la musica e l’intreccio dell’opera.
“E’ uno spettacolo molto coinvolgente -  racconta Jessica Pratt - Ci sono alcune piccole modifiche alla regia: alcuni movimenti, alcuni sguardi, che rendono ancora più forti le interazioni tra i personaggi. Semiramide gioca con il giovane Arsace, lo vorrebbe circuire; tutta la scena poi è molto forte. I costumi, la gestualità, i movimenti, rimandano tutti a statue e rappresentazioni dell’antichità classica”.

Semiramide   Jessica Pratt
Idreno  Juan Francisco Gatell
Arsace Silvia Tro Santafé
Assur  Mirco Palazzi
Oroe Oleg Tsybulko
Mitrane Andrea Giovannini
L’ombra di Nino  Chanyoung Lee
Azema   Tonia Langella
Orchestra e Coro del Maggio Musicale Fiorentino
Diretta su Radio 3 RAI martedì 27 settembre – alle 20

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner