partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Felicitŕ turbate
Di Tiezzi e Luzi
Roberto Mercadini
Felicitŕ for dummies
Rimini Protokoll
La Conferenza degli Assenti
Teatro dei Gordi
Pandora
Leoni per il Teatro 2021
La Biennale di Venezia
Winston vs Churchill
Regia di Paola Rota
Nemico di classe
Di Nigel Williams
Fulvio Cauteruccio
La notte poco prima della foresta
Pinocchi: recensione
Regia di Andrea Macaluso
Intercity Bruxelles
XXX edizione – 30 anni

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/04/2024 - 06:16

 

  home>live > teatro

Scanner - live
 


Compagnia H.U.D.I.
N° 16473, requiem per Endre Závoczky
Un'esperienza post-mortem ispirata a Ferenc Molnár
Regia László Hudi, interpret: Balázs Vajna, Erika Pereszlényi, István Goz, Réka Gévai, Lívia Varjú, Gábor Pintér, Adrien Bor, Musiche: Balázs Barna - Prima Nazionale giovedě 22, venerdě 23 maggio 2003 a Fabbrica Europa

 




                     di Giovanni Ballerini


  Sosta Palmizi / Timet
  Giancarlo Cardini
Sistemi Dinamici Altamente Instabili
Compagnia Shionkama
  Compagnia H.U.D.I.
  ZT Hollandia
  Anne Teresa De Keersmaeker
  Compagnie Marie Chouinard
  Metzger Zimmermann De Perrot
  Giardino Chiuso
  Gruppo Sperimentale Villanuccia
  Egumteatro
  Fabbrica Europa 2003 teatro, danza, arti visive
  Fabbrica Europa 2003 musica
  Fabbrica Europa 2002
  Fabbrica Europa 2001
  Fabbrica Europa 2000
  Fabbrica Europa 1999
  Fabbrica Europa 1998
  Fabbrica Europa 1997


" L'aldilà - noto come il mondo dopo la morte, che spesso si confonde con la morte fisica - è una dimensione psichica dove tutti gli atti e le storie passate o future dell'umanità sono presenti allo stesso tempo. Allo stesso modo la storia di Liliom si trova in questo luogo dopo che Ferenc Molnár l'ha scritta".

La compagnia ungherese H.U.D.I. è protagonista dell'ultimo grande appuntamento teatraledi Fabbrica Europa 2003. Lo spettacolo, in prima nazionale giovedì 22, venerdì 23 maggio 2003 alla Stazione Leopolda è "N° 16473 - requiem per Endre Závoczky, un'esperienza post mortem ispirata aFerenc Molnar". A dirigere lo spettacolo, che si avvale di un'imponente scenografia, è il regista e fondatore della compagnia László Hudi."16473" è il numero di registrazione che Endre Závocki, detto Liliom, porta nel libro omonimodi Ferenc Molnár. Il libro termina con il suicidio del protagonista, ed è da questo punto che comincia invece lo spettacolo. La morte di Liliom è la morte di tutti i personaggi della storia, nonché quella di tutti noi. A partire da questa considerazione, l'aldilà costituisce la situazione di base di "N° 16473. Hudi propone tutti i personaggi della storia in un grande bosco metaforico dove, come anime erranti, rivivono all'infinito le situazioni che la storia originaria aveva previsto per loro. Così, "la morte" è definitiva, ma solamente sino a che i personaggi della storia - e noi con loro - non arriveremo a comprendere che la morte di Liliom è anche la nostra. L'attore viene toccato sempre più da vicino e viene influenzato nel subcosciente dalla vicenda di Liliom. L'attore, attraverso il lavoro interiore, diventa capace di risvegliare questo stato di coscienza alterata. Grazie a ciò, può entrare nella dimensione dell'aldilà e può evocare la storia di Liliom, ma solamente quella che porta dentro di sé. Il coreografo e registaLászló Hudi, fondatore e direttore della compagnia, è nato nel 1960 a Budapest. Ha iniziato la sua carriera nel 1981 come artista di pantomima, rivolgendosi più tardi alla danza alla prosa. Ha prodotto una serie di piccoli spettacoli teatrali tra il 1983 e il 1986, uno dei quali ha vinto il primo premio al First Hungarian Modern Dance Contest.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner