partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Takashi Murakami
Il cane che guarda le stelle
Rotomago, Julien Noirel
Nyarlathotep
Violet
GG Studio
Stefano Fantelli
El Brujo Grand Hotel
Matt Kindt
Super Spy
Craig Thompson
Habibi
Davide Aicardi
Extinction Seed
Daniel Clowes
Wilson
Jean-Claude Götting
Il baule Sanderson
Uli Oesterle
Hector Umbra

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  26/09/2020 - 17:36

 

  home>strips > fumetti

Scanner - strips
 


Frédéric Boilet
Lo spinacio di Yukiko
Il nouveau manga arriva in Italia
Coconino Cult, Coconino press, pp.144, €12,00

 




                     di Matteo Merli


Arriva in Italia uno dei romanzi a fumetti che si iscrivono nel movimento Nouvelle Manga, creata dallo stesso autore, Frédéric Boilet nel 2001, in cui più che confermare le istanze di un movimento, vuole dare sfogo al libero arbitrio di certi autori che, allontanandosi dalla metrica del genere, creano un fumetto che trae ispirazione e vitalità da diverse fonti, ma che alla fine attinge nella vita quotidiana di ognuno di loro.

Lo scopo dei Nouvelle Manga e dare visibilità commerciale a diversi autori che lavorano in tutto il mondo con un respiro internazionale, lontani dalla estetica canonica del paese di provenienza, come dalle linee editoriali consuete, proponendo opere di qualità  di  autori affermati   come l’acclamato Jiro Taniguchi, in Giappone, che di quelli poco conosciuti come Vanyda in Francia. Lo spinacio di Yukiko, è un percorso dentro la matrice reale dell’autore che si mette in gioco come protagonista delle sue stesse ossessioni sessuali e amorose, in uno scenario che ha il sapore cinematografico in divenire, oscillante tra innovazione grafica e visiva. Il tutto a inizio a Tokyo, dove sboccia un amore tra una normale ragazza giapponese, Yukiko e un occidentale ( lo stesso autore ). Agli occhi del disegnatore, questa relazione con Yukiko Hashimoto, diventa l’occasione per esaltarne la sua bellezza, in un omaggio forsennatamente kitsch. Un romanzo a fumetti, fatto di istantanee di vita, ma che lascia una certa perplessità per questa s’oggettivazione in chiave minimalista, che soffoca in un sperimentalismo che non svincola mai il racconto dalle secche di un autocompiacimento fine a se stesso. Certamente, il percorso artistico di Boilet, che mescola fotografia e video è sicuramente interessante, ma il suo approccio alle storie intessute di autobiografia, rischiano di chiuderlo in una ricerca estetica che si preclude altre strade, ma spero che questa mia idea venga smentita dalle opere successive.

Voto 6 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner