partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Big Hero 6
Regia di Don Hall e Chris Williams
Capitan Harlock 3D
Regia di Shinji Aramaki
Le 5 leggende - Rise of the Guardians
Regia di Peter Ramsey
Madagascar 3: Ricercati in Europa
Regia di C. Vernon, E. Darnell & T. McGrath
Il Gatto con gli Stivali
Regia di Chris Miller
Kung Fu Panda 2
Regia di Jennifer Yuh
Cars 2
Regia di Brad Lewis & John Lasseter
Rio
Regia di Carlos Saldanha
Rango
Regia di Gore Verbinski
Rapunzel - L'intreccio della torre
Regia di N. Greno e B. Howard

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/05/2024 - 12:52

 

  home>cinema > cartoon

Scanner - cinema
 


Shrek e vissero felici e contenti
Regia di Mike Mitchell
Animazione; U.S.A.; 2010; dur. 93'
La tetralogia è servita...

 




                     di Paolo Boschi


Shrek
Shrek 2
Shrek Terzo
Shrek e vissero felici e contenti


Nell’ormai lontano 2001 l’approdo sul grande schermo della prima avventura dell’irresistibile orco verde della DreamWorks fece scalpore per l’uso innovativo della computer grafica in una pellicola d’animazione e soprattutto per la corrosiva scelta narrativa di un protagonista solitamente ‘cattivo’ usato per scardinare con irresistibile ironia il genere della fiaba. Nell’episodio apripista il buon Shrek aveva salvato una bella principessa da un drago, innamorandosene per poi (giocoforza) conoscere i reali suoceri del regno incantato di Molto Molto Lontano nel secondo e quindi trovare un degno erede al trono (e fare i conti con l’ansia da paternità) nel terzo. Nel quarto arriva pure l’immancabile 3-D che negli ultimi tempi sembra diventato un’opzione obbligatoria per ogni cartoon di grido e Shrek dovrà fare i conti con la stagnante apatia del ménage familiare: ormai il nostro eroe infatti non riesce più a spaventare come un tempo gli abitanti del vicino villaggio con il suo ruggito, ma è diventato il tranquillo padre di tre deliziosi archetti, socialmente accettato da tutti ma costretto ad una vita ripetitiva e (troppo) poco eccitante. Non può nemmeno più godersi un sano bagno di fango senza che qualche amico o conoscente lo disturbi con una visita inaspettata: la sua vita, insomma, si è trasformata in una sorta di fiaba a lieto fine dove tutti vivono felici e contenti, tranne lui, che è davvero tediato a morte dalla situazione. Un giorno in particolare Shrek sente di non poter resistere oltre, così, per superare la nostalgia dei bei tempi andati e sentirsi nuovamente un vero orco, l’orco stringe un patto scellerato con il diabolico Tremotino, che gli promette di fargli rivivere le emozioni della sua vecchia vita in cambio di un giorno scelto a caso (ma mica tanto) dal suo passato. Ovviamente è un inganno e il povero Shrek, invece di ritrovarsi ad evitare forconi (anziché autografarli), si ritroverà in un vero incubo, una sorta di oscura versione di Molto Molto Lontano in cui non è mai nato, non ha mai incontrato la sua Fiona (e quindi non è mai diventato padre), che è divenuta l’energica leader della resistenza al tiranno Tremotino, che ha preso il potere nel regno e ne ha bandito gli orchi. Il verde protagonista dovrà dunque darsi molto da fare per rimettere a posto le cose, salvare i suoi amici, deporre Tremotino, riconquistare il suo unico vero amore e riprendersi la vita perduta. Shrek e vissero felici e contenti nel complesso non delude le attese, e non c’è da sorprendersene dato che Shrek nasce come personaggio letterario e seriale: la quarta avventura della saga propone una sorta di what ifdivertente e dotato di un discreto ritmo, anche se la verve dei personaggi alla lunga non risulta dinamica come nelle puntate precedenti (le prime due in particolare). Insomma, in ossequio al particolare taglio narrativo della storia, l’usura del tempo che passa comincia a farsi sentire e l’afflato ‘fiabescamente’ scorretto di Shrek non morde più come una volta. Per fortuna trattasi dell’ultima tappa della tetralogia… Comunque da vedere.

Shrek e vissero felici e contenti - Shrek Forever After, regia di Mike Mitchell; animazione; U.S.A.; 2010; dur. 93’

Voto 7- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner