partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


35° Torino Film Festival
Un festival che ha ancora la forza di rigenerarsi
12° Festa del Cinema di Roma
Un contenitore di tante proposte cinematografiche
Venezia 74
Il coraggio di un rilancio reale
Cannes70
Il Gran ballo del Cinema Internazionale
Far East Film 19
Un evento unico nel suo genere
67° Berlinale
67th Berlin International Film Festival
34° Torino Film Festival
Inaugurazione con Jasmine Trinca
11° Festa del Cinema di Roma
Un'edizione con il segno più
Venezia 73
Un grande rilancio
Cannes 69
Una macchina festival gigante e ipertrofica

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  15/12/2017 - 14:44

 

  home>cinema > festival

Scanner - cinema
 


Far East Film 19
Un evento unico nel suo genere
Il festival non è mai stato così vario di generi e di nazionalità.
A cura del Centro Espressioni Cinematografiche, proiezioni al Teatro Nuovo Giovanni da Udine dal 21 al 29 aprile 2017

 




                     di Matteo Merli


Udine è oramai diventato un punto fisso per chi ama la cinematografia di genere targata Oriente.
Il Far East 2017 mette al centro una bella retrospettiva Creative Visions: Hong Kong cinema 1997-2017.   Dieci pellicole che hanno segnato il cinema di Hong Kong  post-Handover: Made in Hong Kong di Fruit Chan (1997), The Mission di Johnnie To (1999), Infernal Affairs di Andrew Lau e Alan Mak (2002), Kung Fu Hustle di Stephen Chow (2004), After This Our Exile di Patrick Tam (2006), Ip Man di Wilson Yip (2008), Accident di Soi Cheang (2009), Love in a Puff di Pang Ho-cheung (2010), A Simple Life di Ann Hui (2011) e The Grandmaster di Wong Kar-wai (2013). Una retrospettiva che ci riporta alla memoria la prima edizione dell’Hong Kong Film, con sede al cinema ferroviario e che con il tempo si è trasformato nel grande evento del   Far East, trovando una nuova collocazione nel Teatro Nuovo, nel centro città e diventando un punto di riferimento del panorama asiatico nella nostra penisola, con l’aggiunta di una collana dvd e blu-ray realizzata grazie alla CG   Entertainment. Grande interesse è rivolto alla pellicola Made in Hong Kong di Fruit Chan,  restaurata grazie alla collaborazione della Cineteca di Bologna.
 E non poteva mancare, La farfalla sul mirino (1967) di Seijun Suzuki, immenso regista scomparso il 13 febbraio: in questo caso il restauro è della Criterion. La mini-sezione Restored Classics, offre  anche Cain and Abel (1982) di Lino Brocka, Moments in a Stolen Dream (1977) di Mike De Leon e Three Years Without God (1976) di Mario O’Hara. Un Festival pieno di proposte interessante e certe volte azzardate, ma che alla fine disegnano una mappa di genere a noi poco conosciuta o praticata, viste le lacune distributive italiane. In un cartellone cosi ricco ogni spettatore può crearsi un suo percorso, grazie anche alla presenza di numerose nazioni asiatiche: Giappone (13 titoli) e Corea del Sud (13), da Cina e Hong Kong (16), Taiwan (4), Thailandia (3), Filippine (3), e poi Laos, Vietnam, Cambogia. Il festival, che non è mai stato così vario di generi e di nazionalità, è un evento unico nel suo genere che non delude mai.

Voto 7 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner