partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo
C'era una volta a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
7 uomini a mollo
Di Gilles Lellouche
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
Parigi a piedi nudi
Di Dominique Abel e Fiona Gordon

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  02/04/2020 - 07:11

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Le cose che so di lei
Things you can tell just by looking her
Regia di Rodrigo García
Cast: Glenn Close, Cameron Diaz, Calista Flockhart, Holly Hunter, Amy Brenneman, Kathy Baker, Valeria Golino; drammatico; Usa; 2000; C

 




                     di Paolo Boschi


Recensione a favore
Altro parere


Cinque storie al femminile di ordinaria e drammatica quotidianità si alternano sullo sfondo della Los Angeles di oggi, ricalcando la struttura narrativa (volutamente decostruita) che va dall’archetipo di genere di America oggi di Robert Altman fino ai recenti Magnolia di Paul Thomas Anderson e I cinque sensi di Jeremy Podeswa. Una matura donna separata, profondamente insoddisfatta della sua vita, cerca risposte al futuro nei tarocchi di una giovane cartomante: la sorte ha in serbo per lei un giovane sconosciuto. La dirigente d’una banca, alla soglia dei quarant’anni, entra in cortocircuito emozionale dopo aver deciso di risolvere con l’aborto l’inaspettata gravidanza originatasi dalla relazione con un uomo sposato: il tutto in due giorni segnati dalla sconcertante presenza di una vecchia barbona che sembra sapere di lei più cose di quanto dovrebbe. La cartomante di cui sopra soffre per la malattia terminale della sua giovane compagna e ricorda per lei il momento d’inizio della loro storia. Una madre separata con vivace figlio quindicenne conosce il nuovo vicino, simpatico ed affetto da nanismo. Due sorelle, un’ispettrice ed una giovane non vedente, hanno opposti problemi relazionali: la prima ha una vita affettiva troppo scarna, la seconda fin troppo briosa, ma i suoi corteggiatori non mantengono mai le promesse di un legame più solido; in sottofondo il suicidio di un’amica dell’ispettrice, con la sorella cieca più brava ad intravederne la relativa storia nascosta. Nel finale vedremo ogni singolo episodio chiudersi (o restare in sospeso) con un puntuale intreccio con i personaggi delle altre storie: Le cose che so di lei segna il sorprendente esordio alla regia di Rodrigo García, figlio d’arte del premio Nobel Gabriel García Márquez – lo scrittore colombiano è perfino citato indirettamente con un’allusione (fin troppo palese) a Cent’anni di solitudine –, che da anni dirige un laboratorio di sceneggiatura alla Scuola internazionale di cinema e televisione di Cuba. Cinque storie quasi esclusivamente al femminile, collegate da un fil rouge sommerso di magia delle piccole cose e spesso filtrate dalla lente di lettura del doppio. Storie che, nel loro insieme, costruiscono un mosaico in assemblamento di complesse e molteplici tematiche contemporanee: la solitudine, la morte, l’amore, l’incomunicabilità, la speranza, l’infelicità, il futuro. Nello straordinario cast di primedonne, accanto alle ‘solite’ Glenn Close e Holly Hunter, spicca anche una sorprendente Cameron Diaz. A Cannes 2000 il film di Rodrigo García si è imposto nella sezione “Un certain regard”.

Le cose che so di lei - Things you can tell just by looking her, regia di Rodrigo García, con Glenn Close, Cameron Diaz, Calista Flockhart, Holly Hunter, Amy Brenneman, Kathy Baker, Valeria Golino; drammatico; Usa; 2000; C.; 1h e 46’

Voto 8- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner