partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao
Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  23/02/2024 - 12:23

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Secretary
Regia di Steven Shainberg
Cast: James Spader, Maggie Gyllenhaal, Jeremy Davies, Leslie Anne Warren; commedia; Usa; 2002; C.

 




                     di Paolo Boschi


Una commedia sentimentale intrisa d’anticonformismo: si tratta di Secretary di Steven Shainberg, un film tratto da un racconto breve di Mary Gaitskill che si è aggiudicato il Gran Premio della Giuria al Sundance Festival 2002 in virtù dell’originalità della sceneggiatura. Gran parte del merito, oltre alla bravura dei due interpreti principali – la sorprendente Maggie Gyllenhaal ed un James Spader all’ennesimo ruolo ambiguo della sua carriera –, è dovuta alla regia essenziale di Shainberg, priva di fronzoli di sorta ma capace di ricostruire con rigore il particolarissimo universo privato dei protagonisti, due personaggi che sono tutto un programma e dimostrano per l’ennesima volta il teorema dell’irresistibile attrazione degli opposti. La giovane Lee Holloway è un’imperterrita ed impacciata masochista che, dopo un periodo di degenza in un istituto psichiatrico, scopre che le cure ricevute l’hanno lasciata all’esatto punto di partenza, appena rientrata nel difficile alveo familiare: ricercando confusamente se stessa, Lee trova invece un lavoro da segretaria nello studio di Mr. Grey, un timido avvocato che si diletta ad infliggere sadicamente puntigliose torture professionali alle proprie sottoposte – e non a caso all’esterno dell’ufficio campeggia permanentemente un cartello luminoso con la scritta “Cercasi segretaria” (nessuna dura mai a lungo) –. L’incontro-scontro tra la timida segretaria dalle inclinazioni masochiste e lo schivo avvocato con tendenze sadiche, entrambi affatto disinvolti nei confronti dei lati oscuri dei rispettivi caratteri, ovviamente sfocerà in una relazione amorosa: il sinuoso percorso tracciato da Steven Shainberg per arrivarci è un mosaico di punizioni cercate, consenzienti torture, effervescenti perversioni e sentimenti nascosti, sempre raccontati con una naturale leggerezza che costituisce la cifra riposta di Secretary. Non tutti apprezzeranno ma quasi tutti avranno l’impressione di aver assistito ad una storia davvero particolare.

Secretary, regia di Steven Shainberg, con James Spader, Maggie Gyllenhaal, Jeremy Davies, Leslie Anne Warren; commedia; Usa; 2002; C.; dur. 1h e 50'

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner