partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Francesca Reggiani
Doc – donne di origine controllata
David Larible
Il clown dei clown
Carlo Monni
Il ricordo di Scanner
Tim Crouch
I, Malvolio
Monica Guerritore è Oriana Fallaci
In Mi chiedete di parlare
Franca Valeri
Non Tutto è risolto
Franco Branciaroli
Don Chisciotte
Jan Lauwers
Scanner per Diario Di Bardo
Francesco Randazzo
Por el bien de todos
Bekim Fehmiu
Ulisse ha lasciato le Porte di Ercole per sempre

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  16/02/2020 - 23:54

 

  home>live > personaggi

Scanner - live
 


Anna Meacci
25 anni di carriera
E per festeggiarli propone Non ferma a Chiasso di Paolo Migone e Anna Meacci (regia Paolo Migone) il 22,23,24 e 29,30,31 gennaio 2010 ore 21 al Teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino, che dedica all’artista anche una mostra fotografica. Altri spettacoli di Anna nel febbraio 2010 all’Everest con “Bignami” ed al Dante di Campi con “Fiabole”, a marzo al Puccini con “Romanina”. Intanto continua a girare con il nuovo “Chi ha ucciso Oscar Wilde”, a Bientina il 5 e 6 marzo 2010
Foto di scena di Juan_Segundo

 




                     di Tommaso Chimenti


Una scorpacciata di Anna Meacci. Non c’è di che annoiarsi. Cominciano dal Teatro della Limonaia, la “casa” artistica dove ha sempre debuttato con i propri monologhi, dove ha fatto i primi passi con Barbara Nativi e la scuola del Laboratori Nove, i festeggiamenti (con tanto di torta nella serata del primo venerdì) per i suoi, primi, venticinque anni di carriera. Era il 1985, il palco era quello del Teatro Niccolini di Firenze ed il pezzo era “Monolocale”, anche se teatro Anna lo aveva già fatto l’anno prima con il Teatro dell’Oriolo di Gino Susini. Un periodo intenso questo 2010 che la porterà con “Non ferma a Chiasso” (regia Paolo Migone) alla Limonaia di Sesto Fiorentino il 22, 23, 24, 29, 30 e 31 gennaio 2010, a febbraio 2010 all’Everest con “Bignami” ed al Teatro Dante di Campi con “Fiabole”, dedicato ad Andrea Cambi, a marzo al Puccini con “Romanina”. Intanto continua a girare con il nuovo “Chi ha ucciso Oscar Wilde”, a Bientina il 5 e 6 marzo 2010, sta scrivendo lo spettacolo su Artemisia Gentileschi e tra aprile e maggio sarà in Brasile a buttar giù “Caldane” con Dodi Conti, che abita a Salvador de Bahia da cinque anni. “Non ferma a chiasso” è il suo primo monologo, scritto nel ’93 con Paolo Migone: “Ho rivisto le immagini – dice nei suoi scarponcini luccicanti – avevo diciassette anni in meno, ero più magra e mi sono anche detta “Ma com’ero bellina!?”. Sicuramente è più adatto alla mia età attuale visto che la protagonista è vicina ai cinquanta. E’ una casalinga disperata ma non come quelle della fiction. E’ una donna con marito, Carlo il muto, figlia, Gaby la stronza, Cleopatra la gatta, un cane chiuahua e una pianta di benjamin che la fa impazzire perché perde le foglie”. Una donna che sembra fragile, invece fa una scelta dura, difficile: “E’ insoddisfatta della propria vita e nel giorno del suo compleanno manda tutti al diavolo e diventa una barbona della Stazione di Santa Maria Novella. Ma nella vita di clochard non è che vada meglio. E’ continuamente alla ricerca di un affetto, afflitta dalla mancanza di dialogo”. I familiari non la cercano, un po’ come in “Pane e tulipani”: “Ho dato un’immagine dell’essere senza tetto anche poetica, anche se nella realtà della strada ce n’è poca di poesia. Attua anche una piccola rivoluzione all’interno della stazione”. In scena una sedia nel primo atto, nel secondo uno straccio, uno spazzolone, un cartone per dormire, una bottiglia, uno scontrino (che sarà molto importante), ed un orsetto, acquistarlo sarà il suo sogno. Info: 13, 11 euro; 055.440852.

Dal 22 al 31 gennaio 2010 nel foyer del dal Teatro della Limonaia  di Sesto Fiorentino è stata allestita la mostra Anna Meacci 25 anni di carriera. Il Teatro della Limonaia, per festeggiare i 25 anni della carriera di Anna Meacci, ha infatti deciso di realizzare una retrospettiva fotografica dedicata agli spettacoli dell’artista toscana che da sempre ha scelto la Limonaia per debuttare e “rodare” i suoi lavori perché in essa trova una casa, come ama ripetere. La mostra ripercorre le tappe più importanti del percorso artistico di Anna Meacci, dagli inizi della carriera fino ad arrivare ai giorni nostri.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner