partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Roma
Regia di Alfonso Cuarón
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti
Blade Runner 2049
Regia di Denis Villeneuve
War Dogs
Regia di Todd Phillips
Moonlight
Regia di Barry Jenkins
La La Land
Regia di Damien Chazelle
Lo chiamavano Jeeg Robot
Di Gabriele Mainetti
Suspiria
Di Dario Argento
Veloce come il vento
Regia di Matteo Rovere

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  25/08/2019 - 08:35

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Al vertice della tensione
Regia di Phil Alden Robinson
Cast: Ben Affleck, Morgan Freeman, James Cromwell, Jamie Harrold, Liev Schreiber, Alan Bates; spionaggio; Usa; 2002; C.

 




                     di Paolo Boschi


L'uomo dei sogni
I signori della truffa
Al vertice della tensione


Ennesimo esempio di film di spionaggio giocato sul personaggio di Jack Ryan, anche Al vertice della tensione, nonostante il regista ed il cast impegnati nell’occasione, obbedisce alla regola (calante) che finora ha contraddistinto l’eroico personaggio di Tom Clancy, stavolta addirittura direttore esecutivo del film. Rispetto agli unici due episodi di buon livello realizzati finora, ovvero Caccia ad ottobre rosso e Giochi di potere, il film diretto da Phil Alden Robinson costituisce una sorta di prequel, con Ben Affleck nei panni del giovane Ryan, ancora alle prime armi come analista della Cia. La trama di Al vertice della tensione prende le mosse nel 1973 durante la guerra dello Yom Kippur: un aereo israeliano, con una testata atomica a bordo, precipita nel deserto. La bomba, rimasta inesplosa, è ritrovata per caso, quasi tre decadi dopo, da due palestinesi che vivono di espedienti ed è venduta al committente di un gruppo neonazista europeo. Nel frattempo la situazione internazionale è in fibrillazione per la morte del capo di stato russo, sostituito dall’ambizioso generale di turno: il piano dei terroristi neonazisti prevede di introdurre di nascosto l’ordigno in America e, una volta che i rapporti tra gli Usa ed i nemici d’un tempo siano giunti al vertice della tensione, di farlo esplodere in un luogo densamente affollato. Tutto ciò, come richiesto dal genere, si verificherà in modalità altamente spettacolari (e con un profluvio di effetti speciali), mentre la guerra vera e propria, neanche a dirlo, sarà sventata sul filo di lana dall’intraprendente Jack Ryan, coinvolto nelle indagini in qualità di esperto dal direttore della Cia William Cabot. La storia al centro di Al vertice della tensione, tratta da un romanzo pubblicato da Clancy nel 1991, poggia su un’ipotesi fondata su un rapporto della Cia in base al quale decine di testate nucleari costruite durante la guerra fredda sarebbero scomparse senza lasciare tracce. Un film a corrente alternata e poco adatto alle corde registiche dell’autore de L’uomo dei sogni, ma sicuramente di scottante attualità, trattandosi della prima pellicola basata su un attentato terroristico dopo la strage dell’11 settembre 2001.

Al vertice della tensione - The sum of all fears, regia di Phil Alden Robinson, con Ben Affleck, Morgan Freeman, James Cromwell, Jamie Harrold, Liev Schreiber, Alan Bates; spionaggio; Usa; 2002; C.; dur. 2h e 4'

Voto 6- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner