partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Winston vs Churchill
Regia di Paola Rota
Nemico di classe
Di Nigel Williams
Fulvio Cauteruccio
La notte poco prima della foresta
Pinocchi: recensione
Regia di Andrea Macaluso
Intercity Bruxelles
XXX edizione – 30 anni
Vivo in una giungla
Dormo sulle spine
Teatro Cargo
Tre nuove produzioni per L’estate 2017
Massimo Verdastro
Sandro Penna - una quieta follia
Toni Servillo
Elvira
Il sindaco del rione Sanità
Di Eduardo De Filippo

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  03/12/2020 - 08:54

 

  home>live > teatro

Scanner - live
 


Le voci di dentro
di Eduardo De Filippo
Regia Toni Servillo, scene Lino Fiorito, luci Cesare Accetta, costumi Ortensia De Francesco, suono Daghi Rondanini. Con Betti Pedrazzi, Chiara Baffi, Marcello Romolo, Peppe Servillo, Toni Servillo, Gigio Morra, Lucia Mandarini, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Antonello Cossia, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Mariangela Robustelli, Francesco Paglino. Foto di scena Fabio Esposito
Produzione Teatri Uniti/Piccolo Teatro di Milano-Teatro d’Europa/Teatro di Roma, dal 10 al 20 dicembre 2013 al Teatro della Pergola, dal 13 al 17 febbraio 2014 al Teatro Metastasio di Prato

 




                     di Giovanni Ballerini


le voci dentro, 2014
Elvira, 2017


I riflettori addosso donano a Toni Servillo, che da sempre calca il palcoscenico (teatrale, ma anche cinematografico) con grande classe e sincera verve. Mentre il film Viva la libertà di Roberto Andò, anche grazie alla sua portentosa interpretazione (premiata dal Ciak d’oro), vince la 16° edizione di Cinema Italia, Toni incrocia le dita insieme a Paolo Sorrentino e strizza l’occhio all'Oscar, dopo aver vinto i Golden Globe, dove il film La grande bellezza è stato premiato nella categoria miglior film straniero (la cerimonia di premiazione si è tenuta il 12 gennaio 2014 a Los Angeles). A teatro Servillo rende omaggio a Eduardo De Filippo firmando la regia a Le voci di dentro, la commedia che propone con grande successo in tournée, alternando in questa stagione tappe italiane a internazionali. Dopo aver fatto il tutto esaurito (dal 10 al 20 dicembre 2013) al Teatro della Pergola. Questa fantastico lavoro, che è stato scritto nel 1948, ma è di grande modernità nell’evocare l'ipocrisia e la corruzione morale sia nei tempi in cui vivono i protagonisti, sia in quelli che viviamo, approda dal 13 al 17 febbraio 2014 al Teatro Metastasio di Prato.
Per l’occasione in scena, al fianco di Toni Servillo c’è il fratello Peppe, cantante e leader degli Avion Travel, ma non nuovo al teatro di prosa e, a ben vedere, da sempre impegnato in un connubio ben riuscito fra canzone e teatralità (non solo nell’approccio live, ma anche nell’elegante interpretazione).
"La scelta di interpretare insieme a mio fratello Peppe i due fratelli protagonisti della piéce ha un effetto sorprendente, molto forte anche per noi - sottolinea Toni Servillo -. Dà una luce particolare alle relazioni presenti in questo testo, e anche a tutte le implicazioni di tipo familiare, e a quelle riguardanti la stima, l’onestà, il parlar chiaro, gli imbrogli che ci sono nelle lingue, rispetto ai sogni e a quello che è vero, e che rivelano, proprio attraverso il fatto che di un sogno si tratta, che tutto è marcio".
Toni e Peppe in questo affresco corrosivo della nostra società ricompongono un inedito quadro di famiglia che si completa con una folta compagnia di bravissimi attori di diverse generazioni: Betti Pedrazzi, Chiara Baffi, Marcello Romolo, Gigio Morra, Lucia Mandarini, Vincenzo Nemolato, Marianna Robustelli, Antonello Cossia, Daghi Rondanini, Rocco Giordano, Mariangela Robustelli, Francesco Paglino. Le scene sono di Lino Fiorito, i costumi di Ortensia De Francesco, le luci di Cesare Accetta, i suoni sono curati da Daghi Rondanini.
"Le voci di dentro è la commedia dove Eduardo, pur mantenendo un’atmosfera sospesa fra realtà e illusione, rimesta con più decisione e approfondimento nella cattiva coscienza dei suoi personaggi, e quindi dello stesso pubblico – prosegue Toni Servillo -. L’assassinio di un amico, sognato dal protagonista Alberto Saporito, che poi lo crede realmente commesso dalla famiglia dei suoi vicini di casa, mette in moto oscuri meccanismi di sospetti e delazioni. Si arriva ad una vera e propria atomizzazione della coscienza sporca, di cui Alberto Saporito si sente testimone al tempo stesso tragicamente complice, nell’impossibilità di far nulla per redimersi. Eduardo scrive questa commedia sulle macerie della seconda guerra mondiale, ritraendo con acutezza una caduta di valori che avrebbe contraddistinto la società, non solo italiana, per i decenni a venire. E ancora oggi sembra che Alberto Saporito, personaggio-uomo, scenda dal palcoscenico per avvicinarsi allo spettatore dicendogli che la vicenda che si sta narrando lo riguarda, perché siamo tutti vittime, travolte dall’indifferenza, di un altro dopoguerra morale".

Sabato 15 febbraio alle 17 nel ridotto del Teatro Metastasio di Prato è prevista la proiezione del documentario 394 TRILOGIA NEL MONDO, regia Massimiliano Pacifico. Il lavoro racconta la storia della tournée, le prove, le prime, il contatto sempre diverso con pubblici di culture e stili diversi di Toni Servillo e la compagnia di Trilogia della villeggiatura durante le 394 repliche della tournée internazionale. L'ingresso alla proiezione è libero

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner