partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Wired Next Fest 2016
Dedicato alla bellezza
Festival della Mente
VII edizione
Franz Fischnaller
Effetti speciali e alta tecnologia
Festival Della Creatività 2007
Seconda edizione
Festival Della Creatività 2006
Prima edizione
Cinema e multimedialità dei ragazzi
XVI edizione
Videominuto Pop Tv 2006
XIV edizione
4x4 Fest
Novità dal V Salone dell’auto a trazione integrale
Homo Cyber
Fascino, prospettive e inquietudini dell'era informatica
FWV 2004
Firenze World Vision

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 17:40

 

  home>hitech > eventi

Scanner - hitech
 


Festival Della Creatività 2006
Prima edizione
Musica, arte, teatro, al presente e al futuro
Firenze, Fortezza da Basso, dal 30 novembre al 3 dicembre 2006

 




                     di Giovanni Ballerini


Festival Della Creatività 2007
Festival Della Creatività 2006


Firenze dedica quattro giornate di incontri, mostre, seminari esposizioni, laboratori e spettacoli. Alla creatività e alle sue applicazioni e dal 30 novembre al 3 dicembre 2006 presenta la prima edizione del Festival della Creatività alla Fortezza da Basso. L’evento promosso dalla Regione Toscana e la Fondazione Sistema Toscana si esprime attraverso 250 eventi, 70 incontri, 80 tra laboratori, mostre e workshop. Gliospiti sono 300, 320 le aziende espositrici, oltre 200 gli artisti invitati da 15 paesi del mondo. Il tutto in 20.000 metri quadrati di creatività.
Un programma ricco di eventi innovativi anche per la sezione spettacoli del Festival che trasforma ogni sera i padiglioni della Fortezza da Basso in un grande palcoscenico in cui si vivono performance musicali, teatrali e artistiche.

Ma andiamo con ordine: grandi mattatori della prima serata Marlene Kuntz  e Dario Fo con la conferenza spettacolo La creatività secondo Dario Fo al Padiglione Cavaniglia, giovedì 30 novembre, alle 18. I Marlene Kuntz partecipano a vari eventi: alle 18 saranno al dibattito di Mtv "Storytellers: la forma canzone come espressione creativa e il progetto multimediale legato al format televisivo": la band di Cristiano Godano ha da poco realizzato il dvd Mtv Storytellers: Marlene Kuntz, registrato nel novembre 2005 nell'Aula Magna Santa Lucia dell'Università di Bologna. Alcuni Marlene sono poi protagonista alle 22,15 dell’anteprima live di “Bastian contrario” l’album del progetto IG di Gianni Maroccolo (basso) e Ivana Gatti (voce), con Luca Bergia dei Marlene alla batteria/electronics; Antonio Aiazzi dei Litfiba alle tastiere e fisarmonica, Daniela Savoldi dei Caravan De Ville al violoncello. Gran finale di serata alle 23,15 con l’attesissimo concerto S-Low dei Marlene Kuntz.

Un altro principe dell’underground, Giovanni Lindo Ferretti è protagonista al Teatrino Lorenese, venerdì 1 dicembre alle 21.30. Ferretti, vate, leader e voce degli ex CCCP, ex CSI e ora PGR, presenta il suo progetto solista Pascolare parole, allevare pensieri. Uno spettacolo teatrale, tra il reading e la musica minimale, di forte impatto. Ad accompagnare la voce due suoni: l’organetto e il violino.

Venerdì 1 dicembre alle 22.30 al Padiglione Cavaniglia è invece in programma Made in Italy con Vincenzo Cerami : gli ultimi 50 anni della storia d’Italia messi in scena partendo dagli oggetti di uso quotidiano, che raccontano come e perché sono cambiati gli italiani. L’arte della parola, della musica e della scena incontra il mondo dell’Industrial Design. È una proposta, una sfida nuova per Vincenzo Cerami, che sperimenta la sintesi di molti linguaggi apparentemente lontani tra di loro, per tentare un racconto della nostra storia attraverso una particolarissima emozionalità. Sul palco Cerami è affiancato da sua figlia Aisha.

Sempre venerdì 1 dicembre, alle 24.00, il tastierista, produttore, dj, scrittore e fondatore dei Subsonica, Boosta nei panni di un eclettico Dj suona le sue selezioni al Padiglione Cavaniglia,

Sabato 2 dicembre 2006 alle 20.30 Teatrino Lorenese c’è Vibe Landscape: le atmosfere eteree di un vibrafono e di un set percussivo si mischiano alle suggestioni di feedback e rumori indefiniti. Elio Marchesini, percussionista dell’orchestra del Teatro della Scala di Milano, polistrumentista dei Jetlag e curatore artistico di svariati progetti musicali (dalle sperimentazioni di Qube Quartet agli omaggi al compositore d’avanguardia Davide Mosconi) e Livio Magnini, produttore e chitarrista già con Jetlag e Bluvertigo, sono gli autori e le guide in un viaggio sonoro senza meta predefinita.

Sempre sabato, ma alle 22.30 al Padiglione Cavaniglia è stato organizzato Live Event JETLAG - Protagonisti di performance live in equilibrio tra visual-art e musica, i Jetlag, con il loro disco di esordio On the Air, hanno pubblicato il primo guest-concept album internazionale realizzato in Italia, avvalendosi di prestigiose collaborazioni di carattere non esclusivamente musicale, come il critico televisivo Enrico Ghezzi, che li affiancherà sul palco del Festival. A seguire dj set con Andy & Warner (Jetlag, Tibe)

Enrico Fink & Homeless L.I.G.H.T. Orchestra propongono canzoni di guerra, canzoni di pace, canzoni di festa al Teatrino Lorenese sabato 2 dicembre alle 22. Un concerto creato come un mix eclettico di suggestioni musicali: dal klezmer ebraico ai ritmi delle percussioni sudamericane alle rivisitazioni di brani pop e di tradizione popolare. Il tutto reso ancora più scoppiettante dall’organico dei musicisti: una vera e propria “homeless orchestra” di dieci elementi, capaci di suonare non solo sul palco, ma anche in marcia.

Domenica 3 dicembre 2006 alle 22 è invece in cartellone al Padiglione Cavaniglia Stazioni Lunari. Si rinnova l’appuntamento con questointeressante progetto di contaminazione tra artisti ideato da Francesco Magnelli. Per il Festival della Creatività Stazioni Lunari si trasformerà in Notte di Luna Calante: una versione tutta al femminile con tre grandi artiste sul palco: Teresa De Sio, Ginevra Di Marco, Cristina Donà e un padrone di casa d’eccezione, Peppe Servillo. Un concerto di voci rosa, che intrecciano la loro storia artistica con quella della tradizione passando attraverso la musica che nella vita hanno amato. Duetti, cori, improvvisazioni per ricordare Domenico Modugno, simbolo principe di Stazioni Lunari.

Del festival sarà anche il Musicus Concentus, che curerà per il Festival della creatività due concerti. Il primo è quello del gruppo statunitense The Books, che suona  giovedì alle 21 Padiglione Cavaniglia, proponendo un sound che fonde insieme l’uso delle tecnologie più avanzate (montaggi e campionamenti originali, strumenti musicali desueti e autocostruiti) e l’anima palpitante della tradizione folk statunitense.

Gli Zu & Nobukazu Takemura che invece terranno un set al Teatrino Lorenese domenica 3 dicembre alle 22.30. Gli Zu sono un gruppo di new music italiana tra i più noti all’estero. In questa occasione incontrano Nobukazu Takemura, esponente della nuova elettronica giapponese, noto per le sue collaborazioni con gli artisti della scena musicale dell’art rock e dell’improvvisazione di Chicago.

A parte questi eventi, ricordiamo ogni giorno le iniziative di MTV, che è presente all’interno della Fortezza da Basso con MTV Contemporary Beat @ Festival della Creatività (Dj set all’ora dell’aperitivo e un palinsesto quotidiano di attività inerenti il mondo del Network più amato dai giovani). Caterpillar, la popolare trasmissione di Radio2 RAI, organizza due dirette radiofoniche speciali aperte al pubblico giovedì 30 novembre e venerdì 1 dicembre, dalle ore 18.00 alle 19.30. Massimo Cirri e Filippo Solibello invitano tutti a presentarsi di persona, portando con sé le proprie invenzioni e i propri progetti di innovazione scientifica e tecnologica. Nel corso delle dirette la giuria composta dai direttori e dai redattori delle più importanti testate di divulgazione scientifica e coordinata dai due conduttori, individuerà l’invenzione dal futuro più promettente assegnando il premio Eolo (dal nome di una delle più controverse invenzioni degli ultimi anni: un automobile ad aria compressa mai entrata in commercio.

Fra gli altri progetti ricordiamo Screen Music al Teatrino Lorenese, dalle 19.30 alle 02.30, domenica fino alle 01. Un progetto ideato da Gianni De Simone e curato da Marco Mancuso fondatore e direttore di Digicult, con la collaborazione di Andrea Mi, direttore di Videominuto e Federica Linke di Basebog. Melting House (alla Sala dell’Arco, dalle 10 alle 2.30, domenica fino alle 01) raccoglie un’esposizione di artisti contemporanei che utilizzano diversi mezzi di espressione artistica e creativa, dalla digital art alla pittura materia, dalla scultura alla fotografia, in un percorso che propone giovani autori accanto a quelli di esperienza affermata nel mondo dell’arte. Di forte impatto l’istallazione CityBox: evocazione di una giornata metropolitana scandita da frammenti d’immagini e dal cambiamento di luce giornaliero. Electro Club (allo Spazio Ghiaia, dalle 16 alle 02.30, domenica fino alle 01) propone invece concerti, dj set, installazioni, percorsi multimediali, un progetto a cura di Musicus Concentus, Intooitiv, MKN.

Voto 7 ½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner