partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo
C'era una volta a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
7 uomini a mollo
Di Gilles Lellouche
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
Parigi a piedi nudi
Di Dominique Abel e Fiona Gordon

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  03/04/2020 - 02:44

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


The Wrestler
Regia di Darren Aronofsky
Cast: Mickey Rourke, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Judah Friedlander, Ajay Naidu, Mark Margolis; drammatico; U.S.A.; 2008; C.
Il Leone d'Oro di Venezia 2008

 




                     di Paolo Boschi


Quando meno te l’aspetti, il vecchio Mickey Rourke trova sempre il modo di sorprenderti cancellando una striscia imbarazzante di interpretazioni da dimenticare con una prova superlativa: è quello che è successo in The Wrestler di Darren Aronofsky, Leone d’Oro a Venezia 2008 soprattutto grazie all’incredibile aderenza tra l’attore americano ed il suo straziante personaggio. Il film racconta la storia di Randy “The Ram” Robinson, un wrestler che ha vissuto il suo momento di gloria alla fine degli anni Ottanta, ma ormai tristemente avviato sul viale del tramonto. La gloria di vent’anni prima è ormai acqua passata ed a Randy non è rimasto niente: nessun affetto, nessun legame duraturo, nessuna vera casa, denaro neanche a parlarne, pochissime alternative, soltanto un furgone scassato e l’ostinato impegno per conservare l’antica parvenza da fiero combattente mentre il suo fisico fatica a resistere all’usura del tempo. Il protagonista si alterna tra incontri di serie B nel fine settimana ed un lavoro part time in un grande magazzino finché un infarto durante un combattimento lo costringe a lasciare il ring e gli steroidi, offrendogli anche l’occasione per riflettere sulle priorità della propria vita, in cui non sembra esserci rimasto molto da salvare: nonostante la salute l’abbia costretto al ritiro, Randy cerca dignitosamente di rimettersi in piedi e di pensare positivo: in questo momento di crisi infatti Randy inizia una relazione con una spogliarellista non più giovanissima che gli consiglierà di intrecciare nuovamente i rapporti interrotti con la figlia abbandonata, Stephanie, e per un po’ le cose sembrano anche funzionare. Poi, quasi per forza d’inerzia, il giocattolo esistenziale di Randy s’infrange e, in ossequio alla Legge di Murphy, tutto ciò che può andar male lo farà, finché il richiamo del ring non diverrà irresistibile per il vecchio wrestler: quando non hai più niente per tirare avanti, se sei un guerriero tutto quello che ti resta è il calore del tuo pubblico. Così il vecchio Ram prenderà i suoi rischi andando sorridendo verso quello che potrebbe essere l’ultimo combattimento della sua vita di lottatore professionista fallito: e Aronofsky ci porta con lui in questa folle corsa, staccando la spina giusto un momento prima dell’ovvio o dell’insostenibile, chiudendo The Wrestler con l’omonima ballata di Bruce Springsteen, un toccante omaggio per tutti i combattenti, soprattutto i perdenti senza ritorno. Un film struggente con un Rourke letteralmente in stato di grazia.

The Wrestler, regia di Darren Aronofsky, con Mickey Rourke, Marisa Tomei, Evan Rachel Wood, Judah Friedlander, Ajay Naidu, Mark Margolis, Ashley Springer, Anna-Karin Eskilsson, Giovanni Roselli, Angelina Augello; drammatico; U.S.A.; 2008; C.; dur. 1h e 45’

Voto 7/8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner