partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Signor Nino
Le idee, lo stile di Nino Cerruti
Expo Milano 2015
Un successo non annunciato
Artigianato e Palazzo 2010
XVI edizione
Artigianato e Palazzo XV edizione
Botteghe artigiane e loro committenze
Firenze per Cézanne a Firenze
Gran successo
A lezione da Cézanne
Tante iniziative a Firenze
Le tre mostre del Salone del Mobile
La casa e il corpo - La casa fra cielo e terra
Il Quarto Sesso
Il territorio estremo dell'adolescenza
Creature
Una mostra per tutti i sensi
Intermission, Hedi Slimane
A cura di Francesco Bonami e Jérôme Sans

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  21/09/2019 - 11:22

 

  home>gusto > mostre

Scanner - gusto
 


Le tre mostre del Salone del Mobile
La casa e il corpo - La casa fra cielo e terra
La casa domotica
A Firenze alla Fortezza da Basso dal 22 al 30 marzo 2003

 




                     di Ilaria Monici


Il Salone del Mobile di Firenze giunto alla sesta edizione, torna, completamente rinnovato e più ricco di eventi. L’appuntamento fieristico fiorentino, si svolgerà dal 22 al 30 Marzo 2003, nella cinquecentesca Fortezza da Basso.
Quest'anno ad arrichirlo sono state organizzate tre mostre collaterali: La casa domotica, La casa e il corpo e La casa tra cielo e terra.
Inoltre, si potrà visitare all'interno del padiglione Pitti un vero loft costruito come uno spazio nato dall’esigenza di un gruppo di aziende, di comunicare il valore di questo contesto abitativo, non più visto come regno del provvisorio, tana di intellettuali ed artisti, ma spazio aperto per un abitante "multiforme".
Partendo dalla prima: La casa domotica (al padiglione Pitti), ovvero la casa intelligente, più sicura, comoda e confortevole, in cui si possono comandare e controllare, anche a distanza, luci, elettrodomestici, temperatura e suoni. In mostra ci sarà un appartamento costruito per intero con le nuove tecnologie "home automation", la casa gestibile via internet o telefono, un’esperienza da vedere come da sperimentare.
La casa e il corpo (presentata da Expolab, è possibile vederla all'Arsenale) come dire "abitare" la propria casa quasi fosse un indumento. L’importanza di stabilire un contatto benefico e profondo con l’ambiente quotidiano. La mostra ci farà vedere come creare ambienti rilassanti utilizzando suoni, odori, colori e tessuti, per il benessere come stile di vita. Infatti, l'esposizione si articola in stanze e momenti differenti del nostro vivere quotidiano; “stanze” nelle quali sono state pensate e interpretate aree della casa: l’area notte con letti in stile giapponese, tatami e legno wengè a contrasto con tessuti rossi.
L’area bagno con vasca e lavabo in polvere di marmo bianca su pietra grigia; l’area massaggi o meditazione con una grande isola morbida di materassini per sessioni e terapie alternative; l’area relax con sedute etniche dedicata alla musica e alle esperienze olfattive; l’area giorno con tavolo, cucina, oggetti e suppellettili di provenienza ed aspetto orientale in oro e nero per i momenti della convivialità.
In queste ambientazioni ognuno si può specchiare attraverso gli oggetti che lo circondano, ritrovare i propri rituali, riconoscere le proprie abitudini, individuare nell’innovazione o nella tradizione il proprio stile.
Coloro che la visiteranno avranno la possibilità di vedere l’adattabilità del progetto benessere a contesti emotivi e personali diversi. Con l’avvento della società multiculturale, con la presenza sempre più rilevante di usi, costumi ed esigenze diverse, e con l’affermarsi di una mentalità internazionale, si sono delineati luoghi specifici per le diverse esigenze della persona, luoghi non connotati da una precisa immagine o tendenza se non quella dove ognuno possa ritrovare se stesso dedicandosi alla cura del corpo e della mente attraverso odori, colori, sapori, massaggi, musica. Ma l’Italian Style è presente in questo linguaggio progettuale di casa, così adatto ad un luogo dedicato al benessere.
La terza mostra collaterale è: La casa tra cielo e terra un evento culturale a cura di Natura & Architettura, un’associazione di architetti e professionisti esperti in Bioedilizia e Feng Shui. La mostra è collocata presso la Polveriera sempre all'interno della Fortezza da Basso
Dunque vento ed acqua, perchè questo significa feng shui in italiano. Ovvero le due forze che creano, attraverso il loro scorrere, mutamenti nell’ambiente.
Restituire alla nostra casa un’anima e recuperare il rapporto con le energie della natura, si può. Questo è il suggerimento del Feng Shui. Sviluppare la capacità insita nell’uomo di “creare” la propria salute significa progettare architetture a misura d’uomo; lavoro che non crea solo oggetti ma attribuisce loro un contenuto in termini di armonia e di benessere. Le applicazioni pratiche di questa filosofia orientale, consistono nel trovare l’origine delle sensazioni sfavorevoli provenienti dalla permanenza in luoghi che, alla lunga, possono far insorgere vere e proprie patologie. Inoltre sono pronte ad individuare rimedi che favoriscono il dissolversi dei blocchi energetici. Il rispetto di questa antica arte dell’equilibrio, permette di armonizzare i propri ambienti al fine di innalzare la qualità della vita.
La vocazione ecologica del Feng Shui trova la sua naturale collocazione nella progettazione della Bioedilizia, che privilegiando materiali sani per l’uomo e non inquinanti per il pianeta, contribuisce anche al risparmio energetico e delle risorse naturali.
Questa edizione del Salone ha dato anche un’opportunità a giovani designer che, attraverso un concorso, hanno potuto realizzare i propri progetti, grazie ad alcune aziende toscane impegnate nel lavoro di materiali tipici dei distretti produttivi della regione come: legno, ferro, vetro, cotto, pellami, pietre, paglie, tessuti ed imbottiti.
Nell’Arsenale saranno esposti i prototipi dei tre progetti vincitori, disegnati dai giovani partecipanti al "Made in Tuscany", concorso di furniture design promosso dal Salone del Mobile, in collaborazione con TRAART – Regione Toscana, Università di Firenze, Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner