partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Leoni per il Teatro 2021
La Biennale di Venezia
Winston vs Churchill
Regia di Paola Rota
Nemico di classe
Di Nigel Williams
Fulvio Cauteruccio
La notte poco prima della foresta
Pinocchi: recensione
Regia di Andrea Macaluso
Intercity Bruxelles
XXX edizione – 30 anni
Vivo in una giungla
Dormo sulle spine
Teatro Cargo
Tre nuove produzioni per L’estate 2017
Massimo Verdastro
Sandro Penna - una quieta follia
Toni Servillo
Elvira

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/09/2021 - 14:34

 

  home>live > teatro

Scanner - live
 


Massimo Verdastro
Sandro Penna - una quieta follia
Per festeggiare i 40 anni di carriera dell’attore – regista sarà allestita la mostra fotografica Sguardi d’attore
Da giovedì 20 a sabato 22 aprile 2017 alle 21 a Il Lavoratorio di Firenze

 




                     di Giovanni Ballerini


Debutta in prima toscana il nuovo spettacolo di Massimo Verdastro "Sandro Penna - una quieta follia" che sarà in scena da giovedì 20 a sabato  22 aprile 2017 alle 21 a Il Lavoratorio un nuovo spazio fiorentino dedicato al teatro, musica, danza e arti performative, che realizza, oltre ad eventi, corsi di formazione, incontri, seminari, residenze artistiche, mostre e progetti culturali. (Associazione Culturale Il Lavoratorio - via Lanza 64/a 50136 Firenze - informazioni: - prenotazioni a: info@illavoratorio.it).
Le tre serate di programmazione si rivelano anche l’occasione per festeggiare i 40 anni di carriera di Massimo Verdastro: per l’occasione sarà allestita, sempre al Lavoratorio, la mostra fotografica “Sguardi d’attore”, con immagini catturate dallo stesso attore - regista nel backstage di alcuni spettacoli che lo hanno visto coinvolto in questi anni.
Protagonista di “Una quieta follia” è Sandro Penna, uno dei più grandi poeti del Novecento. Con un lavoro di rara sensibilità, Verdastro porta in scena il racconto di una tra le anime più poetiche e pure dello scorso secolo. Nato nel 1906 a Perugia e scomparso nel 1977 a Roma, Sandro Penna è stato autore di versi semplici e potenti, capaci di esprimere la realtà di uno spirito quieto e folle allo stesso tempo. E’ racchiuso in questo ossimoro tutto lo spettro delle emozioni della sua esistenza: dall’infanzia segnata dal rapporto con una madre energica e impietosa e un padre gaudente e assente, alle prime illuminazioni letterarie e amorose, fino alle frequentazioni con intellettuali come Gadda, Pasolini, Solmi, Giuliani, Garboli, Morante. Penna infatti è colui che Umberto Saba scoprì e definì “un ramoscello verde in un giardino d’inverno”, mentre Mafai, Rafael, Scipione, Schifano, Guttuso, gli regalavano i loro quadri, che lui rivendeva per sbarcare il lunario.
Costruito a partire da un testo scritto da Elio Pecora, amico e biografo di Penna, “Una quieta follia” è monologo sospeso tra prosa e poesia, nel quale Verdastro - attore e regista - si aggira vestito di bianco in uno spazio che è la stanza da cui Penna ha smesso di uscire, dove sono accumulati sparsi oggetti di ogni tipo. E, muovendosi leggero, Penna si rivela mentre riflette e confida le ragioni della sua opera poetica, racconta il tempo che ha attraversato, la guerra, gli amori, la diversità, non solo sessuale. Dialoga muto con lui Giuseppe Sangiorgi, compagno e alter ego, anima giovane che incede lentamente verso l’età senile.

- Prenotazioni a: info@illavoratorio.it

Voto 7 + 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner