partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Memories of Murder
Regia di Bob Joon-Ho
1917
Regia di Sam Mendes
Villetta con ospiti
Di Ivano De Matteo
C'era una volta a Hollywood
Regia di Quentin Tarantino
7 uomini a mollo
Di Gilles Lellouche
Joker
Regia di Todd Phillips
Roma
Regia di Alfonso Cuarón
Parigi a piedi nudi
Di Dominique Abel e Fiona Gordon
La forma dell'acqua
Regia di Guillermo del Toro
IT
Regia di Andres Muschietti

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  27/02/2020 - 20:22

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


La sottile linea rossa
Regia di Terrence Malick
Cast: Sean Penn, Jim Caviezel, Nick Nolte, John Travolta, Woody Harrelson, John Cusack; bellico; Usa; 1998; C.
Dall'omonimo romanzo di James Jones

 




                     di Paolo Boschi


Più che un film di guerra La sottile linea rossa è una prolungata riflessione sulla completa insensatezza della guerra: soltanto parte del film è infatti incentrata su un'azione bellica che, nel caso in questione, è la battaglia di Guadalcanal, che nel 1942 contrappose giapponesi ed americani, ricostruita con scrupolosa precisione storica. Il resto del film è tutto nei pensieri dei soldati protagonisti, i fucilieri della compagnia Charlie: soldati certo, ma prima ancora uomini costretti a mettere in gioco la propria vita - così 'tangibile' quando si rischia di perderla - in nome di ideali decisamente sfuggenti, eterei, in ultima analisi quasi irreali. Ne La sottile linea rossa vedremo sergenti che magari fanno solo la cosa giusta al momento giusto e non si pongono problemi etici, o soldati che vogliono semplicemente tornare a casa vivi il più presto possibile, o ancora capitani preoccupati di non sacrificare gli uomini loro affidati per astratti obiettivi militari, o infine colonnelli che vogliono semplicemente vincere la battaglia che aspettano da quindici anni. Molte sono le facce dell'umanità rappresentate da Malick nel suo film, ed i suoi soldati non devono soltanto affrontare nemici ma anche la natura incontaminata delle isole Salomone, nel Pacifico meridionale, una natura sconosciuta, pericolosa, e bellissima: quasi una sorta di indomabile locus amoenus in cui gli uomini sono costretti a percorrere fino in fondo la linea sottile che separa la vita dalla morte. Un film corale costituito da microstorie private in serie che s’intersecano creando un mirabile mosaico di guerra ed umanità. La sottile linea rossa è ispirato all’omonimo romanzo autobiografico di James Jones - già sceneggiatore di Da qui all’eternità – ed è già stato portato sul grande schermo nel 1964. Regia impeccabile, fotografia splendida, un cast di stelle del cinema che recitano davvero da stelle: sono i punti di forza del terzo film di Malick, uno dei più grandi affreschi di celluloide sulla guerra in cui però, a differenza dei capolavori del genere bellico, l’azione cruenta, le sparatorie e gli effetti speciali restano in secondo piano rispetto alla storia ed ai pensieri dei personaggi che la contrappuntano. Alla notte degli Oscar La sottile linea rossa ha corso in cinque diverse categorie senza vincere nessuna statuetta. Da non perdere.

La Sottile Linea Rossa - The Thin Red Line, regia di Terrence Malick, con Sean Penn, Adrien Brody, Jim Caviezel, Ben Chaplin, Nick Nolte, George Clooney, John Cusack, Woody Harrelson, Elias Koteas, John Savage, John Travolta, Bill Pullman; bellico/drammatico; Usa; 1998; C.; dur. 2h e 50’

Voto 9 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner