partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Ettore Sottsass
Oltre il design
Reporting From The Front
15. Mostra Internazionale di Architettura
Fundamentals
14. Mostra Internazionale di Architettura
Phyllis Lambert
E gli altri leoni di Venezia
Motor of Modernity
Grup R. Architecture, Art and Design
Maicol e Mirco
Universo
Vorrei sapere perché
Una mostra su Ettore Sottsass
Paolo Riani
Uncharted territories, per territori sconosciuti
I giovani alla biennale d'Architettura
Next - Ottava Biennale di architettura e design
Next 2002
Next City, gli altri progetti speciali e gli eventi paralleli

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  20/06/2018 - 19:18

 

  home>arte > design

Scanner - arte
 


Triennale di Milano
Dentro la città Europa.
USE (Uncertain States of Europe)
Non sono una signora

 




                     di Giovanni Ballerini


Non sono una signora


La Triennale di Milano presenta Dentro la Città Europa. USE (Uncertain States of Europe) che si è inaugurata il 15 gennaio 2002 nell'ambito della XX Esposizione Internazionale della Triennale di Milano " La memoria ed il futuro".

Ormai, grazie alla diffusione dell' Euro, 300 milioni di cittadini del vecchio continente hanno la dimostrazione tangibile di appartenere ad un'unica realtà sovra-nazionale. Ma l'esperienza quotidiana di circolazione di un'unica moneta, non potrà fugare i dubbi e le incertezze sull'identità del Vecchio continente.

Cosa è oggi l'Europa? Circa 70 tra architetti, fotografi, filmaker, artisti, geografi coordinati dal guppo "Multiplicity", stanno da alcuni mesi provando a dare una risposta a tante domande che riguardano la nuova Europa, indagando - come veri e propri "detectives dello spazio"- alcuni delle situazioni più originali e sconosciute del territorio europeo e delle sue città, da Pristina a Parigi, da Helsinky a Porto.

Fenomeni e processi inconsueti, spesso estranei al mondo dell'architettura e dell'urbanistica; eppure di grande potenza, in grado di cambiare radicalmente la natura delle principali città europee.

Nello spazio espositivo verranno proiettate alcune "profezie" sul futuro dell'Europa.

Protagonisti del mondo della cultura e delle libere professioni racconteranno quali sono le condizioni attuali dell'Europa e quali saranno i temi cruciali da considerare per il suo futuro sviluppo. Tra loro, Rem Koolhaas, Luc Montagnier, Marina Abramovic, Etienne Balibar, Ignacio Ramonet, Edward Luttwak, Catherine David, Bruno Latour...

Utilizzando filmati (curati da Paolo Vari) e fotografie (di Gabriele Basilico e Francesco Jodice e di altri giovani fotografi europei), USE racconterà su grandi schermi le "storie" di questi e altri luoghi dell'innovazione in Europa e ne proporrà un'interpretazione.

Nel momento in cui il mondo è percorso da rischi e conflitti USE propone un'immagine dell'Europa come di uno spazio che cambia dal basso e sperimenta nuove forme di aggregazione e nuovi insoliti paesaggi sociali. E' in questi luoghi, posti spesso alla periferia dell'immaginario geopolitico prodotto a Bruxelles e a Strasburgo, che l'Europa sta cambiando più in fretta. E' qui che si manifesta con più evidenza il "nuovo" ed é possibile immaginare il futuro del nostro continente.

Dentro la Città Europa

USE (Uncertain States of Europe)

16 gennaio - 31 marzo 2002, Orario: 10 - 20, continuato, chiuso il lunedì

a cura di MULTIPLICITY : Stefano Boeri, Maddalena Bregani, Francisca Insulza, Francesco Jodice, Giovanni La Varra, John Palmesino

Allestimento: Boeristudio (Stefano Boeri, Gianandrea Barreca, Giovanni La Varra)

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner