partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Bill Viola
Rinascimento elettronico
Punk
Le sue tracce nell'arte contemporanea
Stefano Bressani
Picasso Reloaded
Osvaldo Lamborghini
Teatro Proletario De Cámara
Andy Warhol
Una storia americana
Lawrence Weiner
Scritto nel vento, Escrito en el viento
Barcellona
Un salto nell’arte contemporanea
Tour Eiffel
The Refitting of the 1st Floor
Luca Alinari
Scanner intervista il maestro fiorentino
Belle arti
Viaggio tra le Accademie d’Italia

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  22/11/2017 - 04:32

 

  home>arte > cult

Scanner - arte
 


Tour Eiffel
The Refitting of the 1st Floor
Moatti-Rivière Architecture Studio ristruttura il primo piano della Tour Eiffel
Lo presenta, in occasione della XIII Biennale di Architettura di Venezia, allo Spazio Lightbox di Venezia dal 27 agosto al 25 novembre 2012. Opening, preview e cocktail

 




                     di Giovanni Ballerini


Il primo piano più famoso del mondo, a 57 metri sopra Parigi, ha deciso di cambiare look. la Tour Eiffel fa ancora una volta parlare di sé. Regina delle architetture mondiali, si presenta in veste rinnovata e spettacolare in occasione della Biennale di Architettura, con una mostra dal forte impatto scenografico, che converte lo spazio espositivo di Lightbox in gigantografia virtuale e anticipa quello che succederà a Parigi nel 2013.
In mostra nelle stanze di Lightbox un viaggio fatto di immagini, disegni, sketch, video e modelli che ricalcano genesi, sviluppo e costruzione del progetto di ristrutturazione del primo piano della Tour Eiffel, dall’ideazione alla realizzazione, effettuato dallo studio internazionale di architettura Moatti - Rivière.
L’esposizione presenta in anteprima il progetto di rinnovamento della Torre con una duplice prospettiva dialettica, che corrisponde alla struttura fisica e metaforica della Tour Eiffel, con il suo insieme di linee orizzontali, verticali e oblique, che ne accentuano la crescita verticale: dalla città alla torre, quindi dal basso verso l’alto, e viceversa dalla torre alla città, quindi dall’alto verso il basso, alla scoperta di un emozionante complesso universo architettonico. Il complesso progetto di ristrutturazione del primo piano prevede la soppressione e la ricostruzione dei due padiglioni esistenti, Pavillion Eiffel e Ferrié. Il Pavillon Eiffel diventerà una sala polivalente dedicata a conferenze, spettacoli, eventi, cene o cocktail. Il Pavillon Ferrié ospiterà i servizi rivolti al visitatore, quali negozi e ristoranti, oltre che un percorso museografico. Il terzo padiglione, che ospita il ristorante 58 Tour Eiffel, sarà reso esternamente uguale agli altri due.
Oltre al progetto architettonico un elemento renderà ancora più spettacolare il primo piano della Tour: la sostituzione della pavimentazione che costituisce il perimetro dell’apertura centrale della Tour con una pavimentazione in vetro. Le balaustre metalliche saranno ugualmente sostituite da balaustre in vetro. Questa soluzione permetterà al visitatore un’immersione totale nella Torre e la possibilità di percorrere visivamente la struttura con la sensazione di essere sospesi nel vuoto, in mezzo ai suoi gloriosi pilastri. Architettura, scenografia ed emozione si fondono in un unicum, che riesce ad amalgamare sapientemente la struttura originaria ad elementi super contemporanei.
Massima attenzione a rendere la Torre più sostenibile, sia dal profilo dell’accessibilità che delle emissioni di carbonio. Senza dimenticare l'energia solare per il riscaldamento, l'energia eolica e idraulica, il recupero delle acque piovane, l’illuminazione a LED: il futuro della Tour Eiffel comincia da qui.
La ristrutturazione è stata progettata e realizzata dagli architetti Moatti-Rivière, insieme all’impresa Bateg (Vinci Group) per la costruzione.
Riconosciuto per la sua capacità di intervenire su luoghi carichi di storia e dalla forte valenza simbolica, lo studio Moatti-Rivière fa del rispetto dell’identità del luogo e del suo genius loci la base fondante della propria progettualità, pur conferendo allo spazio un profilo contemporaneo.
Il lavoro di Moatti-Rivière, fondato da Alain Moatti, architetto e scenografo dal 1985, e Henri Rivière (1965 – 2010), architetto e designer dal 1990, spazia dall’architettura, al design e alla museografia, ed è stato scelto e acclamato da grandi nomi del panorama internazionale culturale, quali Jean-Paul Gaultier, Yves Saint Laurent, Baccarat. Innumerevoli gli interventi dello studio Moatti-Rivière in luoghi d’eccezione, quali, oltre alla la Tour Eiffel, Les Invalides, e il Museo del Louvre.
La mostra Tour Eiffel, the Refitting of the 1st Floor è a ingresso libero e visitabile dal lunedì al venerdì con orario10.00-18.00.  
Fine settimana su appuntamento. Prosegue fino al 25 novembre 2012.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner