partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Night Talks
Online exhibition
Wopart
Lugano Virtual Fair
Carlotta Bertelli
Sulla soglia di un segno
Peacok
Un filtro Instagram
Jeff In Contatto
Con Palazzo Strozzi
Saraceno In Contatto
Con Palazzo Strozzi
Gallerie Estensi
#acasaconglieste
Ai In Contatto
Con Palazzo Strozzi
Marina In Contatto
con Palazzo Strozzi
Ricordare Louise
Di Vincenzo Rezzuti e Vera Ambra

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  29/11/2022 - 10:08

 

  home>arte > web

Scanner - arte
 


Night Talks
Online exhibition
I sogni e cosa vediamo quando stiamo svegli la notte
Alla Danysz gallery di Londra, dal 12 aprile al 31 maggio 2021 opening Monday 12 April 2021

 




                     di Giovanni Ballerini


Un fine indagatore del tempo, dei sentimenti e della nostra psiche, come come Edgar Alan Poe e sosteneva che "Coloro che sognano di giorno sono consapevoli di molte cose che sfuggono a coloro che sognano solo di notte". La pensa diversamente o almeno si concentra su cosa vediamo quando stiamo svegli di notte La Danysz Gallery di Londra, che dal 12 aprile al 31 maggio 2021 presenta Night Talks, una mostra online sul sito londinese della galleria che raccoglie opere che alludono ai processi riflessivi che avvengono di notte. . Quando il tempo si ferma e il subconscio diventa protagonista.
The online opening of the exhibition è il 12 aprile, da allora sarà godibile on line una scelta di opere di Erwin Olaf, Icy and Sot, David Moreno, James Mcnabb, Li Hongbo, Maleonn, Marion Peck, Vhils, YZ.
Un pensiero ricorrente, come un ricordo, i frammenti di un volto che affondano nello sfondo scuro vengono evidenziati nella deframmentazione 5 di Vhils, se invece per voi la notte è un tempo per i sogni; il tocco leggero, la morbidezza c’è la serie White on White di Maleonn. Se ci avete fatto caso la visione delle cose cambia di notte. Questa variazioni di percezione consente un cambiamento, una narrazione in cui l'insonnia viene percepita anche come realtà produttiva o comunque viene vista da un’altra prospettiva. Gli oggetti talvolta di notte sembrano diversi, come testimoniano in mostra le case stilizzate di David Moreno o quelle lignee che addirittura dondolano, come ci racconta Control C di James McNabb. Nel corso dell'ultimo anno, lo sguardo degli artisti (e non solo) si è rivolto verso l'interno, caratterizzando il campo visivo. E’ il caso di Erwin Olaf, che Nell’opera Hotel - Kyoto, stanza 211 raffigura ed esemplifica il rapporto tra gli ambienti e la figura umana fotografando l’ intimità di una ragazza che giace su un letto, insonne, come se fosse impegnata in una conversazione interiore, un discorso silenzioso con se stessa. Le sculture di carta in movimento di Li Hongbo svela una testa di bambina che si piega in un gesto surreale, mentre il dipinto Owl Dream di Marion Peck stabilisce una prospettiva notturna che arriva metaforicamente dall’esterno con una bambina che sogna placidamente mentre un gufo la guarda dalla testiera di un lettone solitario che è stato spostato in un giardino.

Danysz Gallery
78 rue Amelot Paris France
256 Beijing Road Shanghai China
by appointment London United-Kingdom

Voto 7 ½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner