partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/06/2024 - 12:03

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Brothers
Regia di Jim Sheridan
cast: Tobey Maguire, Natalie Portman, Jake Gyllenhaal, Sam Shepard, Carey Mulligan, Clifton Collins Jr., Mare Winningham, Bailee Madison; drammatico; U.S.A.; 2009; C.

 




                     di Paolo Boschi


L’ultima fatica del regista irlandese Jim Sheridan, già autore di Il mio piede sinistro e Nel nome del padre, è il remake americano di Non desiderare la donna d’altri della collega danese Susanne Bier. La storia racconta con uno stile delicato ed antiretorico l’umanissimo dramma di una tipica famiglia della provincia americana dei giorni nostri ferita da un lutto di guerra. Ma tutto comincia nel migliore dei modi, in quella che parrebbe una famiglia perfetta, anzi che lo è, ed appare tanto più perfetta in confronto ai problemi di contorno che in nessuna famiglia sembrano mancare mai. Sam è un ufficiale molto ligio al dovere ma al tempo stesso un marito gentile ed innamorato per Grace, casalinga felice e madre di due splendide figliolette: l’unica nuvola all’orizzonte è la prossima missione in Afghanistan che attende Sam, oltre agli infiniti problemi che da sempre accompagnano Tommy, suo fratello, la pecora nera della famiglia, appena uscito di galera e senza progetti concreti per l’immediato futuro. La famiglia si completa con Hank, il padre di Sam e Tommy, rigidissimo veterano del Vietnam che non si fa problemi ad ostentare la sua predilezione per il figlio che ha seguito le sue orme né a stigmatizzare ripetutamente l’altro. Quando Sam scompare durante la missione in Afghanistan, curiosamente Tommy comincia a prendersi cura della cognata e delle nipotine: tra lui e Grace potrebbe anche nascere qualcosa, ma s’interrompe sul nascere per l’ingombrante presenza del defunto. Sam però non è passato a miglior vita: imprigionato per mesi da un gruppo di guerriglieri nemici, viene salvato dai Marines e felicemente restituito alla sua famiglia. Ma qualcosa si è infranto: l’esperienza (di cui rifiuta di parlare) lo ha duramente provato e il ritorno alla vita civile sembra fuori dalla sua portata, anche perché Tommy è diventato una presenza positiva e confortante durante la sua morte presunta. In un delirio progressivo Sam si lascerà ossessionare dal tradimento mai consumato tra la moglie e il fratello, arrivando ad un passo dalla follia e dalla distruzione del suo perfetto locus amoenus familiare. Brothers è insomma un intenso dramma sull’arduo ritorno a casa dalla guerra, nella nobile scia de Il cacciatore, e sulla perdita dell’innocenza che spesso si accompagna a chi ha provato l’inenarrabile brutalità disumana che si accompagna alla guerra quando si infrangono gli ideali che hanno spinto i soldati a combatterla, ovvero quel che di recente Paul Haggis ha intensamente raccontato con Nella valle di Elah. E Brothers mantiene splendidamente il confronto con siffatti modelli grazie ad un’impalpabile suspense che dal ritorno di Sam a casa comincia pian piano a montare in direzione dell’unico finale possibile. Nell’ottimo cast sono degni di segnalazione soprattutto il taciturno protagonista di Tobey Maguire e la figura di padre coriaceo e tormentato di Sam Shepard. Da vedere.

Brothers, regia di Jim Sheridan, con Tobey Maguire, Natalie Portman, Jake Gyllenhaal, Sam Shepard, Carey Mulligan, Clifton Collins Jr., Mare Winningham, Bailee Madison; drammatico; U.S.A.; 2009; C.; dur. 1h e 50’

Voto 7/8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner