partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/05/2024 - 14:15

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Il mandolino del capitano Corelli
Captain Corelli’s mandolin
Regia di John Madden
Cast: Nicolas Cage, Penélope Cruz, John Hurt, Christian Bale, David Morrissey, Irene Papas; bellico/sentimentale; 2001; C

 




                     di Paolo Boschi


Il mandolino del capitano Corelli
Shakespeare in love


La seconda guerra mondiale e gli incontaminati scorci delle isole greche ci avevano già regalato, un piccolo grande film dove tutto finiva per andare per il verso giusto. Rispetto alla pluripremiata opera di Gabriele Salvatores ne Il mandolino del capitano Corelli resta invariata l’ambientazione geografica e temporale: il cambio di registro dalla commedia al sentimentale dimostra in negativo come un’atmosfera potenzialmente intrigante possa diventare farroginosa ed indigesta. Protagonista della storia, ispirata ad una vicenda realmente accaduta e narrata in veste romanzesca da Louis de Bernières, è Nicolas Cage nei panni del capitano Corelli, ufficiale della divisione “Acqui”, che durante il secondo conflitto mondiale s’impossessò in nome del regio esercito italiano dell’isola di Cefalonia, ritenuta di notevole importanza strategica per il controllo del Mediterraneo. Corelli è lo stereotipo hollywoodiano del milite italico, più interessato a godersi la vita, suonare il mandolino e cantare con i commilitoni piuttosto che a combattere. Accolto giocoforza nella casa del Dottor Iannis, Corelli si lascia coinvolgere dalle grazie mediterranee della figlia del medico dell’isola, la bella Pelagia. Inizialmente la ragazza è ritrosa, poi, anche per la lontananza forzata del suo promesso sposo, entrato nella resistenza greca, anche lei comincia a cedere al fascino suadente del mandolino dell’ospite. Quasi in concomitanza con il fiorire di un grande amore, l’idilliaca atmosfera di Cefalonia si tinge di sangue: Corelli sarà tra i primi protagonisti dell’insorgente resistenza italiana, e miracolosamente resterà l’unico superstite del massacro operato dai nazisti ai danni della sua divisione. Paradossalmente le ragioni della storia, che dovrebbero costituire il fulcro della pellicola, restano sempre sulla cornice dell’idillio tra Cage e la Cruz. Per fortuna del cast fa parte anche John Hurt nei panni del Dottor Iannis, unico personaggio in grado di elargire in modo simpatico pillole di saggezza ellenica. Nonostante l’ottima fotografia e la discreta resa narrativa, una volta calato il sipario, Il mandolino del capitano Corelli lascia soprattutto la sensazione d’aver assistito ad un insipido soufflé sentimentale condito in salsa bellica. Ma i romantici e tutti coloro che hanno amato Pearl Harbor possono comunque tentare la fortuna: se non altro il drammone pseudo-storico di John Madden è incentrato su un triangolo amoroso tranquillo quanto classico, e dura anche meno. Purtroppo non abbastanza...

Il mandolino del capitano Corelli – Captain Corelli’s mandolin, regia di John Madden, con Nicolas Cage, Penélope Cruz, John Hurt, Christian Bale, David Morrissey, Irene Papas; bellico/sentimentale; 2001; C.; dur. 2h e 7’

Voto 6- 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner