partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


A.T. De Keersmaeker
A love supreme
Palcoscenico Danza 2017
Inaugura Aterballetto
Lindy Hop
Gli appuntamenti cool
Giovani Coreografi
Vetrina Internazionale
Cenacoli Fiorentini
Grande Adagio Popolare
B.Motion
Gran finale 2014,
CCDC
As If To Nothing
7th Sense
Di Vahan Badalyan
Lo Schiaccianoci
di Pëtr Il'ič Čajkovskij
Benoît Lachambre
Snakeskins

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  18/10/2017 - 11:30

 

  home>live > danza

Scanner - live
 


Anne Teresa De Keersmaeker
Once
Coreografia e interpretazione Anne Teresa De Keersmaeker, Assistente alla coreografia Marion Ballester, musica, Joan Baez in Concert Part 2, scenografia Jan Joris Lamers, costumi Anke Loh
In prima nazionale a Fabbrica Europa, Firenze, Stazione Leopolda, Porta al Prato, 9, 10 maggio 2003

 




                     di Giovanni Ballerini


  Sosta Palmizi / Timet
  Giancarlo Cardini
Sistemi Dinamici Altamente Instabili
Compagnia Shionkama
  Compagnia H.U.D.I.
  ZT Hollandia
  Anne Teresa De Keersmaeker
  Compagnie Marie Chouinard
  Metzger Zimmermann De Perrot
  Giardino Chiuso
  Gruppo Sperimentale Villanuccia
  Egumteatro
  Fabbrica Europa 2003 teatro, danza, arti visive
  Fabbrica Europa 2003 musica
  Fabbrica Europa 2002
  Fabbrica Europa 2001
  Fabbrica Europa 2000
  Fabbrica Europa 1999
  Fabbrica Europa 1998
  Fabbrica Europa 1997


"Io sono ossessionata dal puro gesto e dalle linee tese… ma mentre posso formalmente eseguire gesti così severi e sicuri non riesco a esserne intimamente coinvolta. Allora innalzo delle resistenze e uso la tensione che ne risulta per comporre una chiara esposizione dell'odissea dell'introspezione…".

Grande danza internazionale alla Stazione Leopolda di Firenze. Fabbrica Europa 2003 ha proposto con successo l'assolo di una delle più grandi coreografe del panorama internazionale. Stiamo parlando di Anne Teresa De Keersmaeker, che con il suo Once ha messo in scena sola le proprie emozioni più intime, ha dato spazio alla voce del proprio corpo, facendosi cullare da una colonna sonora interiore e dalle note di Joan Baez. Dopo aver passato velocemente in rassegna (volutamente in maniera quasi scolastica) pliés, battements tendus, ronds de jambes, Anne Teresa De Keersmaeker, che da vent'anni non si esibiva in un assolo, ha caratterizzato la scena con la propria intensità e la verve dell'improvvisazione, trasformando uno spazio vuoto senza punti di riferimento in un luogo della creatività e della sensibilità. Un ottimo prologo per la personalissima e intensa rilettura coreografica che la De Keersmaeker effettuato sulle canzoni di Joan Baez in Concert Part 2 (del 1963), un Cd in cui la grande cantante americana sottolinea, con la sua caratteristica vocalità e la chitarra acustica, i sogni degli anni '60. Una sintonia stellare quella fra la Baez e Anne Teresa, che in Once ha confermato di essere a pieno titolo una delle più sincere e vibranti protagoniste dell'avanguardia della danza. La fondatrice della Compagnia Rosas ha infatti coinvolto il pubblico specchiandosi nella seduttiva tenerezza della musica folk, svelando il carattere e le grinta che c'è dietro la sua ricerca stilistica e interpretativa, la forza teatrale e il rigore che si nasconde dietro il linguaggio del corpo.. Anne Teresa De Keersmaeker è stata allieva del Mudra, la scuola fondata da Béjart a Bruxelles, e a venti anni ha creato la sua prima coreografia, Asch, dando un nuovo orientamento alla danza nelle Fiandre. Nel 1981 si è trasferita a New York dove ha studiato alla N.Y. Tisch School of Arts e ha avuto i primi contatti con la post-modern dance americana. Da questa esperienza è nato nel 1982 Fase, Four movements to the music of Steve Reich, accolto con molti consensi. Nel 1983 ha fondato la compagnia Rosas con cui ha presentato Rosas danst Rosas. La coreografia mostra quella che sarà una costante nel lavoro di Anne Teresa, la speciale relazione tra la danza e la musica, in questo caso composta da Thierry De Mey e Peter Vermeerrsch. Numerose produzioni successive: Elena's Aria (1984), Bartòklaantekeningen (1986), Mikrokosmos… (1987), Ottone (1988), Archterland in cui i musicisti Gyorgi Ligeti ed Eugène Ysaye eseguono dal vivo la partitura (1990). Rosas dal 1992 ha la residenza all'opera nazionale belga la Monnaie Theatre. Qui De Keersmaeker ha potuto realizzare tre importanti obiettivi: intensificare il legame tra musica e danza, creare un repertorio e fondare una nuova scuola di danza in Belgio per colmare il vuoto lasciato dal Mudra nel 1988. Nel 1997 con Just Before è iniziato lo studio del legame tra parola e movimento, testo e corpo. L'esperienza è continuata nel 1999 con una coreografia basata su un testo di Peter Handke Selbstbezichtigung (Self-Accusation), per culminare nel 2000 in un progetto in cui i Rosas, gli attori dello STAN e i musicisti della jazz band Aka Moon erano riuniti sul palco. Il ritorno alla pura danza e a un forte intimismo si è avuto con Small hands del 2001 una coreografia per due sole danzatrici, Anne Teresa De Keersmaeker e Cynthia Loemij. Nel 2001-2002 i Rosas hanno celebrato i venti anni dalla loro fondazione e i dieci anni di residenza presso l'opera nazionale belga.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner