partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  28/01/2022 - 16:37

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Honolulu baby
Regia di Maurizio Nichetti
Cast: Maurizio Nichetti, Jean Rochefort, Maria De Medeiros, Paulina Gálvez, Marián Aguilera; commedia; Italia; 2000; C

 




                     di Paolo Boschi


Honolulu baby
Maurizio Nichetti parla con Scanner


A più di vent'anni da Ratataplan, il suo sorprendente esordio registico, Maurizio Nichetti in Honolulu baby torna a vestire i panni dell'ingegner Colombo, finalmente assunto da una multinazionale in cui l'amministratore delegato vigila come un Big Brother virtuale sulla perfetta inglesizzazione dei suoi dipendenti. Nonostante il protagonista sia innamorato della moglie, nel momento per la consorte i figli sono un lusso da sacrificare sull'altare di una carriera da McDonald, in più la falce dei tagli aziendali si abbatte su Colombo affidandogli un incarico dal quale nessuno dei colleghi che l'hanno preceduto ha mai fatto ritorno: una trasferta brasiliana nella sperduta Melancias, alla ricerca di un fantomatico giacimento di petrolio, in pratica l'anticamera di un sicuro licenziamento. Partito a malincuore da Milano, Colombo arriva in un paesino abitato da oltre trecento donne e può contare solo sull'aiuto di Cri Cri, un anziano francese ricco di joie de vivre che a Melancias si è ambientato a meraviglia. Diventato il palese oggetto del desiderio del personale della pensione (per tacere del resto dell'abitato), dopo il primo estemporaneo e casuale assalto erotico Colombo si lascia contagiare dalla situazione e chiede più tempo al suo principale afferrmando di aver forse trovato l'oro nero. In breve si scoprirà futuro padre di sette creature da rispettive sei compagne, arriveranno migliaia di chilometri di tubi, utlizzati non per un oleodotto ma per un utlile acquedotto che risolleverà le sorti del paese. Nonostante tutto, l'ottimismo del protagonista gli procurerà inaspettate soddisfazioni professionali, in vista del ritorno con sorpresa a Melancias. E' Honolulu baby, l'ultimo film di Maurizio Nichetti, una commedia intelligente, intrigante e ricca di fantasia: a partire dal titolo, che richiama l'omonima canzone interpretata da Laurel & Hardy ne I figli del deserto. Funziona più o meno tutto, e risulta ottima l'idea dell'imperante inglesizzazione circolante nei dialoghi del cast, molto aperta a libere contaminazioni con l'italiano, il francese e lo spagnolo - e peraltro quasi mai ardua da seguire nello sviluppo del plot -. La storia è semplice, quasi esile, ma risulta allo stesso tempo ricca di spunti e d'ironia: è quasi un miracolo che non perda coesione fino ai titoli di coda (anche questi da non perdere, come gli spostamenti continentali in chiave cartoon), ma arriva dritta all'obiettivo anche grazie ad una serie di siparietti comici, a personaggi 'strani' ed a sprazzi di surrealismo. Rispetto ai compartimenti stagni del cinema nazionale Nichetti si conferma dunque un autore 'a parte' con una commedia a tratti deliziosa e fragile come un fiocco di neve nel deserto: un film vivace che riesce a parlare di donne e di femminilità con delicatezza e realismo, senza riproporre il classico stereotipo italiota del protagonista maschile perso nei meandri di uno villaggio-harem. Una piccola anomalia insomma, ma di quelle che arrivano a segno e smuovono i sentimenti del pubblico con fantasia: non c'è che da augurarle la miglior fortuna.

Honolulu baby, regia di Maurizio Nichetti, con Maurizio Nichetti, Jean Rochefort, Maria De Medeiros, Paulina Gálvez, Marián Aguilera; commedia; Italia; 2000; C.; dur. 1h e 31'

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner