partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Quadrophenia
Degli Who
Vertigo - la donna che visse due volte
Di Alfred Hitchcock
A piedi nudi nel parco
Regia di Gene Saks
Il diavolo veste Prada
Regia di David Frankel
Colazione da Tiffany
Regia di Blake Edwards
Mezzogiorno di fuoco
Regia di Fred Zinnemann
Alien Director's Cut
Regia di Ridley Scott
The Commitments
Regia di Alan Parker
Le onde del destino
Regia di Lars von Trier
Will Hunting - Genio ribelle
Regia di Gus Van Sant

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  24/07/2017 - 10:29

 

  home>cinema > cult

Scanner - cinema
 


Jules e Jim
Regia di François Truffaut
Cast: Jeanne Moreau, Oscar Werner, Henry Serre, Marie Dubois; drammatico; Francia; 1962; b/n
Dall'omonimo romanzo di Henri-Pierre Roché

 




                     di Paolo Boschi


Con il ritorno nelle sale di Jules e Jim di François Truffaut, uscito nell’anno di grazia cinematografica 1962, assistiamo all’ennesimo esempio di capolavoro restaurato, rimesso in circolazione in ricorrenza del quarantennale. Jules e Jim, tratto dall’omonimo romanzo di Henri-Pierre Roché, racconta il ménage à trois più celebrato della storia del cinema. La trama prende avvio nel 1907, nel quartiere parigino di Montparnasse, dove due amici, il francese Jim e l’austriaco Jules, vivono in solidarietà spirituale, parlando d’arte, leggendo poesie e scambiandosi fanciulle. Una sera fanno la conoscenza della sensuale Catherine, che nel volto porta cesellato il sorriso da statua greca che aveva affascinato Jules e Jim: il secondo se ne innamora, il primo scopre d’esserne irresistibilmente attratto poco tempo dopo, ma si fa da parte per non offendere l’amico, intenzionato a sposarla. Jules e Catherine si trasferiscono in Austria ed hanno una bambina: la prima guerra mondiale separa Jim dalla coppia per lunghi anni durante i quali il rapporto coniugale di Jules e Catherine va lentamente logorandosi. Recatosi a trovare il suo vecchio amico, Jim comprende il nuovo stato delle cose dal volto radioso di Catherine, accorsa a prenderlo alla stazione insieme alla figlia Sabine, di cinque anni: Jules è cambiato, ha abbandonato la poesia ed ora si interessa di insetti, i due ormai non si amano più e dormono in camere separate, e lei ha già avuto avventure clandestine. Per Jim è giunto il momento di dichiarare i propri sentimenti: Jules accetterà la relazione dell’amico con la moglie per non perderla, ma anche l’amore tra Jim e Catherine andrà sfaldandosi per la difficoltà a concepire un figlio. Il trio si riformerà casualmente tempo dopo a Parigi, nel Quartiere Latino, per chiudere la storia in modalità tragiche. All’uscita il ménage à trois di Jules e Jim scandalizzò i benpensanti coevi, nonostante fosse raccontato con incredibile pudore e dolcezza, costruito con felice armonia, giocando in costante contrapposizione tra norma e trasgressione. Jeanne Moreau, oltre a prestare volto e sentimenti al suo personaggio più mitico, interpretò la canzone Le tourbillon, che all’epoca conobbe un certo successo all’epoca. Un classico che continua ad emozionare anche quattro decadi dopo.

Jules e Jim - Jules et Jim, regia di François Truffaut, con Jeanne Moreau, Oscar Werner, Henry Serre, Marie Dubois; drammatico; Francia; 1962; b/n; dur. 1h e 50'

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner