partner di Yahoo! Italia

Fizz - Idee e risorse per il marketing culturale !

Scanner - Cultura Opinioni Online
links redazione pubblicità info redazione@scanner.it


   


Il Posto, Il mio posto è qui,
Due film in sala a Firenze
Orlando, my political biography
Regia di Paul B. Preciado
Full Time
Regia di Eric Gravel
A white white day
Un film di Hlynur Pàlmason
Minari
Di Lee Isaac Chung
Tutti pazzi per Yves
Regia di Benoît Forgeard
Lacci
Regia di Daniele Lucchetti
Roubaix, une lumière
Regia di Arnaud Desplechin
Parasite
Di Bong Joon-Ho
Il lago delle oche selvatiche
di Yi’nan Diao

 


Ricerca avanzata

 

 

Arte Musica Libri Cinema Live Interviste Home Vignette Gallery Hi-Tech Strips Opinioni Gusto Ospiti TV

  14/06/2024 - 04:08

 

  home>cinema > film

Scanner - cinema
 


Sliding Doors
Regia di Peter Howitt
Cast: Gwyneth Paltrow, John Hannah, John Linch, Jeanne Tripplehorn; commedia; Gran Bretagna; 1997; C.
...se le porte scorrevoli cambiano vita (e pettinatura) alla Paltrow

 




                     di Paolo Boschi


Come Sliding Doors dimostra, il destino (e l'amore) talvolta è legato indissolubilmente ad un singolo evento di un determinato giorno della nostra vita. La storia prende avvio con la bionda Helen, dinamica PR londinese, nella classica giornata storta: un errore sul lavoro le causa il licenziamento, poi la giovane donna si dirige verso la metropolitana per tornare a casa ma le porte scorrevoli ( le sliding doors, appunto) le si chiudono davanti. Qui parte la domanda, semplice e originale, che dà lo spunto alla storia: che sarebbe successo se quelle porte non si fossero chiuse? Per rispondere al quesito Peter Howitt, regista e sceneggiatore del film, inizia a seguire dettagliamente le due storie che si sviluppano in parallelo a partire da questo presupposto surreale. In un caso la protagonista viene scippata, finisce all'ospedale e quindi torna a casa in taxi. Nell'altro prende regolarmente il suo treno, conosce un simpatico viaggiatore, James, e torna a casa solo per scoprire il suo compagno Gerry, uno scrittore disoccupato in crisi, a letto con la sua amante (nonché ex fidanzata) Lydia. Un piccolo incidente, o meglio un ostacolo perfettamente casuale, innesca due storie parallele che continuano a scorrere separate (talvolta sul filo sottile di possibili, labili incroci) solo per riunirsi in un finale romantico ed unico (almeno per certi versi), quasi a dimostrare che il destino, indipendentemente dal percorso scelto, non si può cambiare nella sostanza. L'idea non è una novità, ma è decisamente originale la struttura nella quale Howitt ha incastonato la storia, diretta in modo impeccabile, ricca di situazioni divertenti e con un ottimo quartetto di interpreti - nel cast brillano una brava Gwyneth Paltrow in versione pre-Oscar ed un fascinoso John Hannah, già fidanzato gay in Quattro matrimoni e un funerale, nel ruolo dell'amato quasi predestinato -. Sliding Doors è una commedia insolita ma perfetta: il gioco del what if incrociato è condotto con grande attenzione ai particolari, tutti lasciati all'attenzione dello spettatore.

Sliding Doors, regia di Peter Howitt, con Gwyneth Paltrow, John Hannah, John Linch, Jeanne Tripplehorn; commedia; Gran Bretagna; 1997; C.; dur. 1h e 45'

Voto 7½ 

        Invia Ad Un Amico

© Copyright 1995 - 2010 Scanner