partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  19/07/2024 - 16:48

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Eyes wide shut
Regia di Stanley Kubrick
Cast: Tom Cruise, Nicole Kidman, Sidney Pollack; drammatico; Usa; 1999; C.

 




                     di Riccardo Ventrella


Eyes wide shut - Recensione
Eyes wide shut - Presentazione


Se ne starà su una nuovoletta, a farsi raccontare qualche barzelletta da Peter Sellers. E  a ridere degli umani, di quelli sdegnosamente delusi dall'esclusiva anteprima losangelina di Eyes Wide Shut. Bella gente, vogliosamente protesa verso il panno bianco. L'attesa da "sabato del villaggio" li ha lasciati interdetti, non hanno avuto il loro giorno d'allegrezza pieno. Volevate vedere Cruise e la Kidman impegnati in furiosi amplessi ? Chi ve l'ha promesso, io forse, ridacchierà Stan.  Credete che ne siano capaci, del resto ? Eyes Wide Shut non è il film migliore di Kubrick, nè il suo capolavoro, questo il minimo comune multiplo delle umane recensioni. Bella scoperta. Nessuno riesce a dimenticare che il castello costruito sotto al film è il frutto di voci di corridoio, anticipazioni, soffiate, visioni private, sbriciatine. Quello che Stan voleva. Il suo ultimo, definitivo, geniale sberleffo. Non un testamento, perché non è credibile che per un solo momento Stan abbia pensato di poter morire. Di roteare, forse, come l'osso di 2001, quello che nessun operatore era riuscito a tenere nell'inquadratura finché lui imbracciò personalmente la macchina da presa. Eyes Wide Shut non esiste, è solo un oggetto dato in pasto all'industria, l'ennesima versione della "Porta delle Stelle". Passate di qua, e tornerete giovani. Ciò non toglie che Eyes Wide Shut sia un grandissimo film moderno, quindi incomprensibile per le categorie contemporanee. Mitteleuropeo e schnitzleriano, nel suo adattare Doppio sogno citando letteralmente il testo originale. Con lo stesso tocco col quale allo scrittore si avvicinava un altro celebre regista, Max Ophuls. Quasi un ritorno a casa per Kubrick, che di immigrati austriaci (di seconda generazione) era figlio. Oblungo, e liquido, nel suo usare illuminazioni ovattate, la versione a luce elettrica di Barry Lyndon. Povero nell'immagine quando serve, fantasioso nel far girare l'obiettivo sempre. Guardare la sequenza del party, quasi all'inizio del film per credere. Liquido perché drogato, per lunghi tratti, o alterato da sostanze di varia natura. Quasi tutte al limite del consentito. Il sesso è solo un'altra maniera di conoscere il mondo. Non è attrazione, è pulsione di morte. Cruise tocca la necrofilia (la leggenda metropolitana su questo punto va fatta scemare), come Nicholson si godeva i suoi cinque minuti con la donna squartata in Shining. Lo voleva così Stan il suo protagonista, drammaticamente inespressivo, e gli ha regalato il pallino, il trono, il privilegio del punto di vista, dell'apertura attraverso la quale si accede alla storia. Lo voleva con una bella moglie, e ha scelto Cruise per avere il biancore di Nicole Kidman, l'involucro innocente che nasconde i racconti piccanti, e quasi tutti falsi. La trama precisa la leggerete altrove, con dovizia di particolari. Leggerete dell'orgia in maschera, parodia del carnevale di Venezia, dei tradimenti veri o immaginati. Nessuno vi potrà raccontare Eyes Wide Shut, perché Eyes Wide Shut non esiste.

Eyes wide shut, regia di Stanley Kubrick, con Tom Cruise, Nicole Kidman, Sidney Pollack; drammatico; Usa; 1999; C.

Voto non si può... 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner