partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Rolando D'angeli
Il Venditore Di Stelle
Roberto Curti e Alessio Di Rocco
Visioni proibite
Roberto Curti e Alessio Di Rocco
Visioni proibite
Francesco Bommartini
Riserva indipendente
Io sono un mito
Di Francesca Bonazzoli e Michele Robecchi
Il Morandini 2012
Dizionario dei film
Il Morandini 2011
Dizionario dei film
Bruno Casini
In viaggio con i Litfiba
Enzo Bianchi
Il pane di ieri
Il Morandini 2010
Dizionario dei film

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  27/02/2020 - 21:38

 

  home>libri > saggi

Scanner - libri
 


Giovanni Bogani
Peter Greenaway
Editore Il Castoro, 2004
Presentazione 24 novembre 2004, alle 21.30 Alla libreria Edison di Piazza della Repubblica a Firenze. Intervengono Sandro Bernardi, Giovanni Micoli e Davide Turrini

 




                     di Giovanni Ballerini


Berliner Blues di Giovanni Bogani
Peter Greenaway di Giovanni Bogani
Blu di Giovanni Bogani


Come conferma il libro che Giovanni Bogani ha realizzato per l’editore Il Castoro, Peter Greenaway è il più enigmatico, il più raffinato, il più crudele, il più labirintico, il più presuntuoso, il più sorprendente, il più ambizioso, il più titanico, il più cinico, il più metafisico regista del cinema al mondo.

Noi siamo sicuramente d’accordo con l’assunto di Bogani, non è del tutto così per Greenaway , che non pensa di essere un regista di cinema, ma un artista totale, come Leonardo da Vinci o Michelangelo. E pensa che il cinema sia morto. O meglio, che non sia ancora nato. E che sarà lui a farlo nascere davvero. Difficile dargli torto, ma anche per questo sarà interessante seguire dal vivo le tesi che Giovanni contrapporrà a questa visione dell’arte e del cinema. Per farlo, non ci resta che seguire l’incontro in programma mercoledì 24 novembre 2004, alle 21.30 Alla libreria Edison di Piazza della Repubblica a Firenze: Sandro Bernardi, Giovanni Micoli e Davide Turrini presentano "Peter Greenaway" di Giovanni Bogani, che sarà presente a questa interessante kermesse editoriale.

Peter Greenaway, inglese, nato per caso in Galles nel 1942, è autore dei Misteri del giardino di Compton House, de Il cuoco, il ladro, sua moglie e l’amante e dei Racconti del cuscino. Nei suoi film, corpi nudi, riproduzioni perfette di dipinti celebri, allusioni alla Storia, alla mitologia, alla filosofia, racconti crudeli di vita e di morte, l’analisi impietosa della corporalità umana. Il suo cinema racconta il sesso, il potere, la violenza implacabile degli umani, la ferocia definitiva della mortalità. E lo fa con uno splendore figurativo unico, con una tessitura complessa di immagini dentro le immagini, quadri dentro il quadro. Nei Racconti del cuscino una donna scrive sul corpo nudo dei suoi amanti dei racconti d’amore, e li manda all’editore. Nel Cuoco, il corpo di un uomo viene servito per cena al suo assassino. Nell’ultimo, “Le valigie di Tulse Luper”, un uomo attraversa 92 prigioni, un giro del mondo di prigioni. E intanto le immagini impazzano, parole turbinano nello schermo, sprazzi di videoarte, balli osceni, liste di nomi, fotografie… Un’idea nuova di cinema. Un cinema da guardare come si guarda una mostra di quadri.

Sandro Bernardi è docente di Storia del cinema all’Università di Firenze, autore di saggi su Stanley Kubrick e sulla retorica del cinema. Giovanni Micoli è direttore artistico di Ladyradio, attore e autore teatrale. Davide Turrini è critico cinematografico di “Liberazione”.

Giovanni Bogani è critico cinematografico della “Nazione”. Ha pubblicato tre romanzi, un saggio sul cinema di Alain Tanner e uno sul cinema di Wenders. Dieci anni fa aveva pubblicato la prima versione di questo libro, ora aggiornato con 110 pagine in più. Il volume “Peter Greenaway” raccoglie un’intervista in 100 domande al regista, e una ricognizione di tutti i suoi film. Dai cortometraggi realizzati negli anni ’60 in Inghilterra all’ultima opera, “Le valigie di Tulse Luper”, trilogia ancora parzialmente inedita in Italia. Il volume raccoglie anche 150 fotografie, e notizie sulle opere teatrali, gli allestimenti museali, le installazioni realizzate in tutto il mondo da Peter Greenaway<. Corredano il volume bibliografia, filmografia e discografia.

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner