partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Rewriters
Musica, cultura, arte e lettura
Sign Painters
Ddi Faythe Levine & Sam Macon
Documentaristi Anonimi
Nasce l’associazione per il documentario
TG Sport
Sessanta anni di pronostici
cézannemania
Cèzanne? Io me lo mangio
Yellow Submarine
I Biechi Blu

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  24/05/2022 - 21:31

 

  home>gusto > cult

Scanner - gusto
 


Rewriters
Musica, cultura, arte e lettura
Spazio ai riscrittori e alle riscrittrici dell’immaginario della contemporaneità
Al WeGil di Roma il 15, 16 e 17 ottobre 2021

 




                     di Giovanni Ballerini


Largo ai riscrittori e alle riscrittrici dell’immaginario della contemporaneità. Si chiamano Rewriters e a questi impavidi alfieri della riscoperta dei valori che possono essere trendy e della loro della prospettiva contemporanea è dedicato l’omonimo festival che Il 15, 16 e 17 ottobre 2021 animerà gli spazi del WeGil di Largo Ascianghi 5 a Roma. L’hub culturale polivalente ristrutturato recentemente dalla Regione Lazio aprirà un focus di tre giorni su tutto quello che c’è da reinventare, un viaggio nello spaziotempo per cercare di dare forma alla riscrittura dell’immaginario usando il solo linguaggio che cambia il pensiero, quello che arriva dritto al cuore, attraverso la musica, la cultura, l’arte e la lettura.
Fra gli ospiti: Drusilla Foer, Max Gazzè, Vauro, Sten Lex, Lucamaleonte, Pino Strabioli, Melania Mazzucco, Luca Barbarossa, Livio Beshir, Giancarlo de Cataldo, Giovanni Scifoni, Greg, Carlo Massarini, Federica Cacciola (Martina Dell'Ombra), David Riondino, Cristian Raimo, Edoardo Albinati, Michela Andreozzi, Lidia Ravera, Nancy Brilli. Ma, anche personaggi come: Karma B., Lilith Primavera, Ondadurto Teatro, Fabio Magnasciutti, Ivan Tresoldi, il Premio UBU 2016 Tindaro Granata, Flavia Lazzarini Dj, il fotografo Guido Fuà, il filosofo femminista Lorenzo Gasparrini, la giudice Paola Di Nicola, la giornalista, conduttrice radio, scrittrice, autrice di Manuale per ragazze rivoluzionarie Giulia Blasi, l’assessora alle Politiche Sociali e Pari Opportunità del Municipio VII a Roma Cristina Leo, lo scrittore e regista Mariano Lamberti, i rapper Dj Sygma e Sedho, l’attore Paolo Sassanelli, Tutti insieme appassionatamente daranno vita a una serie di azioni che possano rendere attivi e fattivi i valori che hanno dato vita, un anno e mezzo fa, al Eugenia Romanelli ed Ernesto Assante, come lei Direttore Artistico del festival, sarà un momento di aggregazione dopo due anni di distanziamenti (obbligo di green pass e prenotazione) ma anche un’officina per ripensare insieme il presente e il futuro, dal territorio al pianeta, e cominciare quella rivoluzione valoriale su cui si basa il progetto ReWriters, a partire dalla giustizia intergenerazionale e dalla ricerca di nuovi modelli di convivenza.
L’immersione in questa maratona no-stop promette esperienze ad alto impatto emotivo grazie a un programma che mette insieme game-changer e life designer del pensiero divergente per ridiscutere senza pregiudizi il modo in cui viviamo, proponendo visioni innovative e costruendo nuovi immaginari e rappresentazioni in termini di adaptiveness, changemaking e fluidity. Dieci saranno i think tank (tavole rotonde e lezioni aperte per gli studenti), moderati da un conduttore o conduttrice, con 10 contributor che faranno speech da 10 minuti ciascuno. 110 ospiti (20 ore di spunti), impegnati a costruire nuovi mondi a partire dalle aree d’interesse individuate: la cultura queer, l’importanza delle emozioni, i post-femminismi, le nuove frontiere delle medicina, le sfide dell’educazione dei più piccoli, la bioetica, la crisi climatica, il food design e tanti altri temi centrali nella vita di oggi, nel mondo che cambia. L’arte contemporanea e la street art sono protagonisti assoluti per tutta la durata del festival con tre mostre d’impatto, curate dalla gallerista e giornalista Rory Cappelli e allestite da Crumb Gallery e Labo Architects&Inventors: opere di muralisti, poeti di strada, illustratori e fotografi, solo per dirne alcuni. Il noto fotografo Guido Fuà si mette a disposizione con un flash mob per ritrarre i partecipanti al festival e creare un souvenir d’autore

Voto 8 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner