partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Claudio Vergnani
La sentinella
John Scalzi
L’ultima colonia
Stefano Fantelli
Strane Ferite
Tom Piccirilli
Nell’abisso profondo
Claudio Vergnani
L’ora più buia
Javier Márquez Sánchez
La festa di Orfeo
Riccardo D’Anna
La figura di cera
Andrea G.Colombo
Il Diacono
Gianfranco Manfredi
Tecniche di resurrezione
Claudio Vergnani
Il 36° giusto

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  19/09/2019 - 08:19

 

  home>libri > fantasy

Scanner - libri
 


Fabrizio e Nicola Valsecchi
La chiromante. Una profezia
Un bel debutto
Mamma editori - Casaletto Lodigiano - 2002 Euro 9,30 pp. 96 narrativa - fantasy

 




                     di Giovanni Ballerini


Fabrizio e Nicola Valsecchi – Giorni di neve, giorni di sole, 2010
Fabrizio e Nicola Valsecchi – B. e gli uomini senz’ombra, 2004
Fabrizio e Nicola Valsecchi – La chiromante. Una profezia, 2002


I Valsecchi sono due autori che mangiano il tempo, nel senso che, fin dal libro d’esordio, hanno dato l’impressione di saper carpire (e rappresentare) con chiarezza l’immaginario (ma anche il senso) dei tempi che viviamo. A metà strada fra il mistery e la fantasy, il loro primo ottimo libro, che nel 2002 li ha consacrati fra i migliori protagonisti emergenti del noir italiano, contiene infatti a ben vedere più di una metafora contemporanea. Non saranno Stephen King, ma bravi e un po’ magici, i gemelli Fabrizio e Nicola Valsecchi lo sono di sicuro. Lo dimostra la bontà dell’azzeccata favola nera “La chiromante. Una profezia”, con cui i due fratelli – scrittori hanno fatto capolino nell’editoria, sottolineando immediatamente di possedere un talento innato nella scrittura a quattro mani, un bel ritmo narrativo e anche qualche inquietante pulsazione premonitrice. Se infatti non si tratta della solita leggenda metropolitana, risulta difficile spiegare infatti solo come una semplice coincidenza che un manoscritto arrivato alla casa editrice (Mamma editori) l’11 settembre 2001, cioè nel momento in cui veniva dato l'annuncio dell’attacco alle torri gemelle, contenga la frase “…due aeroplanini si staccano dalla giostra e vanno a colpire le torri del castello stregato...”
Se è successo davvero si tratta di una casualità agghiacciante, che in realtà c’entra poco o nulla con questo romanzo breve che scorre bene e avvince, evocando l’ultima nebbiosa notte di un luna park di provincia. Atmosfere rarefatte, pulsioni magiche, ritratti di personaggi al lume di candela, quasi degli schizzi tracciati a carboncino per sottolineare una penombra inquietante. Uno scenario visionario ideale per consentire all’arcana e avvenente chiromante protagonista della storia di colpire al cuore le debolezze di ogni suo interlocutore. Alla chiromante bastano poche sibilline parole per liquidare i suoi clienti, mentre l’atmosfera narrativa rimane sospesa, in una sorta di quiete / non quiete prima della tempesta, prima che gli elementi si scatenino. Il risultato è una favola noir senza tempo, che i due gemelli di Cernobbio (sul lago di Como), rendono viva, palpabile, tracciando attraverso questa sorta di metafora della provincia, un ritratto a tinte fosche del presente in cui la chiromante dà vita ai nostri incubi nascosti, esprime a pieno l’incertezza che un po’ caratterizza tutto il mondo moderno, sfrutta l’allegoria per parlare della morte, della fine. Niente male per un debutto.

Voto 7 + 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner