partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Musica e Fumetto
Una relazione pericolosa
Gatto Silvestro e Titti
60 anni fa si incontrarono per la prima volta
Igort
5 è il numero perfetto
Magnus
Lo sconosciuto
Wolverine
Un mutante chiamato Logan
Camilleri in Cd-rom
Il ladro di merendine
Riccardo Mannelli: una polaroid a china
Disegni, torte, cozze e cattive acque
Gli Esuberati
Di Daniel Pennac e Jacques Tardi
Il mito di Darkwood
La foresta sotto la protezione di Zagor
Cowboy BeBop
I cartoons di MTV

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 17:38

 

  home>strips > cult

Scanner - strips
 


Magnus
Lo sconosciuto
Torino, Einaudi, 1998; pp. 671
Un must del fumetto italiano d'avventura

 




                     di Paolo Boschi


Magnus, al secolo Roberto Raviola (1939-1997), è stato uno dei più grandi disegnatori ed autori del fumetto italiano: da ricordare in particolare il suo periodo di collaborazione con Max Bunker, iniziato nel 1964 e dal quale sono nati personaggi memorabili quali Kriminal, Satanik, Maxmagnus, Alan Ford e lo scalcinato Gruppo TNT. In questo volume sono raccolte in un'unica soluzione di continuità le sei avventure dedicate allo Sconosciuto, o Unknow (senza la n finale), pubblicate dal 1975 sulla rivista "Orient Express". Si tratta di un personaggio che ne ha viste troppe in vita sua per ricordare con chiarezza il suo passato che, comunque, torna puntuale a riportarlo indietro, riproponendogli spesso facce rimaste impigliate nei meandri della sua memoria. Unknow è stato un mercenario della Legione Straniera, se la cava bene nell'uso di armi, esplosivi, automezzi: è solito aggirarsi per le zone 'calde' del mondo – Algeri, Haiti, Beirut; lo vediamo anche alle prese con un'avventura romana e un'altra al Mont St. Michel – e, nonostante cerchi di procurarsi da vivere con mestieri ‘normali’, si ritrova ad avere a che fare di continuo con guerriglieri, mercenari, loschi faccendieri, immerso in situazioni ambigue e pericolose e lasciando immancabilmente dietro di sé una lunga scia di cadaveri. Lo Sconosciuto è una silenziosa figura di antieroe, un avventuriero solitario, anarchico e disilluso osservatore della Storia, sempre pronto a partecipare all’ennesima missione, uno strano incrocio tra un detective, un agente segreto ed un soldato di ventura. Un imperdibile classico del fumetto italiano d’avventura degli anni Settanta, con Magnus at his best, nel pieno della sua maturità creativa sia dal punto di vista narrativo che grafico.

Magnus, Lo sconosciuto, Torino, Einaudi, 1998; pp. 671

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner