partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Tomás Saraceno
Aria
Luca Pignatelli
In un luogo dove gli opposti stanno
Natalia Goncharova
Una donna e le avanguardie tra Gauguin, Matisse e Picasso
Verrocchio, il maestro di Leonardo
Dipinti, sculture e disegni
Marina Abramovic
The Cleaner
Massimiliano Alioto
Ghosts?
Il Cinquecento a Firenze
Tra Michelangelo, Pontormo e Giambologna
Gelatina dura
Storie nascoste degli anni '80
La Biennale di Venezia
Tutti gli appuntamenti del 2017
Ai Weiwei
Bilancio di Libero

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  21/10/2020 - 12:48

 

  home>arte > mostre

Scanner - arte
 


Tomás Saraceno
Aria
Schiude mondi utopici e allo stesso tempo reali
Temporaneamente chiusa fino a nuove disposizioni per l’emergenza coronavirus la mostra, a cura di Arturo Galansino, in programma a Palazzo Strozzi di Firenze dal 22 febbraio al 19 luglio 2020

 




                     di Giovanni Ballerini


Tomás Saraceno Aria. Palazzo Strozzi 2020
Thermodynamic Constellation, 2020
In Contatto con Palazzo Strozzi, c’č anche Ai Weiwei, 2020
In Contatto con Palazzo Strozzi, c’č anche Marina Abramovic, 2020
In Contatto con Palazzo Strozzi, c’č anche Tomás Saraceno, 2020
In Contatto con Palazzo Strozzi, c’č anche Jeff Koons, 2020


"A Palazzo Strozzi la ricerca artistica di Tomás Saraceno che, con la sua visione aperta e interconnessa schiude mondi utopici e allo stesso tempo reali, viene ulteriormente amplificata di senso e resa esteticamente unica dal confronto con il nostro edificio, simbolo dell’Umanesimo. Il titolo della mostra – Aria – oltre a riferirsi a temi ed elementi caratteristici del lavoro dell’artista, vuole essere un monito al rispetto del pianeta e della sua atmosfera, ormai criticamente compromessa, e prefigurare il passaggio ad una nuova era geologica – l’Aerocene – incentrata proprio su questo preziosissimo elemento, ha anche implicazioni musicali, data la presenza nell’esposizione del ritmo delle vibrazioni delle ragnatele e della sonificazione delle onde gravitazionali provenienti dall’Universo. Un approccio interdisciplinare che ci fa percepire la complessa rete che collega l’uomo sia al microcosmo delle particelle, sia al macrocosmo dei mondi".
Doveva restare allestita e soprattutto visitabile dal 22 febbraio al 19 luglio 2020, ma la mostra di Palazzo Strozzi Tomás Saraceno. Aria, a cura di Arturo Galansino, direttore generale della Fondazione Palazzo Strozzi, che nei primi 6 giorni aveva superato le 4.000 presenze, a causa della pandemia coronavirus e, in particolare ottemperando alle disposizioni del Decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri resterŕ temporaneamente chiusa fino a nuove disposizioni.
Poi, se lo consentiranno le norme igienico-sanitarie di prevenzione del Covit 19, sarŕ finalmente di nuovo visitabile questa prima retrospettiva italiana dedicata all’artista argentino. Una mostra dedicata a uno dei piů originali e visionari protagonisti dell’arte contemporanea del momento, che viene annunciata e introdotta idealmente, giŕ nel cortile di Palazzo Strozzi dall’installazione site specific Thermodynamic Constellation. Salendo le scale del palazzo fiorentino si entra in atmosfere che stimolano la nostra capacitŕ di metterci in contatto con il mondo in modo nuovo.
Ragnatele come opere d’arte, il cosmo come geometrie, architetture ardite, vibrazioni e suoni, che svelano e sottolineano la visione aperta e interconnessa s di Tomás Saraceno, che intinge le sue creazioni in mondi utopici e allo stesso tempo reali, che vengono amplificate e stigmatizzate con il confronto dinamico con Palazzo Strozzi.
La mostra Tomás Saraceno. Aria č accompagnata da un ricco programma di eventi e attivitŕ che include la realizzazione di speciali progetti partecipativi, in collaborazione con Aerocene Foundation, come gli Aerocene Flights, che si terranno presso la Manifattura Tabacchi, dove č anche ospitata una selezione di video e materiali dedicati ad Aerocene, e Museo Aero Solar sviluppato con la partecipazione dell’Istituto Europeo di Design (educational partner) e Publiacqua, spettacolari performance di elementi volanti che si basano sulla ricerca dell’artista di sperimentare nuove forme di mobilitŕ, alimentati dall’aria e dall’energia solare e non dai combustibili fossili.
“La mostra – spiega Tomás Saraceno - sfida il canone gerarchico dell’albero della vita, proponendo invece una rete della vita, evidenziando gli intrecci tra specie e mondi. Č possibile consultare l'oracolo in qualsiasi parte del mondo attraverso l'App Arachnomancy e partecipare all'esercizio collettivo di Mapping Against Extinction (“Mappatura contro l’estinzione”) attraverso il processo di sensibilizzazione nei confronti dei diversi ambienti di cui facciamo parte. Come un oracolo del nostro presente, passato e futuro, il nostro universo multidimensionale, con un’attenzione che va oltre i soli esseri viventi, č incentrato sulle connessioni tra diversi livelli: tra la ragnatela cosmica, le ragnatele e i connettomi; tra la polvere cosmica e la polvere inquinante; tra la formazione di bolle di sapone e la sovrapposizione dei mondi che creiamo insieme”.

Tomás Saraceno. Aria Info www.palazzostrozzi.org Piazza Strozzi 50123 Firenze

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner