partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


I Giardini della scultura
Dedicato a Pier Carlo Santini
Biennale di Venezia
56. Esposizione Internazionale d’Arte
Species of Spaces
Curated by Frederic Montornés
Past Disquiet
Narrativas y fantasmas
30/60 opere della collezione
Del FRAC Champagne-Ardenne
megafone.net
2004-2014
Accademia di San Luca
E’ nata l'Associazione Amici
Meetings on Art
La continua evoluzione dell’arte
Live Arts Week - Gianny Päng
Seconda edizione
Corrado De Meo
Les sonoritèes de la couleur

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 03:56

 

  home>arte > appuntamenti

Scanner - arte
 


Pulsioni performative
Nell'arte contemporanea
A cura di Giacomo Zaza. In mostra opere di Kader Attia, John Bock, Rui Chafes, Wang Du, Mona Hatoum, Joseph Kosuth, Susanne Kutter, H.H. Lim, Carsten Nicolai, Vibeke Tandberg
Inaugurazione 26 Settembre 2009 ore 19.00 al Torrione Passari di Molfetta

 




                     di Giovanni Ballerini


Uno spazio, come il Torrione Passari di Molfetta, che in passato ha ospitato personali e istallazioni on site di artisti del calibro di Kounellis, Zorio, Spoerri, Kosuth e tanti altri artisti più giovani che rappresentano la scena contemporanea, propone dal 26 settembre 2009 uno sguardo sulla scena internazionale di oggi.

Il progetto espositivo è Pulsioni performative nell'arte contemporanea ed è stato pensato per gli spazi del Torrione e promosso dall'Assessorato alla Cultura della Provincia di Bari e dal Comune di Molfetta con il Patrocinio del Ministero dei Beni e Attività Culturali e della Regione Puglia. Lo stimolo di questa mostra a cura di Giacomo Zaza è mettere insieme opere di alcuni artisti stranieri attivi sulla scena internazionale, cercando di tracciare, attraverso questi autori alcune tappe importanti dell'arte contemporanea degli ultimi anni.

La mostra, allestita dal 26 settembre - 25 ottobre 2009 in questo importante luogo per il contemporaneo in Puglia si caratterizza per una insolita messa in relazione, ovvero la veicolazione di uno scambio con le variegate espressioni dell’arte attuale. , all’interno degli spazi del Torrione -, nei suoi ambienti "austeri" e di grande impatto visivo.

Pulsioni performative è simile ad un percorso in prospettiva. Crea un ponte verso il monitoraggio delle ricerche dall’estero, al di fuori di una asettica animazione culturale rivolta in esclusiva ad artisti locali. Intende partire da artisti che segnano la sperimentazione e lo sconfinamento linguistico: Joseph Kosuth, Carsten Nicolai, Mona Hatoum. E proseguire con un nucleo di autori attivi attraverso l’utilizzo di vari media, come H.H. Lim, Susanne Kutter e Vibeke Tandberg. Allarga inoltre lo sguardo a personalità protagoniste, quali Rui Chafes, Wang Du, Kader Attia, John Bock. Arricchendo e problematizzando la visione del mondo, il progetto esplora ed analizza ambiti diversi, impegnato ad avanzare la possibilità di attitudini comportamentali critiche, emancipate dalla comunicazione massificata. Forme analitiche, contesti fisici, esperienze percettive, indagano la complessa realtà di oggi, all’interno e all’esterno delle stratificate aree geo-culturali d’appartenenza.

Questa idea di breve ricognizione su ciò che avviene oltre i confini nazionali, giustifica le differenti tappe della mostra Pulsioni performative, una mostra pensata in conformità a tutte le sale del Torrione Passari di Molfetta. Il progetto si orienta nella presentazione di lavori mai esposti nel territorio pugliese (quelli di Mona Hatoum, Susanne Kutter, Vibeke Tandberg, John Bock, Joseph Kosuth), insieme ad opere realizzate per l’occasione: una grande scultura in ferro, alta più di tre metri, di Rui Chafes in dialogo con una installazione sinestetica,  incentrata sul suono, di Carsten Nicolai nella sala circolare del Torrione, inoltre un'installazione ambientale realizzata con 100kg di Cous Cous da Kader Attia, e un inedito pannello ligneo di H.H. Lim; infine, con la collaborazione esclusiva di Wang Du, l'affissione di un manifesto d'artista per le strade della città di Molfetta, dal titolo “I'm the reality”.

Un progetto che importa la passione quanto l’immaginazione, la fantasia primitiva quanto le metamorfosi del vivere, esaltandone la componente iconica e intellettiva. La mostra si pone quale mimesi mentale ed emotiva del mondo, immedesimazione totale nella linfa magmatica dell'essere, come risposta a quell’esistenza intaccata dagli apparati sterili del sistema economico/pubblicitario, prima ancora che sociale, propagato dalla “global company”.

 

Luogo espositivo: Torrione Passari Via Sant'Orsola 7, Molfetta (Ba)

Inaugurazione: 26 Settembre - ore 19.00

Periodo espositivo: 26 settembre - 25 ottobre 2009

Orari apertura: dalle10.00 alle 13.00 -  dalle 17.00 alle 21.00

Ideazione e Progetto: Giacomo Zaza

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner