partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Rimini Protokoll
La Conferenza degli Assenti
Teatro dei Gordi
Pandora
Leoni per il Teatro 2021
La Biennale di Venezia
Winston vs Churchill
Regia di Paola Rota
Nemico di classe
Di Nigel Williams
Fulvio Cauteruccio
La notte poco prima della foresta
Pinocchi: recensione
Regia di Andrea Macaluso
Intercity Bruxelles
XXX edizione – 30 anni
Vivo in una giungla
Dormo sulle spine
Teatro Cargo
Tre nuove produzioni per L’estate 2017

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  29/11/2022 - 09:38

 

  home>live > teatro

Scanner - live
 


Rimini Protokoll
La Conferenza degli Assenti
Una performance dedicata alla sostenibilità, alla cooperazione globale, al dialogo tra differenti conoscenze
In prima nazionale per il Romaeuropa Festival dal 2 al 4 novembre 2021 al Mattatoio - Teatro 1 di Roma. Regia di Helgard Haug, Stefan Kaegi, Daniel Wetzel, foto Sebastian Hoppe.

 




                     di Giovanni Ballerini


"Quali sono le diverse forme di assenza? Dove e quando siamo assenti? Cosa comporta l’assenza? Quando è una benedizione e quando una maledizione?".
A questi quesiti prova a rispondere la compagnia tedesca Romaeuropa Festival per presentare dal 2 al 4 novembre 2021 in prima nazionale La Conferenza degli Assenti, una performance dedicata alla sostenibilità, alla cooperazione globale, al dialogo tra differenti conoscenze, nonché all’incontro dinamico con il pubblico. Quella presentata al Mattatoio - Teatro 1 di Roma non vuole essere solo uno spettacolo, ma anche una conferenza internazionale capace di accadere senza l’impiego di viaggi, emissioni di CO2 o collegamenti internet. Una tele-performance che utilizza i mezzi sensoriali e tattili del teatro sostituendoli all'estetica a schermo piatto delle presentazioni PowerPoint delle comuni conferenze. Il team di registi e sceneggiatori di Rimini Protokoll (solo un membro della compagnia raggiungerà Roma) mette in scena insieme al pubblico biografie, storie, pensieri e posizioni politiche degli assenti che vengono rappresentate ogni sera, incarnate nei corpi delle spettatrici e degli spettatori, eterodiretti e guidati da un copione. L’assenza crea uno spazio per prospettive inaspettate, mentre la regia a distanza di Rimini Protokoll crea un gioco teatrale fatto di traduzioni e di corpi che si trasformano in strumenti per veicolare e discutere le problematiche del nostro presente. “Dopo mesi di presenza ridotta dei corpi in tutto il mondo e la totale assenza di spettatori dal teatro, riconsegniamo lo spazio teatrale - insieme al palcoscenico - al suo pubblico. A differenza delle solite pièce, nella Conferenza degli assenti non ci sarà alcun cast definito. La domanda di chi rappresenta cosa, rimane ogni volta nella dimensione della probabilità. Guardiamo il palcoscenico, una persona tra noi, sentiamo una storia che non è sua, ma che viene rappresentata per gioco, solo per un momento”.

Ideazione / testo / Regia: Helgard Haug, Stefan Kaegi, Daniel Wetzel
Scena / Video e design luci: Marc Jungreithmeier
Sound design: Daniel Dorsch
Ricerca / Drammaturgia: Imanuel Schipper, Lüder Pit Wilcke
Con la voce di: Lisa Lippi Pagliai
e le voci in ear di: Daniele Natali e Evelina Rosselli
Cooperazione per l’educazione politico-culturale: Dr. Werner Friedrichs
Foto Sebastian Hoppe
Direzione di produzione: Epona Hamdan
Una produzione Rimini Apparat
In co-produzione con Staatsschauspiel Dresden, Ruhrfestspiele Recklinghausen, HAU Hebbel am Ufer (Berlin) and Goethe-Institut.

Voto 7 + 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner