partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Rimini Protokoll
La Conferenza degli Assenti
Teatro dei Gordi
Pandora
Leoni per il Teatro 2021
La Biennale di Venezia
Winston vs Churchill
Regia di Paola Rota
Nemico di classe
Di Nigel Williams
Fulvio Cauteruccio
La notte poco prima della foresta
Pinocchi: recensione
Regia di Andrea Macaluso
Intercity Bruxelles
XXX edizione – 30 anni
Vivo in una giungla
Dormo sulle spine
Teatro Cargo
Tre nuove produzioni per L’estate 2017

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  28/06/2022 - 15:12

 

  home>live > teatro

Scanner - live
 


Festival dei Popoli 2002
Cinema e teatro
Una riflessione sulla contemporaneità
Del direttore del Teatro Metastasio di Prato

 




                     di Massimo Luconi


La 43° edizione del Festival dei Popoli
Filmare il teatro al Festival dei Popoli
I diari di Vaslav Nijinsky al Festival dei Popoli
Il colonialismo italiano al Festival dei Popoli


Una serie di progetti speciali percorre trasversalmente il programma del Metastasio e del Fabbricone, ne amplifica la valenza culturale e spettacolare e apre altri orizzonti oltre il teatro. Musica etnica, piccole produzioni di teatro e musica, danza e arti visive: territori che normalmente non trovano spazio nei teatri e che rappresentano un mondo magmatico di grande energia e di forte attrazione per le giovani generazioni e per un pubblico normalmente poco abituato a frequentare il teatro.

L'obbiettivo - è quello di non "blindare", paralizzare la proposta teatrale con la formula dell'abbonamento, ma di fare del teatro uno spazio vivo, sollecitando varie tipologie di pubblico e svolgendo un ruolo di riferimento per professionisti dei vari linguaggi dello spettacolo, coagulando esperienze spesso informali ma di forte energia creativa.

Di particolare interesse per il rapporto con il segno contemporaneo e per la ricerca di nuovi codici espressivi è la collaborazione fra il Metastasio e alcune importanti istituzioni culturali del territorio toscano fra cui spicca quella con il Festival dei popoli, per una sezione dedicata al rapporto fra cinema e teatro ,con un inizio di riflessione, che si svilupperà pienamente nei prossimi anni, sulla elaborazione dell'esperienza teatrale attraverso il linguaggio filmico.

Per l'edizione 2002 del Festival dei Popoli vengono presentate tre opere di grande significato culturale come l'Otello di Massimo Castri, realizzato nell'eccezionale cornice del Fabbricone, Les tambours sur la digue di un altro grande maestro del teatro contemporaneo come Ariane Mnouchkine, e " The Diary of Vaslav Nijinsky", un ottimo documentario di Paul Cox su Nijisky.

A fianco dei grandi maestri che si occupano di filmare i loro lavori teatrali, in questi momento si assiste a una dinamica produzione video di registi e compagnie teatrali, che servendosi delle nuove tecnologie digitali, di buona qualità e a prezzi accessibili, pensano sempre di più di ripercorrere il lavoro teatrale attraverso nuovi sentieri espressivi, maggiormente creativi rispetto a un passato molto vicino a noi, dove la telecamera era ancora, solamente, l'occhio dello spettatore, a volte più stretto e a volte più dilatato, ma sempre usata con un certo timore reverenziale Ed è proprio partendo dalla considerazione della scena come un set e arrivando alla più totale libertà espressiva, che oggi i registi più sensibili e più attenti alla ricerca di uno stile stanno elaborando una narrazione originale, che superi la concezione del video teatro, per approdare a un territorio magmatico, di confine fra i differenti generi e di grande interesse per l'evoluzione del linguaggio del futuro.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner