partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Vinicio Capossela
Nel Paese dei Coppoloni
Marlene Kuntz
Complimenti per la festa
Queen Rock Montreal
Il concerto del 1981 al cinema
Pink Floyd niente mostra a Milano
Their Mortal Remains
Tempo Reale
Progetto Primavera 2014
Metastasio Jazz 2014
XIX edizione
Editoria Musicale Indipendente
Premio Italiano (per il MEI) a PoPistoia
MEI e PoPistoia
PIMI, PIVI e Premio Editoria Indipendente
T-Rumors 2013/2014
Terza edizione
Led Zeppelin
Celebration Day

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/12/2017 - 04:19

 

  home>musica > eventi

Scanner - musica
 


Pink Floyd niente mostra a Milano
Their Mortal Remains
La mostra The Pink Floyd Exhibition a cura di Aubrey 'Po' Powell e Paula Stainton è un viaggio al centro dell’universo creativo della mitica band psichedelica nata a Londra nel 1965
Doveva essere dal 19 settembre 2014 al 18 gennaio 2015 alla Fabbrica del Vapore di Milano, ma per il momento è stata annullata

 




                     di Giovanni Ballerini


A dimostrazione dell’amore, di quella speciale sintonia che lega i Pink Floyd all’Italia, era stato scelto il nostro paese per un grande evento. Si doveva inaugurare il 19 settembre 2014 alla Fabbrica del Vapore di Milano la mostra "The Pink Floyd Exhibition - Their Mortal Remains", che fino al 18 gennaio 2015 doveva permettere ai visitatori di compiere un viaggio al centro dell’universo creativo della mitica band nata a Londra nel 1965. Peccato perché Evolve Devolve e Comotti 1969, i promoter italiani di "The Pink Floyd Exhibition - Their Mortal Remains" hanno annunciato che l'apertura della mostra è stata annullata poiché non si sono verificate le condizioni necessarie per realizzare l’inaugurazione entro l'arco temporale a disposizione alla Fabbrica del Vapore. Per chiedere il rimborso, i possessori dei biglietti possono rivolgendosi al canale presso il quale è avvenuto l’acquisto. Per tutte le informazioni e aggiornamenti in proposito consultare il sito ufficiale dell'evento http://www.pinkfloydexhibition.com/it. per il momento merita darsi pace. Ci saranno altre occasioni per immergersi in un mondo all’insegna del rock alieno che in questa mostra doveva essere rappresentato con una visione multimediale, all’avanguardia, sia a livello visivo che acustico. Proprio se lo spettatore, invece di percorrere lo spazio espositivo si stesse godendo un concerto del suo gruppo preferito.
Dispiace il forfait milanese perché rappresentava la prima retrospettiva internazionale dedicata a una formazione che, dai suoi esordi con " The Piper At The Gates of Dawn " ai nostri giorni, ha sempre bucato l’immaginario dei fan del rock. L’anteprima mondiale in Italia dell’esposizione sarebbe poi stata anche un modo intelligente per celebrare ancora una volta due fra i grandi eventi che sono rimasti nel cuore (e nella storia) dei Pink Floyd: il film live da Pompei del 1974 e il concerto a Venezia del 1989.
"The Pink Floyd Exhibition" doveva essere allestita, come dicevamo, alla Fabbrica del Vapore di Via Procaccini  4, una struttura milanese che, fino al 1936, era dedicata all’assemblaggio delle vetture tramviarie. In questo spazio (che vanta una superficie di 2.500 mq) dovevano essere ospitati più di 300 oggetti che fanno riferimento ai Pink Floyd, dal periodo psichedelico che ha caratterizzato i primi anni di carriera della band ai concept album degli anni Settanta, dalle rappresentazioni iconiche al periodo della maturità. 30 anni di invenzioni sonore e poetiche che hanno influenzato considerevolmente la musica successiva, dalle formazioni del periodo progressive a quelle dei giorni nostri (non solo rock).  

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner