partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Bollywood Talkies
Di Vanessa Vettorello
Miserachs Barcellona
Curata da Horacio Fernández
FoFu Phot'art
Fucecchio Foto Festival 2015
Il sipario incantato
Il sapore del teatro in mostra
Itinere
Compenetrazioni d’artista
Achille Jachetti
Macelleria.me
Ivo Saglietti
I Demoni
A year of blues
Una mostra fotografica di Mark Abouzeid
Ugo Mulas
La scena dell’arte
Ari Marcopoulos
Always and Never

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/09/2018 - 20:28

 

  home>arte > fotografia

Scanner - arte
 


Maurizio Buscarino
Ho conosciuto Kantor
Una rassegna di immagini di scena
Teatro della Pergola, Sala Oro, Firenze, 23 Maggio - 18 Giugno 2002

 




                     di Giovanni Ballerini


Tadeusz Kantor, è nata a Firenze un'associazione internazionale
Tadeusz Kantor, Dipinti, disegni, teatro, Firenze 2002
Le fotografie di Maurizio Buscarino: Ho conosciuto Kantor


Il Teatro della Pergola, in occasione della mostra-evento che Firenze dedica a Tadeusz Kantor (Palazzo Pitti, Galleria d'arte moderna e Teatrino del Rondò di Bacco, 23 maggio - 10 agosto 2002), ospita una rassegna di immagini di scena firmate da Maurizio Buscarino, celebre fotografo italiano che da trent'anni percorre le strade del teatro. Sono la testimonianza più viva del folgorante incontro con il regista polacco e con le sue atmosfere, compendio dello straordinario volume (Kantor, pagine 156, tavole fotografiche 138, che Buscarino ha appena pubblicato da Leonardo Arte-Electa. Organizzata da Firenze Mostre, da ETI-Teatro della Pergola e dalla Biblioteca Spadoni in collaborazione con la Cricoteka di Cracovia, la rassegna ospita 76 foto di grande formato (tutte di centimetri 40 x 50, stampate dall'autore) che documentano gli ultimi 13 anni di attività di Kantor a cominciare dal debutto in Occidente. E' un percorso che inizia con La classe morta (1977) e che si snoda attraverso Wielopole Wielopole, Crepino gli artisti, La macchina dell'amore e della morte, Oggi è il mio compleanno fino a Qui non ci torno più del 1990, anno della scomparsa del regista. Il catalogo della mostra è appunto il volume Kantor che insieme alle opere esposte a Firenze, contiene oltre 60 immagini inedite e una serie di testi. Si tratta di un documento prezioso per chi vuole ritrovare la memoria visiva, dal forte impatto emotivo, di un momento centrale della storia del teatro. Nel primo capitolo, Ho conosciuto Kantor, Buscarino descrive i primi incontri con l'artista polacco e la nascita del rapporto fra un silenzioso e acuto osservatore e un potente creatore. Nel capitolo Il genio clandestino, Renato Palazzi ripercorre invece la biografia di Kantor ricostruendone con attenzione i rapporti fra vita e produzione artistica. Infine il terzo capitolo, E dietro questa parata…: si tratta di una lirica di Kantor dedicata alla Classe morta e alla presenza nella "parata" del "fotografo-anatomista" Buscarino. Maurizio Buscarino è nato a Bergamo il 7 maggio 1944. Dal 1973, anno in cui assiste per caso al Min far Hus dell'Odin Teatret, percorre come fotografo il "territorio" del teatro, da quello europeo a quello americano a quello orientale. La sua opera è una imponente testimonianza sul teatro contemporaneo e, allo stesso tempo, una tenace e singolare rappresentazione della sua visione del mondo. Fra i suoi ultimi libri: Teatri delle terre di Pesaro e Urbino, Milano (Electa) 1997; Kantor, il circo della morte, Udine (ART&) e Bolzano (Edition Sturzflüge) 1997; Pier'Alli, il paesaggio della musica, Milano (Leonardo Arte) 1998; Il popolo del teatro, Milano (Leonardo Arte) 1999; Le Marche dei Teatri, Milano (2 vol., Skira) 2000; Moni Ovadia, Milano (Leonardo Arte) 2000, Post Cantum, un paese, Zogno (Stamargeno) 2001, Per antiche vie, la giornata libera di un fotografo, Milano (Leonardo Arte) 2001.

Teatro della Pergola, via della Pergola 12/32, 50121 Firenze

Orario della mostra: 16 - 19 (nei giorni di spettacolo fino alle 23), chiusa domenica e lunedì

Ingresso libero: Informazioni: Tel. 055.2264341 - 055.2264335

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner