partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


The Florence Experiment
L’interazione tra umani e piante
Arte Fiera 2018
L’edizione 42
I Giardini della scultura
Dedicato a Pier Carlo Santini
Biennale di Venezia
56. Esposizione Internazionale d’Arte
Species of Spaces
Curated by Frederic Montornés
Past Disquiet
Narrativas y fantasmas
30/60 opere della collezione
Del FRAC Champagne-Ardenne
megafone.net
2004-2014
Accademia di San Luca
E’ nata l'Associazione Amici
Meetings on Art
La continua evoluzione dell’arte

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/06/2018 - 17:56

 

  home>arte > appuntamenti

Scanner - arte
 


Binari d'arte
Tutto quello che c’è da vedere a Roma
per chi va di fretta e per chi si ferma...
Vacanze Romane - Parte I

 




                     di Chiara Caporilli


La rivoluzione Espressionista - Vacanze Romane - Parte II


Per chi arriva o per chi parte da Roma, una bella iniziativa è presentata alla Stazione Termini.
Lo snodo ferroviario ristrutturato in occasione del Giubileo prevede dei punti di sosta innovativi. Si è pensato di munirel’intera area di spazi espositivi che di volta in volta possono accogliere mostre, rassegne, esposizioni, offrendo così al viaggiatore un’occasione di sosta diversa.
In questo periodo l’ala destra della stazione presenta due rassegne interessanti.
La prima si trova nella sala Mazzoniana e accoglie la mostra Contemporaneo Temporaneo.
Qui sono accolte le nuove acquisizioni della G.N.A.M. (Galleria Nazionale d’Arte Moderna di Roma), in un percorso che si snoda in tre sale distinte.
Alla base del progetto espositivo vi è la convinzione, sentita quasi come una necessità, di poter avvicinare l’arte contemporanea ad un pubblico più vasto, inserendola in un contesto nuovo.
Si vuole arrivare così alla desacralizzasione dello spazio culturale per eccellenza, il Museo (sede delle Muse, appunto) per creare nuovi punti di incontro con una nuova tipologia di fruitore.
Se da un punto di vista concettuale il discorso è di notevole interesse, dal punto di vista espositivo la mostra è in realtà allineata agli standard espositivi attuali nel percorso, nella sezione didattica, nella sicurezza.
Quello che cambia è il bacino d’utenza, virtualmente tutti i passeggeri della Stazione, con numeri inarrivabili per qualsiasi istituzione tradizionale.
Ma ci chiediamo, che cosa avrebbe significato portare il ragionamento alle estreme conseguenze?
Forse qualche artista potrebbe rispondere con una performance ideata sui binari o magari su qualche macchina già in movimento…
La prima sala è stata denominata “storica” e presenta il movimento della Transavanguardia. Pur se già definito in un arco di tempo che copre gran parte degli anni ’80, non condividiamo la scelta di affiancare questa sezione a quella che segue. Nelle sale successive infatti prevalgono ricerche non più pittoriche intese in senso tradizionale, ma si sperimentano nuovi percorsi attraverso l’uso di tutti i media.
Eva Marisaldi con l’opera: Glicine ci propone la sua ricerca fotografica; così Monica Carocci con opere in cui il procedimento chimico viene svelato e le bruciature risultano visibili; Nunzio utilizza solo il legno per le sue sculture; negli assemblages Liliana Moro si richiama al mondo infantile con opere di forte impatto; Studio Azzurro affronta il mondo della interattività con una ricerca che dura da oltre venti anni.
L’ultima sala è dedicata al premio d’arte per i giovani che quest’anno però non è stato ancora assegnato. Qui è presente anche l’opera di
Stefania Galegati premiata nel 2000. Scendendo al piano terra e lungo il tapis-roulant che collega la nuova ala della stazione ai treni per l’aeroporto, sono visibili le opere dei fotografi che partecipano alla rassegna Fotoesordio 2002.
Un modo sicuramente utile per farsi conoscere e altrettanto interessante nell’attesa di partire.

Voto 7 e mezzo 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner