partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/05/2024 - 04:55

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Il segreto di Vera Drake
Regia di Mike Leigh
Cast: Imelda Staunton, Phil Davis, Peter Wight; drammatico; Gran Bretagna; 2004; C.
Il discusso Leone d'Oro di Venezia 2004

 




                     di Paolo Boschi


Segreti e bugie
Tutto o niente
Il segreto di Vera Drake


Mike Leigh torna a focalizzarsi sul suo soggetto privilegiato di riferimento, ovvero le schegge di vita familiare già impeccabilmente tratteggiate in Segreti e bugie ed in Tutto o niente: a differenza del passato, però, stavolta alla calibratissima fotografia socioculturale si unisce un’altrettanto ineccepibile ricostruzione degli anni Cinquanta, in un’ambientazione più che altro giocata sulla piccola borghesia con occasionali incursioni contrastive nei ceti più abbienti. La protagonista si chiama Vera Drake, è una volenterosa ultracinquantenne che tira avanti come collaboratrice domestica di signore altoborghesi, si occupa con affetto del marito Stan e dei due figli Ethel e Syd, non manca mai di dispensare il proprio aiuto a parenti, amici ed anche semplici conoscenti oppressi dalla malattia, dal bisogno o dalla solitudine. E il venerdì pomeriggio la signora Drake, ormai da anni, suole prestare assistenza a giovani donne in difficoltà, garbata perifrasi che equivale a procurare gratuitamente interruzioni di gravidanza a chi non può permettersi il peso e la responsabilità di una nascita indesiderata. Vera Drake non ha mai tratto un penny dalla sua attività clandestina – al contrario dell’amica che da anni la mette in contatto con le sfortunate bisognose del suo intervento –, e dal suo volontariato sui generis ha sempre tenuto all’oscuro la sua famiglia, almeno fino a quando l’ultima paziente della serie finisce all’ospedale innescando l’indagine delle forze dell’ordine. Come accade in Segreti e bugie, la verità fa male e spesso viene alla luce nei momenti meno indicati, come per l’appunto l’attesa riunione prenatalizia in cui il Signor Drake intende rivelare la bella notizia dell’insperato matrimonio della figlia Ethel al fratello, e quest’ultimo l’attesa e sospirata gravidanza della moglie Joyce ai parenti. Subito dopo gli auguri di rito e lo scambio di felici novità alla porta di casa Drake bussa la polizia, che arresta Vera senza spiegarne il motivo ai familiari: la donna confesserà con commosso turbamento il suo crimine perpetrato per eccesso di generosità e dovrà rassegnarsi a passare in prigione i trenta mesi accordati con dimostrativa inclemenza. Contrariamente alle apparenze Il segreto di Vera Drake, premiato con il Leone d’Oro all’edizione 2004 del Festival di Venezia, lascia sospeso il giudizio sulla liceità dell’interruzione di gravidanza: Mike Leigh preferisce infatti concentrarsi sul lato oscuro della coscienza antiabortista nell’Inghilterra del Dopoguerra, dove procurarsi un aborto clinicamente sicuro (e senza apparire) era consentito soltanto ai più ricchi. Anche per questo lo spettatore si troverà lacerato di fronte al caso umano, prima che morale, della volenterosa protagonista, sinceramente innocente nell’ingenuità della sua colpa. Ma rimane fortemente stridente l’anno di promulgazione della norma che impedisce l’aborto nel Regno Unito, risalente al 1861 e già vecchia di quasi un secolo rispetto al tempo dell’azione: che Leigh abbia voluto ripetercela ad libitum per suggerirci come in siffatti ambiti le leggi non possano prescindere dallo stretto rapporto con l’attualità?

Il segreto di Vera Drake - Vera Drake, regia di Mike Leigh, con Imelda Staunton, Phil Davis, Peter Wight; drammatico; Gran Bretagna; 2004; C.; dur. 2h e 5'

Voto 7/8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner